Questo sito web aderisce al Regolamento UE /679, comunemente denominato GDPR. Utilizziamo cookies propri e di terze parti per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Per maggiori informazioni, leggi la cookie policy e privacy policy.

  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2020

Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane

| NoSpoiler.it

NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 01 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 02 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 03 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 04 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 05 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 06 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 07 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 08 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 09 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 10 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 11 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 12 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 13 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 14 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 15 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 16 NoSpoiler.it - Articolo - Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane - Pagina 17

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

Serie TV

Da The Young Pope a Dov'è Mario?: le 10 migliori serie TV italiane

| aggiornato



La classifica delle migliori serie TV e fiction italiane di sempre, dagli sceneggiati ai più recenti successi internazionali.


La lunga storia della serialità italiana è iniziata negli anni , proprio quando gli apparecchi televisivi sono cominciati ad entrare nelle case con il cineteatro in diretta trasformatosi poi, grazie alla possibilità di registrare su nastro magnetico, in sceneggiato.


La prima grande svolta del racconto televisivo è arrivata sul finire degli anni , nel momento in cui la televisione pubblica ha iniziato ad accordarsi con produzioni cinematografiche esterne e reti televisive straniere per portare in TV veri e propri kolossal internazionali, atti a trasporre soprattutto importanti opere narrative.


Ma è alla fine degli anni , in seguito alla nascita di canali privati e al massiccio arrivo dagli Stati Uniti di serie TV, che sugli schermi italiani sono spuntate le prime vere e proprie fiction che ancora oggi prolificano con buon successo sulle televisioni generaliste.



Un altro passaggio fondamentale della storia della TV italiana è stato quando, agli inizi del , a decidere di dedicarsi alla produzione di serie originali sono state le cosiddette payTV: è a prodotti come Boris, Quo Vadis, Baby? e Romanzo Criminale - La Serie, infatti, che dobbiamo la “golden age” della nostra serialità.


In questi lunghi anni di storia del piccolo schermo sono stati tantissimi gli sceneggiati, le fiction e serie TV degne di nota ma ecco quali sono le 10 migliori.



10) Dov'è Mario?



Uno degli ultimi grandi successi italiani di questi anni è stato Dov'è Mario?, mini serie TV scritta, creata e interpretata da Corrado Guzzanti, che è andata in onda su Sky Atlantic tra e .


Nello show lo stesso istrione Guzzanti interpreta Mario Bambea, noto intellettuale dei salotti televisivi in grave crisi esistenziale.


In seguito a un incidente stradale, Mario inizia ad essere affetto da un disturbo di personalità multipla e ogni volta che si addormenta finisce con il trasformarsi in Fabrizio "Bizio" Capoccetti, un comico da cabaret, sguaiatamente romanaccio, ignorante e razzista.


La doppia vita di Mario/Bizio, oltre a prestarsi a una serie di esilaranti equivoci, diventa anche spunto di riflessione che suggerisce quanto sia in realtà labile, oramai, il confine tra la moralità forzata degli intellettuali di oggi e l'amoralità genuina e sincera del “popolino”.



9) In Treatment


In Treatment è una serie che segue le sedute dello psicoterapeuta Giovanni Mari (Sergio Castellitto) e, di puntata in puntata, esplora la vita dei suoi pazienti incentrandosi anche sui problemi personali del protagonista.


Quasi tutta fatta di campi e controcampi, gestiti con maestria dal regista Saverio Costanzo, In Treatment è stato un grande successo di pubblico la cui terza e ultima stagione ha esordito su Sky Atlantic lo scorso .


Lo show è la trasposizione del format israeliano BeTipul la cui più famosa versione è quella americana targata HBO che ha visto l'attore Gabriel Byrne interpretare l'ater ego del nostro Giovanni Mari, ovvero lo psicoterapeuta Paul Weston.



8) Sandokan


Andato in onda per la prima volta nel , Sandokan è forse il più famoso kolossal da piccolo schermo della storia della TV italiana. Figlio legittimo di quegli anni in cui la televisione pubblica incominciò ad avvalersi, anche, di coproduzioni straniere per portare sul piccolo schermo prodotti qualitativamente eccellenti, capaci di far visitare agli spettatori mondi “sconosciuti” attraverso narrazioni di grande spessore letterario.


