Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Chiudendo questo banner e continuando la navigazione sul sito acconsenti all'uso dei cookie in accordo con la nostra policy. Per maggiori informazioni leggi qui.

Accetta
  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2019

Ultimo aggiornamento:

Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris

| Corriere della sera

Corriere della sera - Articolo - Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris - Pagina 01 Corriere della sera - Articolo - Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris - Pagina 02 Corriere della sera - Articolo - Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris - Pagina 03 Corriere della sera - Articolo - Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris - Pagina 04 Corriere della sera - Articolo - Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris - Pagina 05 Corriere della sera - Articolo - Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris - Pagina 06

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

La parola della settimana

Basito, sconcertato da morire reso un tormentone da Boris | Guarda

Si può basire dal freddo, dalla fame o per amore. Ma l'Accademia della Crusca ci ricorda che c'è da rimanere sbalorditi dal successo offerto dalla televisione moderna

di Paolo Fallai

C'è da rimanere attoniti di fronte all'evoluzione di certe parole, che col passare dei secoli affinano il loro ruolo nel linguaggio, abbandonandone alcuni aspetti e rendendosi indispensabili per altri. Per non parlare delle «folate» di moda create dai mezzi di comunicazione di massa, il cinema, la televisione, l'universo social sul web, quando «sposano» una parola consegnandola al linguaggio di tutti i giorni: è il caso di basito.



▶ Boris: quando gli sceneggiatori usano «basito» come tormentone



Un'origine incerta

Participio passato (con una seconda vita come aggettivo) di basire, un verbo intransitivo che deriva dal latino basīre, di probabile origine celtica, con una ipotesi che vedrebbe in questa una sorgente che significa morire, sebbene - sottolinea il Lessico etimologico italiano - «una radice bas- non sia provata». Così morire lascia presto il passo ad un rimanere sbalordito, allibire. Situazione che descrive una commozione che non esclude un malessere fisico ai limiti dello svenimento.


Un po' di più, un po' di meno

Quindi si può basire dal freddo, dalla fame, ma è molto frequente un basire per amore o a causa di una delusione. Il Nuovo dizionario dei sinonimi della lingua italiana, di Niccolò Tommaseo, fin dal , accosta questo verbo a languire, venire meno, collocandolo in una scala di intensità, con una precisione che merita di essere riportata: «Basire è più di languire: venir meno è più di basire».


Attonito «come un pulcin bagnato»

Il Grande Dizionario della lingua italiana sottolinea per basire il «sentirsi illanguidire; essere sul punto di venir meno; svenire; rimanere allibito (per forte debolezza, per improvvisa emozione, specie per paura)»; e specifica per basito il significato «attonito; che resta immobile e come impietrito (per lo stupore o la paura); svenuto, in deliquio». Sono riportati numerosi esempi d'autore, tra cui Alessandro Manzoni («Non vedete che costei è un pulcin bagnato che basisce per nulla? se vede armi è capace di morir davvero»); Giovanni Verga («Una ragazza che si basiva per un nulla, e v'imbrogliava la lingua e le mani»); Grazia Deledda («Ansava, e davvero pareva basisse d'amore»).


Per avere un tono più colto

Della moderna fortuna di questo verbo si è lungamente occupata l'Accademia della Crusca che in una riflessione del a cura di Stefania Iannizzotto, ci ricorda che «basire è sempre associato al verbo essere o rimanere, in una formula che si è ormai quasi cristallizzata: si è o si rimane basiti. Inizialmente questa espressione è stata usata forse per dare un tono più alto o formale al discorso in sostituzione di formule più colloquiali come rimanere di stucco, essere sconvolto ecc. Oggi risulta ormai ampiamente diffusa anche nel linguaggio comune, e lo dimostra una pur rapida ricerca nella rete. Lo troviamo, inoltre, in moltissimi articoli dei quotidiani nazionali e in riferimento a contesti di ogni genere. Qualche anno fa Vincenzo Cerami, ricordando la sua collaborazione a Il piccolo diavolo di Roberto Benigni, dichiarava: “di fronte alle sue folgorazioni, restavo basito e reagivo scoppiando a ridere” ()».


La fortuna televisiva

Nello stesso approfondimento dell'Accademia della Crusca si ricorda che l'aggettivo basito ha anche una piccola storia televisiva. Nella trasmissione L'ottavo nano (), condotta da Serena Dandini, Neri Marcorè interpretava il conte Swarovski, protagonista di un vecchio sceneggiato ambientato nella Russia di fine Ottocento, che durante la riproduzione della pellicola all'improvviso usciva dallo schermo per ritrovarsi nello studio televisivo: di fronte alle novità del mondo moderno il povero conte rimaneva basito. «Più di recente - ricorda l'Accademia della Crusca - in alcuni episodi della fortunata serie televisiva Boris (, , ), l'aggettivo basito ritorna con insistenza, tanto da diventare addirittura un “tormentone” ». Boris metteva in scena il dietro le quinte di un set sul quale si sta girando la fiction televisiva «Gli occhi del cuore 2». «Tra i protagonisti della serie - ricorda la Crusca - troviamo degli strampalati sceneggiatori che, per descrivere i sentimenti degli attori, indicati nelle didascalie del copione, hanno associato quattro tasti-funzione del computer ad altrettante espressioni; quella più utilizzata è F4 cioè basito: tutte le scene si chiudono sempre su personaggi che hanno immancabilmente un'espressione basita». Uno degli spezzoni più divertenti è visibile su YouTube.


