This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

News 2020

The best 5 episodes of Boris to watch on Netflix

| Tecnologia.Libero.it

Tecnologia.Libero.it - Article - The best 5 episodes of Boris to watch on Netflix - Page 01 Tecnologia.Libero.it - Article - The best 5 episodes of Boris to watch on Netflix - Page 02 Tecnologia.Libero.it - Article - The best 5 episodes of Boris to watch on Netflix - Page 03 Tecnologia.Libero.it - Article - The best 5 episodes of Boris to watch on Netflix - Page 04

Plus icon Show all screenshots [07]

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

Fonte foto: Boris

TV Play

I 5 migliori episodi di Boris da vedere su Netflix

Uscita nel su Fox, Boris ritorna alla ribalta dopo 10 anni: ecco quali sono 5 puntate più rappresentative della serie



La serie televisiva Boris è andata in onda per la prima volta su Fox nel , conquistando il cuore di tanti spettatori. Con il tempo, è entrata nel cuore di tantissime persone e ritenuta tra le migliori produzioni italiane degli ultimi anni. Ora è ritornata alla ribalta grazie a Netflix, che l'ha inserita nel suo catalogo da .


Boris - La fuori serie televisiva racconta le vicende che accadono nel set di una fiction fittizia intitolata Gli occhi del cuore. Puntata dopo puntata si capisce che l'obiettivo non è narrare il dietro le quinte in modo divertente e leggero: siamo in realtà davanti ad una satira esilarante e dissacrante non solo della TV ma della società italiana, con i suoi compromessi, fragilità e crepe. Così, non solo ridiamo e riflettiamo insieme agli attori, ma finiamo per usare le loro parole, citandoli nei nostri discorsi quotidiani. Chi ancora non ha visto questa serie può correre subito ai ripari, magari iniziando dalle 5 puntate più divertenti e rappresentative.


Puntate di Boris da vedere: Il mio primo giorno


Sarà banale, ma per scoprire Boris bisogna partire proprio dalla prima puntata, quella che introduce il cast e soprattutto ci presenta uno dei protagonisti della fiction: lo stagista di belle speranze Alessandro (interpretato da Alessandro Tiberi) che entra in gioco con tanti sogni e prospettive, mosso dall'amore sconfinato per il cinema ma che, ben presto, si accorgerà che la realtà è tutt'altra e bisogna piegarsi e giungere a compromessi.


Proprio grazie ad Alessandro entriamo fin da subito nel vivo del set e conosciamo i personaggi che lo animano. Nella prima puntata viviamo la prima sfuriata di Renè Ferretti (Francesco Pannofino) regista di talento e che sogna di produrre cortometraggi d'autore, ma che si ritrova dietro la macchina da presa di una fiction scadente, che comunque gli garantisce uno stipendio.


Alessandro si interfaccerà per la prima volta con Arianna (Caterina Guzzanti) l'aiuto regista autoritaria che lo riporta alla realtà e lo fa rigare dritto, soprattutto ogni volta che lui prova a fare domande, giudicate in ogni caso inopportune. Alessandro conoscerà le star della fiction che si sta girando, cioè la seconda stagione de “Gli occhi del cuore”. Parliamo del divo Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti), che ha adottato un nome straniero perché giudica che recitare “all'italiana” pregiudichi la qualità del suo lavoro, che risulta comunque scadente; e Corinna Negri (Carolina Crescentini) attrice priva di talento, arrivata a ottenere il ruolo perché fidanzata del Dottor Cane, il capo di rete.


Compariranno nella prima puntata anche Biascica (Paolo Calabresi) il capo elettricista che parla in romanesco mangiandosi le parole e si sfoga trattando male gli stagisti. Lui gestisce le luci seguendo gli ordini di Duccio (Ninni Bruschetta), direttore fotografia che passa la maggior parte del tempo a dormire sul divano e a fare uso di cocaina, che offre a tutti indiscriminatamente. Alessandro in questa puntata assiste al primo discorso motivazionale di Diego Lopez (Antonio Catania), il delegato di rete, apparentemente in cima alla scala del potere, ma in realtà sottomesso ai suoi capi, che hanno il vero potere decisionale sul prodotto finale. Infine, Alessandro conosce chi sta ancora peggio di lui e cioè Lorenzo (Carlo De Ruggeri), lo “stagista muto” o semplicemente “lo schiavo” costretto a rispondere ai comandi senza parlare e maltrattato da tutti, quando non viene ignorato.


A + B = C


Questa puntata disponibile su Netflix è importante perché introduce uno dei personaggi che appariranno di tanto in tanto nella fiction Gli occhi del Cuore, e quindi anche in Boris. Parliamo di Nando Martellone (Massimiliano Bruno), il comico ingaggiato per avviare la linea comica della fiction desiderata da Lopez e dai capi di rete per aumentare l'audience.


