This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

News 2021

More time to spend at home: what series can I watch? The three tips of the director Gabriele Incollu from Baunei

| Vistanet.it

Vistanet.it - Article - More time to spend at home: what series can I watch? The three tips of the director Gabriele Incollu from Baunei - Page 01 Vistanet.it - Article - More time to spend at home: what series can I watch? The three tips of the director Gabriele Incollu from Baunei - Page 02 Vistanet.it - Article - More time to spend at home: what series can I watch? The three tips of the director Gabriele Incollu from Baunei - Page 03 Vistanet.it - Article - More time to spend at home: what series can I watch? The three tips of the director Gabriele Incollu from Baunei - Page 04

Plus icon Show all screenshots [12]

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

Più tempo da passare in casa: che serie posso guardare? I tre consigli del regista baunese Gabriele Incollu



Se avete esaurito la dose di serie tv da guardare (improbabile ma non impossibile), il regista Gabriele Incollu vi consiglia tre titoli imperdibili e vi spiega perchè vadano assolutamente visti

📅

👨 La Redazione


La pandemia di Covid-19 e i conseguenti vari lockdown hanno portato ad un consumo ancora più sfrenato di film e serie televisive. Complice anche il coprifuoco e la chiusura anticipata dei locali, le persone passano molto più tempo di fronte a uno schermo, abbuffandosi di storie di ogni tipo. Se avete esaurito la dose di serie tv da guardare (improbabile ma non impossibile), di seguito, il regista baunese Gabriele Incollu vi consiglia tre prodotti meritevoli di essere visti.


Considerata l'estrema popolarità e diffusione delle piattaforme streaming, per una maggiore facilità di fruizione, Gabriele ha scelto tre serie che si trovano su Netflix e Amazon Prime Video. «Tuttavia ci tengo a sottolineare che esistono film e Serie Tv anche oltre queste piattaforme. Il mondo continua anche al di fuori di esse» precisa il regista baunese.


Ma vediamo nel dettaglio le serie consigliate da Gabriele Incollu:



Boris


«Boris è una serie televisiva italiana prodotta dal al , che nel ha anche avuto una trasposizione cinematografica, Boris - Il film.


Da molti definita la miglior serie italiana di sempre (molto probabilmente è la verità), rappresenta un unicum nel panorama televisivo del nostro Paese, visto che non c'era stato niente come Boris prima e non c'è stato niente dopo. Boris racconta le giornate lavorative di una troupe impegnata nella produzione di una fiction fittizia, Gli Occhi del Cuore 2. Ogni puntata è ambientata sul set nello studio di produzione, e ruota attorno a personaggi variegati: c'è l'attrice “cagna”, punta di diamante della fiction ma scarsissima a recitare; c'è il regista che non sopporta il suo lavoro ma deve farlo per campare; c'è il direttore della fotografia cocainomane e scansafatiche; lo stagista “schiavo”, che seppur sfruttato e sotto pagato resiste perché fare cinema è il suo sogno; l'attore star, presuntuoso ed egocentrico. Insomma, una fauna di personaggi irresistibili e spassosi con un unico obiettivo, portare a casa il girato senza troppi intoppi e concludere la fiction, ma soprattutto sopravvivere!


Boris è una parodia della televisione italiana, quella delle fiction tutte uguali, recitate male, fatte alla “cazzo di cane” (per citare René Ferretti, il mitico regista di Occhi del Cuore 2), ma che continuano ad essere prodotte perché, per citare direttamente la Serie: “In Italia una fiction diversa, oggi, non solo non è possibile, ma non è neanche augurabile. Non la vuole nessuno una fiction diversa. Ma tu ti rendi conto di cosa succederebbe se veramente qualcuno facesse una fiction più moderna? Ben scritta, ben recitata, ben girata. Tutto un intero sistema industriale, fondamentale per il nostro Paese, dovrebbe chiudere. Caput! Ma la domanda è un'altra: perché rivoluzionare un sistema che funziona già?”.


La forza di Boris sta nell'utilizzare il metacinema, le dinamiche e la vita sul set, rinunciando a moralismi o retorica, ma scegliendo un realismo irriverente per ridicolizzare la televisione italiana e allo stesso tempo raccontare l'Italia e gli italiani. E tutto questo lo fa facendo ridere, e parecchio anche.