Trasposizione dei romanzi del ciclo indo-malese di Emilio Salgari, in particolare Le Tigri di Mompracem e I pirati della Malesia, le sei puntate di Sandokan sono state tutte dirette dal regista Sergio Sollima e interpretate dall'indimenticato Kabir Bedi, primo attore di Bollywood uscito dai confini del cinema indiano. Lo stesso Bedi, infatti, ha più volte ammesso:

Sandokan mi ha dato il mondo.



7) La Piovra


Un'altra serie di italica matrice famosissima in tutto il mondo è La Piovra. Andata in onda sui canali Rai, dal al , la fiction è stata esportata in 80 paesi e, cosa più importante, è stato il primo “sceneggiato” ad aver toccato tematiche sociali molto forti.


Durante le sue 10 stagioni, infatti, La Piovra ha raccontato in che modo “i tentacoli” della mafia sono riusciti - partendo dal narcotraffico in Sicilia - ad invadere la politica italiana e il mondo della finanza internazionale. Tutto questo negli anni in cui la violenza di “cosa nostra” era più attiva che mai sul territorio.


Le polemiche riguardo i realistici fatti raccontati ne La Piovra sono state fortissime, tanto che la stagione 8 e la stagione 9 sono state ambientate durante gli anni e per evitare un confronto diretto con la realtà contemporanea.


Fortunatamente, però, il decimo e ultimo atto della fiction ha permesso che la tragica “epopea sociale” de La Piovra avesse un degno finale incentrandosi su una potente riflessione sul significato di “mafia” agli albori del XXI secolo.



6) Le Avventure di Pinocchio


Le Avventure di Pinocchio, trasposizione dell'omonimo romanzo di Carlo Collodi, è l'ultimo sceneggiato prodotto negli anni in cui la televisione pubblica aveva anche il compito di svolgere una funzione educativa.


Andato in onda su Rai 1 nell', la serie è divisa in 5 puntate tutte dirette dal regista Luigi Comencini e il cast, tra gli altri, è composto da anche da straordinari interpreti del cinema tra i quali spiccano Nino Manfredi (Geppetto), Gina Lollobrigida (la Fata), Vittorio De Sica (giudice), Franco Franchi e Ciccio Ingrassia (il Gatto e la Volpe).



5) 1992 - La Serie


Che il cinema e la serialità siano ormai due facce della stessa medaglia lo dimostra il fatto che ultimamente ai festival dedicati alla settima arte molto spesso vengono presentate anche alcune serie TV.


Un esempio su tutti è 1992 - La Serie, le cui prime due puntate sono state mostrate al pubblico del Festival di Berlino del .


Nata da un'idea di uno dei protagonisti, Stefano Accorsi, 1992 - La Serie narra - attraverso le vicende di alcuni personaggi simbolo - un momento fondamentale per il cambiamento politico e sociale dell'Italia. Il , infatti, è l'anno di Tangentopoli, della consacrazione della Lega Nord e della figura mediatica di Silvio Berlusconi che da lì a pochissimo sarebbe sceso in politica.


Il successo dello show andato in onda a su Sky Atlantic è stato enorme, tanto che sono stati confermati quasi subito due sequel - 1993 e 1994 - il primo dei quali esordirà il prossimo , sempre su Sky Atlantic.



4) Romanzo Criminale - La Serie


Insieme a 1992, Romanzo Criminale - La Serie è un altro grandissimo esponente della “golden age” della serialità italiana.


Lo show, il secondo prodotto direttamente da Sky - dopo Quo Vadis, Baby? di Gabriele Salvatores - è la trasposizione televisiva dell'omonimo film di Michele Placido a sua volta basato sul romanzo di Giancarlo De Cataldo.


Andata in onda, a partire dal , per due stagioni su Sky Cinema 1, la storia di Romanzo Criminale ripercorre - in maniera romanzata, come annuncia lo stesso titolo - l'ascesa al potere e la conseguente discesa negli inferi della Banda della Magliana, nota gang criminale romana degli anni .


Diretta da Stefano Sollima, figlio del regista di Sandokan, Romanzo Criminale - La Serie ha ottenuto il placet unanime del pubblico e della critica, soprattutto per il modo in cui sono state gestite le due stagioni nettamente divise tra loro da un tragico evento.


Se il “capitolo 1” della storia de La Banda della Magliana, infatti, è più incentrato sull'azione dei protagonisti - tutti interpretati da attori all'epoca esordienti - nella seconda viene dato più spazio all'introspezione dei personaggi e al dietro le quinte della gestione di un'associazione criminale che si ritrova d'improvviso orfana del suo capo e, in parte, anche delle sue certezze.



