This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

  • Italy flag
  • United Kingdom flag

News 2020

Boris: the cult series returns on Netflix with the full three seasons

| GogoMagazine.it

GogoMagazine.it - Article - Boris: the cult series returns on Netflix with the full three seasons - Page 01 GogoMagazine.it - Article - Boris: the cult series returns on Netflix with the full three seasons - Page 02 GogoMagazine.it - Article - Boris: the cult series returns on Netflix with the full three seasons - Page 03 GogoMagazine.it - Article - Boris: the cult series returns on Netflix with the full three seasons - Page 04

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

Netflix

Boris: la serie cult torna su Netflix con le tre stagioni al completo

Published 3 mesi ago on

By Veronica Antonelli


Un ritorno inaspettato a dieci anni dall'ultimo episodio: dal Boris è tornata su Netflix. Che dire, siamo contenti.



Un ritorno a sorpresa su Netflix, per la gioia dei fan


L'annuncio è arrivato dai canali social della piattaforma, così, all'improvviso, in perfetto stile Boris. Dal , insieme alla consueta ricchissima offerta, è tornata su Netflix una serie cult degli anni . Boris, quattordici episodi per ogni stagione (in tutto tre), è andata in onda dal al su Fox e successivamente in chiaro su Cielo. Il successo l'ha fatta diventare un film, Boris - Il film appunto, uscito nelle sale nel . Ed ora eccola di nuovo, al completo, sulla piattaforma più frequentata di tutte.



L'annuncio su Twitter, alla Boris


Parafrasando una delle battute più famose della serie, ieri Netflix ha comunicato su Twitter il grande ritorno, accolto dalla felicità dei fan. Ed anche di alcuni attori, Carolina Crescentini e Paolo Calabresi fra tutti. Che insieme a Francesco Pannofino, Caterina Guzzanti, Ninni Bruschetta, Pietro Sermonti, hanno formato un cast affiatatissimo, diventando un tutt'uno con i loro personaggi, che, infatti, sono ancora ricordati. Boris torna disponibile un anno dopo la prematura scomparsa di Mattia Torre, sceneggiatore della serie insieme a Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo. Uno dei migliori narratori del nostro Paese (da leggere i suoi due In mezzo al mare), che ha saputo raccontare meglio di chiunque altro quello che lo circondava. E non è un caso che i suoi lavori siano così attuali anche se di dieci anni fa. Non è un caso che siano diventati un cult: una buona percentuale delle battute che sentite, soprattutto a sfondo politico (perché, indirettamente, tutto è politica) provengono da Boris, e quindi dalla penna di Mattia Torre.



La trama di Boris


È un piccolo capolavoro, che racconta in maniera spassosa una tragedia molto italiana: la sua infima programmazione televisiva. Descrive una realtà, ma parla di tutto il Paese. Le dinamiche della redazione sono raccontate attraverso tutti i luoghi comuni possibili: Boris cita in chiave grottesca, romana, un po' coatta, geni del cinema come Lynch e Kubrick (in questo, bisogna dirlo, ricorda Scola). C'è il regista, René Ferretti (Pannofino), disilluso e cinico, che gira prodotti «a cazzo di cane», come dice sempre lui. C'è Stanis (Sermonti), protagonista della fiction, attore mediocre che si atteggia a divo (sua la battuta sui toscani, che hanno rovinato questo Paese). Dall'altra parte c'è Corinna (Crescentini), arrivata a recitare solo perché amante del capo della rete televisiva, il Dottor Cane. E questi sono solo alcuni dei personaggi di Boris, un microcosmo che descrive le dinamiche, italianissime, che si verificano in tutti i settori, primo fra tutti la politica. Una serie da vedere e rivedere anche a dieci anni di distanza.

Netflix

Boris: the cult series returns on Netflix with the full three seasons

Published 3 months ago on

By Veronica Antonelli


An unexpected return ten years after the last episode: from Boris has returned to Netflix. What can we say, we're happy.



A surprise return on Netflix, for the delight of the fans


The announcement came from the social channels of the platform, so, suddenly, in perfect style Boris. From , together with the usual very rich offer, is back on Netflix a cult series of . Boris, fourteen episodes for each season (overall three), aired from to on Fox and then in clear on Cielo. The success made it into a movie, Boris - The movie in fact, released in theaters in . And now here it again, all complete, on the most popular platform of all.



The announcement on Twitter, Boris-style


Paraphrasing one of the most famous lines in the series, yesterday Netflix has communicated on Twitter the great return, welcomed by the happiness of the fans. And also of some actors, Carolina Crescentini and Paolo Calabresi among all. That together with Francesco Pannofino, Caterina Guzzanti, Ninni Bruschetta, Pietro Sermonti, have formed a very close cast, becoming all together with their characters, who, in fact, are still remembered. Boris returns available one year after the untimely death of Mattia Torre, screenwriter of the series together with Giacomo Ciarrapico and Luca Vendruscolo. One of the best storytellers in Italy (you've to read his two novels In mezzo al mare (In the middle of the sea)), who has been able to tell better than anyone else what surrounded him. And it's no coincidence that his works are so current even if they were released ten years ago. It's no coincidence that they've become a cult: a good percentage of the lines you hear, especially the politics ones (because, indirectly, everything is politics) come from Boris, and therefore from the pen of Mattia Torre.



The plot of Boris


It's a small masterpiece, which tells in a funny way a very Italian tragedy: its lowest television scheduling. It describes a reality, but it speaks of the whole Italy. The dynamics of the editorial staff are told through all possible commonplaces: Boris mentions in a grotesque, Roman, somewhat pleb key, geniuses of cinema as Lynch and Kubrick (in this, it must be said, it remembers Scola). There's the director, René Ferretti (Pannofino), disillusioned and cynical, which shoots products «to fucking dog», as he always says. There's Stanis (Sermonti), protagonist of the drama, mediocre actor who poses as a star (he has said the line about the Tuscans, who've ruined Italy). On the other side there is Corinna (Crescentini), who managed to get the role because she was the lover of the head of the television network, the President Cane. And these are just some of the characters of Boris, a microcosm which describes the dynamics, very Italian, which occur in all sectors, first of all politics. A series to watch and rewatch even ten years later.

List of the news 2020

Fun

Merchandising | Buy DVD and gadgets about Boris

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) Boris The movie (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris The movie - Elio e le storie tese Boris The movie - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

Webmaster: Salvatore Blanca

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top