Un piccolo capolavoro italiano. Cosa state aspettando? Potete trovarla su Netflix».



Mindhunter


«Prodotta tra il e , Mindhunter è una Serie imprescindibile per gli amanti del genere crime thriller. Siamo di fronte ad un prodotto di qualità eccelsa, basti pensare che come produttore esecutivo, nonché regista di tutte le puntate, troviamo il grande David Fincher, importantissima figura del cinema moderno, autore di opere notevoli come Seven, Fight Club, Zodiac, The Social Network.


Ambientata a cavallo fra gli anni e , racconta gli albori, all'interno dell'FBI, della figura del profiler, ovvero un agente di polizia incaricato di tracciare il profilo psicologico e comportamentale dell'autore di un crimine, nella fattispecie dei serial killer.


Mindhunter è una discesa nell'abisso della mente di questi efferati criminali. Protagonisti sono due agenti dell'FBI: Holden Ford, ex negoziatore, giovane, acuto, desideroso di testare nuovi metodi per le indagini; Bill Tench, un veterano dell'agenzia federale, diplomatico, composto, indurito dalla lunga esperienza in servizio. Insieme, i due agenti protagonisti conducono in carcere delle interviste ad alcuni importanti e cruenti serial killer, per indagare a fondo ciò che li ha spinti a commettere simili atti, e studiare nei particolari il loro modus operandi. L'obiettivo è quello di entrare nella loro mente e provare a ragionare come un pluriomicida, per anticiparne le mosse e avere un'arma in più per fermarli.


I serial killer che vediamo sullo schermo sono tutti esistiti realmente, così come le loro conversazioni con gli agenti ricalcano quasi pari pari quelle avvenute nella realtà. Dimenticatevi l'azione soffocante tipica dei thriller più “americani”, le sparatorie o gli inseguimenti. No, Mindhunter ha un taglio quasi documentaristico che si concentra sui personaggi, sull'indagine psicologica e su come questo vada a compromettere pure la vita personale dei due agenti protagonisti. E nonostante questo la tensione è alle stelle. Il senso di disagio e terrore pervade su tutte le puntate, subdolo e quasi impercettibile, ma presente. Non manca naturalmente la messa in pratica delle nozioni imparate dai due agenti, con alcune indagini difficili e snervanti.

Con un ritmo lento, un'atmosfera opprimente, accelerazioni che danno dinamismo e scuotono la storia, Mindhunter ti rapisce e in men che non si dica ne sei schiavo, inchiodato davanti allo schermo.


La Serie, che potete trovare su Netflix, ha purtroppo, o per fortuna, solo due stagioni. Nessuna cancellazione, diciamo che è stata “congelata” per un periodo di tempo indefinito. Non si sa se o quando proseguirà. L'alta qualità porta via tanti soldi e tanto impegno e fatica. Fincher ha dichiarato che portare avanti la Serie sarebbe stato insostenibile in questo momento, sia per questioni produttive sia per la salvaguardia della sua salute. Non sappiamo quindi quanto durerà questa pausa, ma comunque non importa (anche se una o due stagioni in più non mi sarebbero dispiaciute, anzi...) perché le due stagioni che abbiamo a disposizione sono davvero qualcosa di stupendo, sia per l'argomento interessantissimo, sia per la messa in scena. Personalmente, considero la seconda stagione una delle cose più soddisfacenti che mi siano capitate di vedere.


Mindhunter è una Serie di altissima qualità che ha un unico difetto: dura troppo poco».



Buffy The vampire slayer


«Chi come me ha vissuto l'infanzia negli anni non può non essersi imbattuto almeno una volta in una puntata di Buffy l'Ammazzavampiri. Ho ricordi confusi della mia esperienza infantile con questa Serie, ma ricordo il terrore che mi invadeva appena un vampiro faceva capolino dallo schermo. Ora, a distanza di più di vent'anni, dopo aver visto seriamente tutta la Serie con gli occhi di un adulto, posso affermare con sicurezza che è un capolavoro ed è una delle mie Serie preferite.


