This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

News 2020

The more we watch Boris, the more we fall in love with Corrado Guzzanti

| HallofSeries.com

HallofSeries.com - Article - The more we watch Boris, the more we fall in love with Corrado Guzzanti - Page 01 HallofSeries.com - Article - The more we watch Boris, the more we fall in love with Corrado Guzzanti - Page 02 HallofSeries.com - Article - The more we watch Boris, the more we fall in love with Corrado Guzzanti - Page 03 HallofSeries.com - Article - The more we watch Boris, the more we fall in love with Corrado Guzzanti - Page 04

Plus icon Show all screenshots [10]

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

Più riguardiamo Boris, più ci innamoriamo di Corrado Guzzanti



Aspettavamo da tanto questo momento e quando a inizio è arrivato non ci volevamo credere. Netflix ci ha regalato una delle perle italiane meno considerate di sempre: Boris.


Chiaramente il rewatch è stato immediato e fulmineo, così in un batter d'occhio ci siamo rivisti tutte e tre le stagioni (e anche il film, per non farci mancare nulla). Ed è stato come la prima volta. Abbiamo provato le stesse identiche emozioni, ma soprattutto le medesime risate di sempre (qui per scoprire i momenti più geniali della serie). Di questo hanno merito tutti gli attori, nessuno escluso.


Oggi però vogliamo fare un grande applauso a Corrado Guzzanti, una delle figure più iconiche in Boris.



La famiglia Guzzanti non è estranea a lasciare il segno nel mondo dello spettacolo. Nella stessa Boris abbiamo anche Caterina Guzzanti nel ruolo di assistente alla regia, bravissima spalla comica del buon vecchio René Ferretti. Eppure, se con gli altri personaggi abbiamo un'esagerazione (ma pur sempre realistica) dei disagi dietro le quinte di un set televisivo italiano, con Corrado Guzzanti nel ruolo di Mariano Giusti si alza ancora di più l'asticella.

È arrivato il papa nero! Oggi non si gira! L'umanità ha finito di girare!

Mariano Giusti è follia allo stato puro. Un pazzo incontrollabile e così fuori dagli schemi che pur non volendo monopolizza l'intera seconda stagione. I creatori hanno dichiarato che per la scelta di questo personaggio hanno preso spunto da un avvenimento realmente accaduto, in un cui un attore non faceva altro che spaccare i camerini del set.


In Boris conosciamo Mariano Giusti all'improvviso, si mostra allo spettatore come un attore dal passato misterioso, che parla di fede e vuole a tutti i costi interpretare la figura di Padre Frediani. Ci viene successivamente svelato che fu proprio lui a impersonare il Conte e che in passato aveva incendiato svariati camerini, gettando nel caos l'intero staff.



Corrado Guzzanti riesce a interpretare la follia nella sua forma più genuina con una maestria incredibile. Ciò è possibile non solo perché il suo personaggio risulta essere ben scritto, così come tutti quelli della serie, ma perché Corrado è un attore camaleontico e un comico di professione.


Le scene in cui vediamo la manifestazione della sua follia sembrano le più naturali del mondo e soprattutto risultano quasi reali in Boris. Mariano Giusti è il terrore di ogni professionista, più di un'attrice raccomandata, del bullismo verso i più deboli o della frustrazione nel non poter fare cose di qualità (vero René?). Un terrore dato dall'imprevedibilità totale delle sue azioni, le quali potrebbero compromettere il lavoro di una giornata intera.

Mi sembra che l'unico fra noi due che sta facendo uno sforzo per evitare che io ti meni sono sempre io, la stessa persona che prima o poi ti menerà, ma lo capisci?



Un altro cavallo di battaglia in Boris è l'improvvisazione. Viene usata più volte dagli attori nell'arco delle tre stagioni. Corrado Guzzanti ci delizia con l'improvvisazione più articolata, lunga, ma soprattutto iconica dell'intero show. Ci troviamo nel suo camerino, e in compagnia di Mariano abbiamo il povero stagista Alessandro, bullizzato da tutti e sottopagato.


Mariano costringerà il ragazzo a pregare insieme a lui, mentre tenta di registrare un provino da consegnare a Lopez per il ruolo di Padre Frediani. In quei pochi minuti Corrado Guzzanti ci regala una delle interpretazioni migliori della serie. Non solo con le parole, ma anche con gli sguardi e i gesti.


In questa scena siamo di fronte a un piccolo capolavoro televisivo, e non ci vergogniamo di dirlo. Se non dovesse bastare questo per fare un applauso all'attore, abbiamo la ciliegina sulla torta. Padre Gabrielli, l'agente camorrista di Mariano Giusti, è interpretato anch'esso da Corrado Guzzanti.



Il consigliere spirituale di Mariano è quindi Mariano stesso. Simbolicamente espressione della sua stessa follia, una divisione psicologica che avrà il suo culmine con la morte di Padre Gabrielli. Sarà Mariano Giusti a ucciderlo con due colpi di pistola, adirato dalla sua incapacità nel fargli avere il ruolo di Padre Frediani ne Gli Occhi del Cuore. Un omicidio/suicidio, verrebbe da dire.


