This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

  • Italy flag
  • United Kingdom flag

News 2020

Boris: why we are all destined to love it indefinitely

| SocialUp.it

SocialUp.it - Article - Boris: why we are all destined to love it indefinitely - Page 01 SocialUp.it - Article - Boris: why we are all destined to love it indefinitely - Page 02 SocialUp.it - Article - Boris: why we are all destined to love it indefinitely - Page 03 SocialUp.it - Article - Boris: why we are all destined to love it indefinitely - Page 04 SocialUp.it - Article - Boris: why we are all destined to love it indefinitely - Page 05

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

Boris: perché tutti siamo destinati ad amarla all'infinito

🚀 Paride Rossi · Spettacolo · · 2 min lettura · ♡ 0


Venerdì ci siamo svegliati con una sorpresa su Netflix, una di quelle notizie che ti cambiano letteralmente la giornata: sono state caricate di nuove le tre stagioni di Boris.


L'annuncio è arrivato, in pieno stile Boris, venerdì mattina sul profilo ufficiale di Netflix Italia, scatenando la rete ed anche gli stessi protagonisti della serie, come Carolina Crescentini (Corinna) e Paolo Calabresi (Biascica).



E così, in sordina, è tornata a disposizione di tutti la miglior serie italiana, o meglio, anzi la fuoriserie per eccellenza. Ma perché tutti amiamo o ameranno Boris?


Boris: la rivincita solitaria della fuoriserie italiana


Boris nasce nel dall'idea di tre geniali mostri dello spettacolo italiano Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo e Mattia Torre, con l'obiettivo di creare una serie italiana che non sia italiana. Spieghiamo meglio.


Boris ripercorre le vicende di una troupe televisiva intenta a girare la mitologica serie “Gli Occhi del Cuore”, ennesima fiction all'italian confezionata per la TV e destinata alla visione da parte di un pubblico disinteressato, assuefatto dalla mancanza di qualità e dai continui cliché.



La banda, capitanata dallo splendido regista Renè Ferretti, alias Francesco Pannofino, svolge il proprio lavoro in maniera disinteressata, impegnandosi, ma non troppo, facendo il compitino, portando il risultato a casa, con il perenne sguardo all'andamento dei dati auditel.


Sul set le parolacce non mancano, la meritocrazia non è rispettata e le raccomandazioni la fanno da padrona, rendendo il tutto un lavoro fatto alla “cazzo di cane”, giusto per fare una scontata citazione.


Boris rappresenta la situazione non solo della fiction italiana, concentrata per anni (e tutt'ora) solamente al risultato economico, per cui vengono sacrificati qualità, logica e tante altre cose belle, ma anche dell'intero sistema paese Italia. Sì, è proprio così, non stiamo esagerando.


Boris: ironia ed allegoria


In Boris, infatti, sono all'ordine del giorno la mediocrità non punita, anzi premiata, le raccomandazioni, la mancanza di rispetto nei confronti dei propri colleghi, la (in)capacità di fare squadra, il precariato risolto a umma umma, insomma... una giornata normale nell'Italia di dieci anni fa ormai, ma anche di oggi.



Frame di Boris - Il Videogioco Fonte: thegamesmachine.it


La mancanza di peli sulla lingua, l'esaltazione esasperata delle imperfezioni del nostro Paese e il “buona” anche se tutto male sono le caratteristiche che ci hanno fatto innamorare di Boris, condite ovviamente dalla dissacrante comicità e bravura (sì questa c'è davvero) degli interpreti e degli autori.


Boris, dopo essere stata decretata la miglior serie italiana di sempre, senza dubbio può essere definita un evergreen, attuale in ogni momento in cui viene vista, un po' come il bianco che sta bene su tutto.


Ora c'è l'opportunità di mettersi in pari con uno dei mostri sacri dello spettacolo italiano, facciano del nostro meglio. Dai dai dai!

Boris: why we are all destined to love it indefinitely

🚀 Paride Rossi · Entertainment · · 2 min reading· ♡ 0


Friday we woke up with a surprise on Netflix, one of those news that literally changes your day: the three seasons of Boris have been uploaded again.


The announcement has arrived, in full Boris style, on Friday morning on the official profile of Netflix Italia, unleashing the network and also the same protagonists of the series, as Carolina Crescentini (Corinna) and Paolo Calabresi (Biascica).



And so, quietly, the best Italian series is back available to everyone, or rather, indeed the off-series for excellence. But why do we all love or will love Boris?


Boris: the solitary revenge of the Italian off-series


Boris borns in from the idea of three brilliant monsters of the Italian show business Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo and Mattia Torre, with the aim of creating an Italian series that is not Italian. Let's explain better.


Boris retraces the events of a television crew busy on shooting the mythological series “Gli Occhi del Cuore” (The eyes of the heart), yet another Italian-style drama packaged for TV and intended for viewing by a disinterested audience, addicted to the lack of quality and constant clichés.



The crew, led by the wonderful director Renè Ferretti, alias Francesco Pannofino, carries out his work in a disinterested way, committing himself, but not too much, doing the homework, bringing the result home, with a perennial look at the trend of auditel data.


On the set the bad words aren't missing, the meritocracy is not respected and the recommendations are the main characters, making everything a job done to “fucking dog”, just to make an expected quote.


Boris represents the situation not only of Italian drama, concentrated for years (and still today) only on the economic result, for which quality, logic and many other beautiful things are sacrificed, but also of the entire Italian country system. Yes, that's right, we're not exaggerating.


Boris: irony and allegory


In Boris, indeed, are daily the mediocrity not punished, indeed rewarded, the recommendations, the lack of respect towards the colleagues, the (in)ability to team up, the precariousness resolved in a hidden way, in short... a normal day in Italy of ten years ago now, but also of today.



Frame di Boris - The Videogame Source: thegamesmachine.it


The lack of mincing words, the exasperated exaltation of the imperfections of Italy and the “good” although all bad are the features that made us fall in love with Boris, obviously spiced up by the irreverent comedy and skill (yes this is really there) of the actors and authors.


Boris, after being declared the best Italian series ever, undoubtedly it can be defined as an evergreen, current in every moment in which it's watched, a bit like white that looks good on everything.


Now there is the opportunity to catch up with one of the most famous series of the Italian entertainment, let's make our best. Come on come on come on!

List of the news 2020

Fun

Merchandising | Buy DVD and gadgets about Boris

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) Boris The movie (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris The movie - Elio e le storie tese Boris The movie - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

Webmaster: Salvatore Blanca

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top