Sì ok, è andata in onda tra il e il e quindi penserete che essendo una Serie datata e da “pomeriggio dopo scuola su Italia 1” non sia all'altezza delle Serie moderne e che sia una fesseria, una semplice Serie per ragazzi, che non vale il nostro tempo di consumatori seriali di prodotti moderni e fighi targati Netflix. Beh, se questo è il vostro pensiero ho una brutta notizia per noi: vi sbagliate di grosso. Ma potete comunque rimediare e guardare quella che è senza dubbio una pietra miliare della serialità televisiva.


Ma chi è Buffy? È la ragazza bionda che solitamente nei film horror crepa per prima, ma non in questo caso. Qua la situazione viene ribaltata e abbiamo una ragazzina bionda non stupida, ma forte, coraggiosa, sulle cui spalle grava il destino del mondo. Buffy è una Cacciatrice, non solo di vampiri ma di tutto ciò che è malvagio, demoniaco. Non ha scelto lei questa vita, ma è stata scelta, e non può sfuggire al suo destino. Vive a Sunnydale, ridente cittadina della California, dove si trova la Hellmouth, la bocca dell'inferno, un ricettacolo di presenze maligne di ogni tipo. Conosciamo Buffy quando frequenta il liceo, circondata dagli amici Xander, spassoso e irriverente, il genere di amico che tutti vorremmo, e Willow, “secchiona” timida e impacciata che pian piano si appassiona alla stregoneria. A dare man forte a Buffy nella sua seconda vita ci pensa Giles, il bibliotecario della scuola, un gentleman britannico grande esperto del sovrannaturale. Dall'altra parte della barricata, ovvero quella dei “mostri”, ci sono Angel, il vampiro buono, primo amore di Buffy, e Spike, vampiro sopra le righe, punk, sarcastico, violento, romantico, uno dei personaggi più belli di sempre. Attorno a tutti loro ruotano una miriade di vari personaggi come demoni, lupi mannari, vampiri, mostri di ogni tipo, creature leggendarie, Dei, preti, monaci, soldati, streghe, insomma un bel po' di cose attinte dal calderone del fantastico.


Ma quindi cos'è che rende così speciale questa Serie? Molti penseranno che si tratti solo di una Serie teen a tinte sovrannaturali. Sì, Buffy è anche una Serie teen a tinte sovrannaturali, ma non è solo questo. È una commedia, un dramma, un horror, un mix magnifico di generi. Buffy riesce ad affrontare varie ed importanti tematiche quali l'adolescenza, il bullismo, la solitudine, la depressione, la morte, la vendetta, la scelta tra bene o male, l'amore, l'amicizia, l'omosessualità, l'accettazione di se stessi, il passaggio all'età adulta, le responsabilità, il potere, e lo fa lasciando da parte banalità e retorica ma bensì attraverso le dinamiche del mondo sovrannaturale in cui i personaggi si trovano ad agire.


Anche a livello strettamente tecnico è una grandissima Serie. Certo, gli effetti speciali sono figli del loro tempo, e alcune cose ad uno spettatore moderno potrebbero apparire come trashate belle e buone, ma funzionano e non danno per niente fastidio. Tutto funziona perché inserito perfettamente in quel particolare universo narrativo. Proprio per questo motivo c'è da sottolineare la solidità delle storyline di ogni stagione e una mitologia interessantissima e curata alla grande. La scrittura della Serie è superlativa, e ha un miglioramento costante e una complessità sempre maggiore, via via che le stagioni passano e i personaggi crescono. Dialoghi frizzanti e moderni, caratterizzazioni pazzesche, un sacco di puntate veramente geniali e tanta, ma proprio tanta voglia di sperimentare. A titolo di esempio ricordo con piacere tre puntate. Hush (quarta stagione) è un vero e proprio gioiellino che per quasi tutto il tempo non ha dialoghi; i personaggi perdono la voce ma trovano comunque il modo di comunicare. Once more with feeling, (sesta stagione) è una puntata musical in cui i personaggi non possono fare a meno di cantare perché sotto incantesimo, ed è geniale perché non siamo di fronte a una puntata stand alone ma legata alla storyline della stagione, con importanti snodi narrativi; The Body (quinta stagione) è una delle migliori rappresentazioni televisive del lutto, ed è per me una delle puntate più belle mai viste in una Serie Tv.