3) Boris


È “la fuori serie italiana” Boris quella che ha dato inizio nel alla golden age della serialità nostrana mettendo in scena una vero e proprio show satirico atto a prendere in giro le fiction, i suoi affollati luoghi comuni e le sue banalità narrative.


Boris, infatti, altro non è che l'esilarante retroscena di quel che succede sul set della fantomatica serie Gli Occhi del Cuore 2. Perché, come lo stesso regista René Ferretti (Francesco Pannofino) ammette, spesso e volentieri quello che vediamo in TV è frutto di una regia particolare, detta anche

A cazzo di cane!

Punto di forza maggiore della serie è il variopinto caleidoscopio di personaggi che ruotano intorno e dietro alla macchina da presa di René: figure come l'elettricista Biascica (Paolo Calabresi), il direttore della fotografia Duccio (Ninni Bruschetta), e la svampita attrice Corinna (Carolina Crescentini) resteranno a lungo nell'immaginario collettivo del pubblico.



2) Gomorra - La Serie


Il buon successo di Romanzo Criminale - La Serie ha portato Sky Atlantic ad affidare un altro importante progetto televisivo al figlio d'arte Stefano Sollima il quale è regista - insieme ad altri suoi colleghi come Francesca Comencini, Claudio Cupellini e Claudio Giovannesi - e direttore artistico di Gomorra - La Serie.


Nata da un'idea di Roberto Saviano, Gomorra - La Serie, di cui l'omonimo libro/inchiesta è stato in precedenza trasposto sul grande schermo nel film di Matteo Garrone, racconta la vita e le reali dinamiche che ci sono dietro alle malefatte e al potere di una tipica famiglia di camorristi di Scampia, i Savastano.


Arrivata alla terza stagione, che andrà in onda prossimamente su Sky Atlantic, Gomorra - La Serie, come fu per La Piovra e Romanzo Criminale - La Serie, è stata un successo mondiale distribuito in ben 50 paesi.



1) The Young Pope


Dopo Gabriele Salvatores con Quo Vadis, Baby?, anche il Premio Oscar Paolo Sorrentino ha deciso di mettersi in gioco sul piccolo schermo e lo ha fatto con The Young Pope, serie TV da lui scritta e diretta.


Lo show - la cui seconda stagione è già in cantiere - è andata in onda a ottobre scorso su Sky Atlantic e ha visto Jude Law vestire gli abiti talari di Lenny Belardo, il Giovane Papa Pio XIII.


Abbandonato dai suoi genitori da bambino, Lenny è un Papa e un personaggio controverso, bigotto, affatto gestibile. Un affabulatore che manipola a suo piacimento chi gli sta intorno ma che nasconde, con il suo fare dittatoriale e machiavellico, la grave crisi di fede che lui stesso sta attraversando.


Sorrentino con il suo The Young Pope, produzione internazionale di Sky, Canal+ e HBO, ha donato al pubblico un grande racconto che ha tutte le caratteristiche per essere definito il primo vero ibrido tra prodotto cinematografico e televisivo Made in Italy.



Siete d'accordo con la nostra top 10? Qual è la vostra serie TV italiana preferita? Fatecelo sapere nei commenti!

TV Series

From The Young Pope to Dov'è Mario? (Where is Mario?): the best 10 Italian TV series

| updated on



The ranking of the best Italian TV series and dramas ever, from the television dramas to the latest international famous series.


The long history of Italian seriality began in the , just when the television devices began to enter the houses with the live film theater which then turned into a screenplay thanks to the possibility of recording on magnetic tape.


The first big change of the television story came at the end of the , when public television began to agree with external film productions and foreign television networks to bring real international blockbusters to TV, capable of transposing above all important narrative works.


But it's at the end of the , following the birth of private channels and the massive arrival of TV series from the United States, that on Italian televisions were broadcast the first real dramas which still today increase successfully on generalist televisions.



Another fundamental passage in the history of Italian TV was when, at the beginning of , the so-called payTVs decided to commit themselves to the production of original series: is thanks to products like Boris, Quo Vadis, Baby? and Romanzo Criminale - La Serie (Criminal Romance - The series), indeed, that we owe the “golden age” of Italian seriality.


In these long years of history of the small screen there have been many TV shows, dramas and TV series worthy of note but here is what are the best 10 ones.