Corrado Guzzanti in Boris è l'unico attore che ci regala un'interpretazione così maestosa su larga scala, interpretando ben due personaggi strettamente connessi tra loro. La sua ironia è travolgente e a tratti anche inquietante (ricordate la scena della possessione?), in cui riesce a passare da una personalità a un'altra attraverso un bipolarismo disarmante.


Corrardo Guzzanti è questo e tanto altro, e in Boris, ancora dopo tanti anni, continua a farci ridere e a stupire. Per questo non possiamo far altro che metterci comodi, sorridere e fargli un grande applauso.

The more we watch Boris, the more we fall in love with Corrado Guzzanti



We have been waiting a long time for this moment and when in the first days of it arrived we didn't want to believe it. Netflix gave us one of the least considered Italian pearls ever: Boris.


Clearly the rewatch has been immediate and lightning fast, so in the blink of an eye we rewatched all three seasons (and even the movie, so that we don't miss anything). And it has been like the first time. We felt the same exact emotions, but above all the same laughs as always (here to discover the most brilliant moments of the series). All the actors have merit for this, none excluded.


But today we want to do a big round of applause to Corrado Guzzanti, one of the most iconic figures in Boris.



The Guzzanti family is not extraneous to leave the mark in show business. In Boris itself we have also Caterina Guzzanti in the role of first assistant director, very good comic right-hand man of the good old man René Ferretti. Yet, if with the other characters we have an exaggeration (but still realistic) some inconveniences behind the scenes of an Italian TV set, with Corrado Guzzanti in the role of Mariano Giusti the bar is raised even more.

The black Pope has arrived! Today we don't shoot! The humanity has finished shooting!

Mariano Giusti is the madness in its pure state. An uncontrollable madman and so out of the box that although he doesn't want he monopolizes the entire second season. The creators have declared that for the choice of this character they took a cue from an event that really happened, in which an actor did nothing but smash the dressing rooms of the set.


In Boris we suddenly know Mariano Giusti, shows himself to the viewer as an actor with a mysterious past, who speaks of faith and wants at all costs to interpret the figure of Father Frediani. We're later revealed that he just was the one who impersonated the Count and that in the past he had set fire to several dressing rooms, throwing the entire staff into chaos.



Corrado Guzzanti manages to interpret the madness in its most genuine form with incredible competence. This is possible not only because his character is well written, as well as all those in the series, but because Corrado is a chameleonic actor and a comedian by profession.


The scenes in which we see the manifestation of his madness seem the most natural in the world and above all they're almost real in Boris. Mariano Giusti is the terror of every professional, more than a recommended actress, bullying towards the weakest ones or the frustration of not being able to make quality things (is it true, René?). A terror given by the total unpredictability of his actions, which could compromise the work of a whole day.

It seems to me that the only one of us who is making an effort to prevent me from hurting you is always me, the same person who will sooner or later hurt you, but do you understand it?



Another strength in Boris is the improvisation. It's used several times by the actors over the three seasons. Corrado Guzzanti delights us with the most complex, long, but above all iconic improvisation of the entire show. We're in his dressing room, and in the company of Mariano we have the poor intern Alessandro, bullied by everyone and underpaid.


Mariano will force the boy to pray with him, while he tries to record an audition to give to Lopez for the role of Father Frediani. In those few minutes Corrado Guzzanti gives us one of the best interpretations of the series. Not only with words, but also with looks and gestures.


In this scene we're in front of a small television masterpiece, and we're not ashamed to say it. If this is not enough to give the actor a round of applause, we have the icing on the cake. Father Gabrielli, the Camorra agent of Mariano Giusti, is also interpreted by Corrado Guzzanti.



Mariano's spiritual advisor is therefore Mariano himself. Symbolically expression of his own madness, a psychological division that will culminate with the death of Father Gabrielli. Mariano Giusti will kill him with two pistol shots, angry at his inability to make him have the role of Father Frediani in Gli Occhi del Cuore (The eyes of the heart). A homicide/suicide, one would say.


Corrado Guzzanti in Boris is the only actor who gives us such a majestic performance on a large scale, playing two closely connected characters. His irony is overwhelming and sometimes even disturbing (do you remember the scene of the possession?), in which he manages to pass from one personality to another through a disarming bipolarity.


Corrardo Guzzanti is this and much more, and in Boris, still after so many years, continues to make us laugh and amaze. For this reason we can not help but get comfortable, smile and give him a big round of applause.

List of the news 2020

Last articles of blog

Last news

Merchandising | Buy DVD and gadgets about Boris

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) iPhone Tough Case (Smarmella! by Duperdu) Throw Pillow (Boris TV by swear) Comforter (Sto molto bene - Boris (white) by Warcry4) Classic Mug (A cazzo di cane - Boris by Madalpaca92) Laptop Sleeve (È stato... | Boris by ijijojajo) Mask (F4 BASITO | Serie Tv Italiana Boris by ChiaraKali)

WebmasterCookie policyPrivacy policy

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top