Ma qual è la cosa migliore di Buffy e il motivo principale per guardarla? Semplice: i personaggi.


Come già scritto in precedenza, la caratterizzazione dei personaggi è pazzesca. L'arco narrativo di ognuno di loro è coerente e delineato perfettamente. Alla fine della Serie ogni personaggio è cambiato rispetto all'inizio, e questo significa grande scrittura. Sono così belli (dal punto di vista narrativo) che ci si affeziona subito, si ha una voglia matta di stare con loro a combattere le forze del male. Avete presente quando i personaggi di una Serie sembrano uscire dallo schermo e invadere la vostra vita per restarci con prepotenza? Ecco, coi personaggi di Buffy succede questo.


La Serie mette al centro della storia una donna forte, coraggiosa, ma soprattutto umana: Buffy non è una super eroina, non è finta, indistruttibile; è piena di dubbi, è fragile, sensibile, preoccupata dalle proprie responsabilità, ha paura di non farcela. In Buffy ognuno di noi si può specchiare, perché è un personaggio vero.


I rapporti umani, la crescita dei personaggi, sono quindi i punti di forza e il cuore pulsante di Buffy.


Innovativa, spiazzante, sarcastica, sperimentale, Buffy ha portato una ventata di aria fresca nel modo di fare tv, regalandoci una figura dell'eroe diversa dal solito, anticipando i movimenti femministi e non avendo paura di sperimentare. Ci si diverte, si ride, ma ci si commuove tanto anche...


Ripeto, non fatevi trarre in inganno da chi la denigra anche se magari ne ha viste due puntate in croce nel lontano in tv quando aveva dieci anni, ma andate tranquilli. Datele una possibilità, entrate nell'ottica del suo universo, accettate tutto ciò che vedrete, e scoprirete di aver trovato una perla che non ha niente da invidiare alle Serie moderne ma che anzi è anche meglio, pur coi suoi vent'anni di età.


La trovate su Amazon Prime Video. Ovviamente guardatela in inglese, grazie».

More time to spend at home: what series can I watch? The three tips of the director Gabriele Incollu from Baunei



If you have exhausted the TV series' dose to watch (unlikely but not impossible), the director Gabriele Incollu recommends three unmissable titles and explains why they absolutely must be watched

📅

👨 The Editorial staff


The pandemic of Covid-19 and the consequent various lockdowns have led to an even more excessive consumption of movies and television series. Also thanks to the curfew and the early closure of the cafés, people spend much more time in front of a screen, stuffing themselves with stories of all kinds. If you have exhausted the TV series' dose to watch (unlikely but not impossible), below, the director Gabriele Incollu from Baunei recommends to you three products worth watching.


Given the extreme popularity and diffusion of streaming platforms, for greater ease of use, Gabriele has chosen three series that can be found on Netflix and Amazon Prime Video. «However, I want to emphasize that exist movies and TV series even beyond these platforms. The world continues even outside of them» the director from Baunei explains.


But let's see in detail the series recommended by Gabriele Incollu:



Boris


«Boris is an Italian television series produced from to , that in has also had a cinematographic adaptation, Boris - The movie.


Defined by many as the best Italian series ever (most likely it's the truth), it represents an unicum in the Italian television panorama, since there was nothing like Boris before and there was nothing after. Boris tells the working days of a troupe engaged in the production of a fictional drama, Gli Occhi del Cuore 2 (The eyes of the heart 2). Each episode is set on the set in the production studio, and it rotates around varied characters: there's the “bitch” actress, spearhead of the drama but very poor in acting; there is the director who can't stand his job but has to do it to survive; there is the director of photography cocaine addict and slacker; the intern “slave”, who despite being exploited and underpaid resists because making cinema is his dream; the actor star, presumptuous and egocentric. In short, a fauna of irresistible and hilarious characters with a single goal, to bring home the footage without too many hitches and to conclude the drama, but above all to survive!


Boris is a parody of Italian television, the one of dramas all the same, badly acted, made to “fucking dog” (to mention René Ferretti, the legendary director of Occhi del Cuore 2 (The eyes of the heart 2)), but which continues to be produced because, to quote the Series directly: “In Italy a different drama, today, is not possible, but it's not even desirable. Nobody wants a different drama. But do you realize what would happen if someone really did a more modern fiction? Well written, well acted, well shot. An entire industrial system, essential for Italy, should close. Caput! But the question is another: why revolutionize a system that already works?”.