10) Dov'è Mario? (Where's Mario?)



One of the last great Italian successes of these years has been Dov'è Mario? (Where's Mario?), mini TV series written, created and interpreted by Corrado Guzzanti, which aired on Sky Atlantic between and .


In the show the same actor Guzzanti plays Mario Bambea, well-known intellectual of television talk shows in serious existential crisis.


Following a traffic accident, Mario begins to suffer from a multiple personality disorder and every time he falls asleep he ends up turning into Fabrizio "Bizio" Capoccetti, a stand-up comedian, rude Roman inhabitant, ignorant and racist.


The double life of Mario/Bizio, in addition to go along with a series of hilarious misunderstandings, it also becomes food for thought which suggests how in reality is fragile, now, the boundary between the forced morality of today's intellectuals and the genuine and sincere amorality of the “common people”.



9) In Treatment


In Treatment is a series that follows the sessions of the psychotherapist Giovanni Mari (Sergio Castellitto) and, from episode to episode, it explores the life of his patients also focusing on the personal problems of the protagonist.


Almost all shot with fields and counter-fields, managed with skill by the director Saverio Costanzo, In Treatment has been a great audience success whose third and final season made its debut on Sky Atlantic on .


The show is the transposition of the Israeli format BeTipul whose most famous version is the American one made by HBO in which the actor Gabriel Byrne has played the alter ego of the Italian Giovanni Mari, that is the psychotherapist Paul Weston.



8) Sandokan


Aired for the first time in , Sandokan is perhaps the most famous kolossal of the television of the history of Italian TV. Legitimate son of those years when public television began to make use of, also, foreign co-productions to bring excellent quality products to the small screen, capable of making viewers visit “unknown” worlds through narrations of great literary depth.


Transposition of the novels of the Indo-Malay cycle by Emilio Salgari, especially Le Tigri di Mompracem (The Tigers of Mompracem) and I pirati della Malesia (The Pirates of Malaysia), the six episodes of Sandokan have all been directed by the director Sergio Sollima and interpreted by the unforgettable Kabir Bedi, first actor of Bollywood out of the boundaries of Indian cinema. The same Bedi, indeed, has repeatedly admitted:

Sandokan gave me the world.



7) La Piovra (The Octopus)


Another Italian series very famous all over the world is La Piovra (The Octopus). Aired on Rai channels, from to , the drama has been exported to 80 countries and, most importantly, it has been the first “television drama” to have dealt with social issues very strong.


During its 10 seasons, in fact, La Piovra (The Octopus) has told how “the tentacles” of the mafia have managed - starting from drug trafficking in Sicily - to invade Italian politics and the world of international finance. All this in the years when the violence of “Cosa Nostra” was more active than ever in the area.


The controversies about the realistic facts told in La Piovra (The octopus) have been very strong, so much so that season 8 and season 9 have been set during and to avoid a direct comparison with contemporary reality.


Fortunately, however, the tenth and final act of the fiction has allowed that the tragic “social epic” of La Piovra (The Octopus) had a worthy ending focusing on a powerful reflection about the meaning of “mafia” at the dawn of the 21st century.



6) Le Avventure di Pinocchio (The Adventures of Pinocchio)


Le Avventure di Pinocchio (The Adventures of Pinocchio), transposition of the homonymous novel by Carlo Collodi, is the last screenplay produced in the years when public television also had the task of carrying out an educational function.


Aired on Rai 1 in , the series is divided into 5 episodes all directed by the director Luigi Comencini and the cast, among others, is also made up of extraordinary cinema actors among whom stand out Nino Manfredi (Geppetto), Gina Lollobrigida (The Fairy), Vittorio De Sica (The Judge), Franco Franchi and Ciccio Ingrassia (the Cat and the Fox).



5) 1992 - The series


Both cinema and serial production are now two sides of the same coin is demonstrated by the fact that some TV series are often presented at festivals dedicated to the seventh art.


One example above all is 1992 -The series, whose first two episodes have been shown to the audience of Berlin Film Festival of .


Born from an idea of one of the protagonists, Stefano Accorsi, 1992 - The series told - through the events of some symbolic characters - a fundamental moment for Italy's political and social change. , indeed, is the year of Tangentopoli (Bribesville), of the consecration of the Lega Nord and of the mediatic figure of Silvio Berlusconi that from that moment to very soon would entered in politics.