Naturalmente è un comico senza talento che ha fatto strada perché ha inventato un tormentone scurrile che esclama ripetutamente nei suoi sketch, tutti senza contenuto. In seguito, col proseguire della serie televisiva, la sua carriera verrà messa a repentaglio perché Nando sarà protagonista di uno scandalo: ha tenuto un festino a casa sua a base di alcol e droga in cui è morta di overdose una transessuale e quindi viene indagato. La rete vuole farlo morire nella fiction perché vuole slegarsi dal suo personaggio diventato compromettente, lui però riesce comunque a cavarsela perché trova un cavillo nella sceneggiatura della fiction che gli permette di rimanere nel cast e non perdere il lavoro.


Il Gioielliere


La terza puntata che vi consigliamo è una delle più divertenti e ha come protagonista Corinna, l'attrice simbolo di Boris perché tenta di essere brava ma fa sempre peggio, riuscendo a rovinare ulteriormente la fiction che già di suo ha una qualità scadente.


In questa puntata Corinna non riesce a pronunciare correttamente la parola “gioielliere” finendo sempre per dire “gioieiere”. Nel frattempo, Gli Occhi del Cuore organizza la conferenza stampa e per riempire la sala, vengono ingaggiati alcuni “giornalisti fittizi” tra cui Biascica, che pone a Lopez una domanda sugli straordinari mai pagati dalla rete. Alla fine della puntata, Corinna riesce a trovare un escamotage per non dover dire “gioielliere” riuscendo così a chiudere la scena dopo mille tentativi.


Chi si salverà?


Questa puntata è particolarmente importante perché ci fa conoscere il personaggio di Mariano Giusti, interpretato da Corrado Guzzanti. L'attore interpreta il conte, personaggio antagonista ne Gli Occhi del Cuore. Purtroppo, l'attore Mariano Giusti ha enormi disturbi psichici che lo portano ad avere degli attacchi d'ira in cui distrugge tutto. In questa puntata ritorna sul set cambiato perché ha avuto un incontro con Gesù sulla Roma-L'Aquila, che gli annunciato la sua missione: interpretare Padre-Frediani nella nuova fiction prodotta dalla rete. Questo personaggio con i suoi tratti folli e introspettivi animerà diverse puntate di Boris.


Una giornata particolare


L'ultima puntata che vi consigliamo di vedere di Boris, anche se l'elenco sarebbe davvero lungo, è quella che introduce un altro personaggio chiave: Glauco Benetti, interpretato da Giorgio Tirabassi. Lui è un caro amico di Renè e lo sostituisce in alcune scene de Gli Occhi del Cuore. Quando arriva rivoluziona subito la gerarchia del set, affidando ad Alessandro il ruolo di assistente alla regia e ad Arianna un ruolo di secondo livello. Inoltre, nella seconda stagione (la puntata è chiamata No Logo) lavorerà per inserire nella fiction la pubblicità occulta in modo da lucrarci ulteriormente senza comunicarlo alla rete.


Lui è il regista di talento che ha scelto di lavorare fuori dall'Italia, infatti si è trasferito in Sud Africa e si dedica a produzioni d'autore, ma ogni tanto ritorna e quando lo fa non ha scrupoli: detta legge, cerca di guadagnare e lucrare su tutto e tratta male gli attori.

Source photo: Boris

TV Play

The best 5 episodes of Boris to watch on Netflix

Released in on Fox, Boris is back on the scene after 10 years: here are the 5 most representative episodes of the series



The television series Boris first aired on Fox in , winning the hearts of many spectators. Over the time, it has entered the hearts of many people and considered as one of the best Italian productions of recent years. Now is back on the scene thanks to Netflix, who has included it in its catalog since .


Boris - The television off series tells the events that happen in the set of a fictional drama entitled Gli occhi del cuore (The eyes of the heart). Episode after episode we understand that the aim is not to tell the behind the scenes in a funny and light way: we're actually in front of a hilarious and desecrating satire not only of TV but of Italian society, with its compromises, fragilities and cracks. Thus, we not only laugh and reflect together with the actors, but we end up using their words, quoting them in our daily speeches. Those who have not yet watched this series can immediately retrieve, maybe starting with the most funny and representative 5 episodes.


Episodes of Boris to watch: Il mio primo giorno (My first day)


It will be trivial, but to find out Boris you have to start right from the first episode, the one that introduces the cast and above all introduces us to one of the protagonists of the drama: the hopeful intern Alessandro (played by Alessandro Tiberi) who starts working with so many dreams and perspectives, moved by the boundless love for cinema but who, soon, will realize that the reality is quite different and he has to accept compromises.


Just thanks to Alessandro we immediately enter the heart of the set and we know the characters that animate it. In the first episode we watch the first outburst of Renè Ferretti (Francesco Pannofino) a talented director who dreams of producing auteur short films, but who finds himself behind the camera of a poor drama, which still guarantees him a salary.