Boris' strength lies in using metacinema, dynamics and life on the set, renouncing moralisms or rhetoric, but choosing an irreverent realism to ridicule Italian television and at the same time tell about Italy and Italians. And all this it does so by making people laugh, and a lot too.


A small Italian masterpiece. What are you waiting for? You can find it on Netflix».



Mindhunter


«Produced between and , Mindhunter is an essential series for lovers of the crime thriller genre. We're in front of an excellent quality product, just think that as an executive producer, as well as director of all the episodes, we find the great David Fincher, very important figure of modern cinema, author of notable works such as Seven, Fight Club, Zodiac, The Social Network.


Set between the and , it tells of the beginnings, inside the FBI, of the figure of the profiler, that is a police officer in charge of tracing the psychological and behavioral profile of the author of a crime, in this case of serial killers.


Mindhunter is a descent into the abyss of the mind of these heinous criminals. The protagonists are two agents of FBI: Holden Ford, former negotiator, young, sharp, eager to test new methods of investigation; Bill Tench, a veteran of the federal agency, diplomatic, composed, hardened by long experience in service. Together, the two main agents conduct interviews with some important and bloody serial killers in prison, to investigate in depth what led them to commit similar acts, and study their modus operandi in details. The goal is to enter their mind and try to think like a serial killer, to anticipate their moves and have an extra weapon to stop them.


The serial killers we see on the screen have all really existed, as well as their conversations with agents are almost exactly like those that took place in reality. Forget the stuffy action typical of most “American” thrillers, shootings or chases. No, Mindhunter has an almost documentary style that focuses on the characters, on the psychological investigation and on how this also affects the personal life of the two protagonists agents. And despite this, the tension is very high. The sense of unease and terror pervades all the episodes, sneaky and almost imperceptible, but present. Of course there is no lack of putting into practice the concepts learned by the two agents, with some difficult and exhausting investigations.

With a slow rhythm, an oppressive atmosphere, accelerations that give dynamism and shake the story, Mindhunter kidnaps you and in no time you're a slave to it, nailed in front of the screen.


The series, which you can find on Netflix, has unfortunately, or fortunately, only two seasons. No cancellation, let's say it has been “frozen” for an indefinite period of time. It isn't known if or when it will continue. High quality takes away a lot of money and a lot of effort and struggle. Fincher has stated that carrying on the Series would be unsustainable at this time, both for production reasons and for the protection of his health. So we don't know how long this break will last, but it doesn't matter anyway (even if one or two extra season wouldn't have minded me, quite the contrary...) because the two seasons we have available are truly something wonderful, both for the very interesting topic, and for the staging. Personally, I consider the second season as one of the most satisfying things I have ever watched.


Mindhunter is a very high quality Series that has only one flaw: it lasts too short».



Buffy The vampire slayer


«Who like me has lived childhood over the has came across at least once in an episode of Buffy - The vampire slayer. I have confused memories of my childhood experience with this series, but I remember the terror that invaded me as soon as a vampire peeps from the screen. Now, more than twenty years later, after having seriously watched the whole series with the eyes of an adult, I can confidently say that it's a masterpiece and one of my favourite series.


Yes ok, it aired between and and therefore you'll think that being a dated series and “aired in the afternoon on Italia 1” is not up to the standard of modern series and that it's nonsense, a simple series for children, that it not worth our time as serial consumers of modern and cool Netflix products. Well, if that's your thinking, I have bad news for us: you're very wrong. But you can still fix it and watch what is undoubtedly a milestone in television series.