The success of the show aired in on Sky Atlantic has been enormous, so much so that two sequels have been confirmed almost immediately - 1993 and 1994 - the first of which will debut the next , always on Sky Atlantic.



4) Romanzo Criminale - La Serie (Criminal Romance - The series)


Together with 1992, Romanzo Criminale - La Serie (Criminal Romance - The series) is another great exponent of the “golden age” of Italian seriality.


The show, the second produced directly by Sky - after Quo Vadis, Baby? by Gabriele Salvatores - is the television transposition of the namesake movie by Michele Placido in turn based on the novel by Giancarlo De Cataldo.


Aired, from , for two seasons on Sky Cinema 1, the story of Romanzo Criminale (Criminal Romance) retraces - in a romanticized way, as the same title announces - the rise to power and the consequent descent into the underworld of the Banda della Magliana (Magliana gang), famous Roman criminal gang of .


Directed by Stefano Sollima, son of the director of Sandokan, Romanzo Criminale - La Serie (Criminal Romance - The series) has obtained the unanimous placet of the audience and critics, especially for the way in which have been managed the two seasons clearly divided between them by a tragic event.


If “chapter 1” of the story of La Banda della Magliana (Magliana Gang), indeed, is more focused on the action of the protagonists - all played by actors at the time newcomers - in the second season more space is given to the introspection of the characters and to the behind the scenes of the management of a criminal association that suddenly finds itself orphaned by its boss and, in part, also by its certainties.



3) Boris


It's “the Italian off series” Boris the one that started in the golden age of Italian seriality staging a real satirical show designed to make fun of dramas, its crowded clichés and its narrative banalities.


Boris, indeed, is the hilarious behind the scenes of what happens on the set of the unreal series Gli Occhi del Cuore 2 (The eyes of the heart 2). Because, as the same director René Ferretti (Francesco Pannofino) admits, often and willingly what we see on TV is the result of a particular direction, also said

To fucking dog!

The major strong point of the series is the rich kaleidoscope of characters that rotate around and behind the camera of René: characters like the electrician Biascica (Paolo Calabresi), the director of photography Duccio (Ninni Bruschetta), and the distracted actress Corinna (Carolina Crescentini) will remain in the collective imagination of the public for a long time.



2) Gomorra - La Serie (Gomorrah - The Series)


The good success of Romanzo Criminale - La Serie (Criminal Romance - The series) has convinced Sky Atlantic to entrust another important television project to the son of art Stefano Sollima who is director - together with other colleagues as Francesca Comencini, Claudio Cupellini and Claudio Giovannesi - and artistic director of Gomorra - La Serie (Gomorrah - The series).


Born from an idea of Roberto Saviano, Gomorra - La Serie (Gomorrah - The series), of which the namesake book/investigation has previously been transposed to the big screen in the movie by Matteo Garrone, tells the life and the real dynamics behind the wrongdoings and power of a typical Camorra family of Scampia, the Savastanos.


Arrived at the third season, which will air soon on Sky Atlantic, Gomorra - La Serie (Gomorrah - The series), as it was for La Piovra (The Octopus) and Romanzo Criminale - La Serie (Criminal Romance - The series), has been a worldwide success distributed in 50 countries.



1) The Young Pope


After Gabriele Salvatores with Quo Vadis, Baby?, also the Oscar award winner Paolo Sorrentino has decided to get involved on the small screen and has done it with The Young Pope, TV series he wrote and directed.


The series - whose second season is already in production - aired last October on Sky Atlantic and it had Jude Law to play the character of Lenny Belardo, the young Pope Pius XIII.


Abandoned by his parents when child, Lenny is a Pope and a controversial, sanctimonious, absolutely not manageable character. A storyteller who manipulates those around him as he likes but who hides, with his dictatorial and Machiavellian behavior, the serious crisis of faith that he himself is going through.


Sorrentino with his The Young Pope, international production of Sky, Canal+ and HBO, has given the audience a great story that has all the characteristics to be defined the first true hybrid between cinematographic and television product Made in Italy.



Do you agree with our top 10? What is your favorite Italian TV series? Let us know in the comments!

Elenco delle news 2020

Social

Webmaster: Salvatore Blanca

Merchandising | Scopri tutto quello che puoi acquistare sulla serie Boris e Boris Il film

Boris - La fuori serie italiana Stagione 01 Boris 2 Boris 3 Boris Il Film (DVD) Boris Il Film (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris Il film - Elio e le storie tese Boris Il film - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione.

Top