Alessandro will interact for the first time with Arianna (Caterina Guzzanti) the authoritarian first assistant director who brings him back to reality and gives orders to him, especially every time he tries to ask questions, considered in any case inappropriate. Alessandro will meet the stars of the drama that is shooting, that is the second season of “Gli occhi del cuore” (The eyes of the heart). We talk about the star Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti), who has adopted a foreign name because he judges that to recite “Italian-style” affects the quality of his work, which is anyway poor; and Corinna Negri (Carolina Crescentini) untalented actress, who got the role because she was the girlfriend of President Cane, the head of the network.


In the first episode will also appear Biascica (Paolo Calabresi) the chief electrician who speaks in Roman dialect eating his words and venting himself by treating interns badly. He manages the lights following the orders of Duccio (Ninni Bruschetta), director of photography who spends most of his time sleeping on the sofa and sniffing cocaine, which he offers to everyone indiscriminately. Alessandro in this episode attends the first motivational speech of Diego Lopez (Antonio Catania), the network delegate, seemingly at the top of the power, but in reality subdued to its bosses, who have the real decision-making power on the final product. Finally, Alessandro meets the one who is even worse than him and that is Lorenzo (Carlo De Ruggeri), the “dumb intern” or simply “the slave” forced to respond to commands without speaking and mistreated by all, when not ignored.


A + B = C


This episode available on Netflix is important because it introduces one of the characters that will appear from time to time in the drama Gli occhi del Cuore (The eyes of the heart), and therefore also in Boris. We're talking about Nando Martellone (Massimiliano Bruno), the comedian hired to start the comic line of the drama desired by Lopez and the network delegates to increase the audience.


Of course he's an untalented comedian who became famous because he invented a dirty catchphrase that he repeatedly exclaims in his sketches, all without content. Later, as the television series continues, his career will be jeopardized because Nando will be the protagonist of a scandal: he held a drug and alcohol party at his home in which a transsexual died because of a drug overdose and therefore he's investigated. The network wants him to die in drama because it wants to untie itself from his character who has become compromising, but he still manages to get away with it because he finds a quirk in the drama screenplay that allows him to stay in the cast and not lose his job.


Il Gioielliere (The Jeweler)


The third episode that we recommend is one of the funniest and has as its protagonist Corinna, the actress symbol of Boris because she tries to be good but she does always worse, managing further to ruin the drama that has already a poor quality.


In this episode Corinna cannot pronounce correctly the word “gioielliere” (jeweler) always ending up saying “gioieiere” (jeveveler). Meanwhile, Gli Occhi del Cuore (The eyes of the heart) organizes the press conference and to fill the room, are hired some “fake journalists” including Biascica, which asks Lopez about overtimes never paid by the network. At the end of the episode, Corinna manages to find a trick to not have to say “gioielliere” (jeweler) thus managing to close the scene after a thousand attempts.


Chi si salverà? (Who will save himself?)


This episode is particularly important because it introduces us to the character of Mariano Giusti, interpreted by Corrado Guzzanti. The actor plays the count, antagonist character in Gli Occhi del Cuore (The eyes of the heart). Unfortunately, the actor Mariano Giusti has enormous psychic disorders that lead him to have some fits of anger in which he destroys everything. In this episode he returns to the set changed because he had a meeting with Jesus on the Rome-L'Aquila highway, who announced his mission to him: to play Father-Frediani in the new drama produced by the network. This character with his crazy and introspective traits will animate several episodes of Boris.


Una giornata particolare (A particular day)


The last episode of Boris that we recommend you to watch, even if the list would be really long, is the one that introduces another key character: Glauco Benetti, played by Giorgio Tirabassi. He's a close friend of René and replaces him in some scenes of Gli Occhi del Cuore (The eyes of the heart). When he arrives he immediately revolutionizes the hierarchy of the set, entrusting Alessandro with the role of first assistant director and Arianna with a second level role. In addition, in the second season (in the episode No Logo) he will work to incorporate the hidden advertising in order to profit further without communicating it to the network.


He's the talented director who has chosen to work outside Italy, in fact he moved to South Africa and is dedicated to auteur productions, but sometimes he comes back and when he does it he has no qualms: he gives orders, tries to make money on everything and treats actors badly.

List of the news 2020

Boris 4 | The news about the developments of the fourth season of Boris

Last articles of blog

Last news

Merchandising | Buy DVD and gadgets about Boris

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) iPhone Tough Case (Smarmella! by Duperdu) Throw Pillow (Boris TV by swear) Comforter (Sto molto bene - Boris (white) by Warcry4) Classic Mug (A cazzo di cane - Boris by Madalpaca92) Laptop Sleeve (È stato... | Boris by ijijojajo) Mask (F4 BASITO | Serie Tv Italiana Boris by ChiaraKali)

WebmasterCookie policyPrivacy policy

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top