But who is Buffy? She is the blonde girl who usually die first in horror movies, but not in this case. Here the situation is reversed and we have a blonde girl who is not stupid, but strong, courageous, on whose shoulders the fate of the world rests. Buffy is a Slayer, not only vampires but of all that is evil, demonic. She didn't choose this life, but she was chosen, and she cannot escape her fate. She lives in Sunnydale, small town in California, where there's Hellmouth, the mouth of hell, a place full of all kinds of evil presences. We know Buffy when she's in high school, surrounded by friends as Xander, hilarious and irreverent, the kind of friend we all would want, and Willow, “nerd” shy and awkward who slowly becomes passionate about sorcery. Giles, the school librarian, a British gentleman great supernatural expert deals to give a hand to Buffy in its second life. On the other side of the fence, that is the one of the “monsters”, there're Angel, the good vampire, first love of Buffy, and Spike, vampire over the top, punk, sarcastic, violent, romantic, one of the most beautiful characters ever. Around all of them revolve a myriad of various characters such as demons, werewolves, vampires, monsters of all kinds, legendary creatures, Gods, priests, monks, soldiers, witches, in short, a lot of things drawn from the cauldron of the fantastic.


So what is it that makes this series so special? Many will think that this is just a supernatural teen series. Yes, Buffy is also a supernatural teen series, but that's not all. It's a comedy, a drama, a horror, a magnificent mix of genres. Buffy manages to deal with various and important issues such as adolescence, bullying, loneliness, depression, death, revenge, the choice between good or evil, love, friendship, homosexuality, acceptance of themselves, the transition to adulthood, responsibilities, power, and it does so leaving aside banality and rhetoric but rather through the dynamics of the supernatural world in which the characters find themselves acting.


Even on a strictly technical level it's a great Series. Sure, special effects are outdated, and some things to a modern viewer might look like nice and good trash ideas, but they work and don't bother at all. Everything works because it fits perfectly into that particular narrative universe. Precisely for this reason it's necessary to underline the solidity of the storylines of each season and a very interesting and well-curated mythology. The writing of the Series is superb, and it has a constantly improving and complex, as the seasons pass and the characters grow. Fresh and modern dialogues, crazy characterizations, a lot of really brilliant episodes and a lot, but just a great desire to experiment. As an example, I remember three episodes with pleasure. Hush (fourth season) is a real gem that almost all the time has no dialogues; the characters lose their voices but still find a way to communicate. Once more with feeling, (sixth season) is a musical episode in which the characters cannot help but sing because under spell, and it's brilliant because we aren't facing a stand alone episode but linked to the storyline of the season, with important narrative turning points; The Body (fifth season) is one of the best television representations of mourning, and for me it's one of the most beautiful episodes ever seen in a TV series.


But what's the best thing about Buffy and the main reason to watch it? Simple: the characters.


As previously written, the characterization of the characters is crazy. The narrative arc of each of them is coherent and perfectly delineated. At the end of the series every character has changed from the beginning, and that means a great writing. They are so beautiful (from the narrative point of view) that you immediately get attached to them, you have a mad desire to be with them to fight the forces of evil. Do you know when the characters of a series seem to leave the screen and invade your life to stay there with arrogance? Here, with the characters of Buffy this happens.


The Series puts a strong, courageous, but above all human woman at the center of the story: Buffy is not a super heroine, is not fake, indestructible; she is full of doubts, fragile, sensitive, worried about her responsibilities, is afraid of not making it. In Buffy each of us can mirror, because she's a real character.


Human relationships, the growth of characters, are therefore Buffy's strengths and beating heart.


Innovative, unsettling, sarcastic, experimental, Buffy has brought a breath of fresh air in the way of making TV, giving us a figure of the hero different from the usual, anticipating feminist movements and not being afraid to experiment. We have fun, we laugh, but we're also moved a lot...


I repeat, don't be misled by those who denigrate it even if they may have watched two episodes in the distant in tv when they were ten years old, but don't worry. Give it a chance, enter the perspective of its universe, accept everything you will see, and you will discover that you have found a pearl that has nothing to envy to the modern series but which is even better, even with its twenty years of age.


You can find it on Amazon Prime Video. Obviously watch it in English language, thanks».

Boris 4 | The news about the developments of the fourth season of Boris

Last articles of blog

Last news

Merchandising | Buy DVD and gadgets about Boris

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) iPhone Tough Case (Smarmella! by Duperdu) Throw Pillow (Boris TV by swear) Comforter (Sto molto bene - Boris (white) by Warcry4) Classic Mug (A cazzo di cane - Boris by Madalpaca92) Laptop Sleeve (È stato... | Boris by ijijojajo) Mask (F4 BASITO | Serie Tv Italiana Boris by ChiaraKali)

WebmasterCookie policyPrivacy policy

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top