E quella della parodia

Nell'estate siamo stati letteralmente travolti dal tormentone canoro «Despacito» del cantante portoricano Luis Fonsi che quell'anno ha raggiunto la vetta delle classifiche di vendita in mezzo mondo. Anche in Italia, ovviamente, dove non esiste successo che non susciti una garbata presa in giro. Molte sono facilmente rintracciabili sul web, tutte fanno ricorso per assonanza alla parola basito, giocando sull'accento e (poco) sul significato. In realtà Despacito non c'entrava niente, in spagnolo significa «lentamente». Quindi via di corsa a fare la parodia.



(modifica il | )

© Riproduzione riservata

The word of the week

Astonished, bewildered to die made a catchphrase by Boris | Watch

You can astonish because of cold, hunger or love. But the Accademia della Crusca (Academy of the Bran) reminds us that we must be amazed by the success offered by the modern television

by Paolo Fallai

We must be astonished by the evolution of certain words, which over the centuries have refined their role in language, abandoning certain aspects and making themselves essential for others. Not to mention the trendy «gusts» created by mass media, the cinema, the television, the social universe on the web, when «embrace» a word delivering it to everyday language: it's the case of basito (astonished).



▶ Boris: when the screenwriters use «basito» (astonished) as catchphrase



An uncertain origin

Past participle (with a second life as an adjective) of basire (feint), an intransitive verb that derives from the Latin basīre, of probable Celtic origin, with a hypothesis that would see in this a source that means to die, although - the Italian etymological Lexicon underlines - «a root bas- it's not proven». So to die soon leaves the step to a be stunned, be appalled. Situation that describes a commotion that doesn't exclude a physical malaise at the limits of fainting.


A little more, a little less

So you can astonish because of cold, of hunger, but it's very common to astonish because of love of because of a disappointment. The new dictionary of synonyms of the Italian language, by Niccolò Tommaseo, since , combines this verb to languish, to fail, placing it on a scale of intensity, with a precision that deserves to be reported: «Feint plus than to languish: to fail is more than to feint».


Astonished «without energy»

The Great Dictionary of the Italian language emphasizes for to feint the «to feel bloody; to be about to fail; faint; to remain stunned (for strong weakness, for sudden emotion, especially for fear)»; and specify for basito the meaning «astonished; that remains motionless and petrified (for amazement or fear); fainted, in swoon». There are numerous examples of authors, including Alessandro Manzoni («Don't you see that she's a wet pulcin that suffers for nothing? If she sees weapons she is capable of really dying»); Giovanni Verga («A girl who asthonished for nothing, and she cheated on her tongue and hands»); Grazia Deledda («He was panting, and indeed he seemed that feint for love»).


To have a more cultured tone

About modern fortune of this verb Accademia della Crusca (Academy of the Bran) has dealt with that in a consideration in edited by Stefania Iannizzotto, reminds us that «basire (to astonish) is always associated with the verb to be or to remain, in a formula that has almost become crystallized: one is or remains astonished. Initially this expression has been used perhaps to give a higher or formal tone to the speech in substitutions of more colloquial formulas such as being stunned, being upset etc. Today it's already widely diffused also in the common language, and it's proved by a rapid research in Internet. We find it, also, in many articles of national newspapers and in reference to contexts of all kinds. Few years ago Vincenzo Cerami, remembering his collaboration with Il piccolo diavolo (The Little Devil) by Roberto Benigni, declared: “in front of his flashes of inspiration, I was astonished and reacted bursting into laughter” ()».


The television luck

In the same in-depth analysis of the Accademia della Crusca (Academy of the Bran) is recalled that the adjective astonished has also a small television history. In the show L'ottavo nano (The eighth dwarf) (), presented by Serena Dandini, Neri Marcorè played the Count Swarovski, protagonist of an old script set in Russia in the late nineteenth century, that during the reproduction of the film suddenly came out of the screen to find himself in the television studio: in the face of the news of the modern world, the poor count remained astonished. «More recently - the Accademia della Crusca (Academy of the Bran) remembers - in some episodes of the successful television series Boris (, , ), the adjective astonished returns insistently, so much so that it became even a “catchphrase” ». Boris staged the behind the scenes of a set in which is shooting the tv drama «Gli occhi del cuore 2» (The eyes of the heart 2). «Among the protagonists of the series - the Crusca reminds - there are some weird scriptwriters who, to describe the feelings of the actors, indicated in the captions of the script, they have associated four keys-function of the computer to as many expressions; the most used one is F4 that is basito (astonished): all the scenes always close on characters that inevitably have an astonished expression». One of the clips more fun is avalaible on YouTube.


And the one of the parody

In Summer we have been literally overwhelmed by the singing earworm «Despacito» of the Puerto Rican singer Luis Fonsi which that year has reached the top of the sales rankings in half the world. Even in Italy, of course, where there isn't success that doesn't cause a nice teasing. Many are easily traceable on the web, all resort to the assonance to the word basito (astonished), playing on the accent and (a little) on the meaning. In reality Despacito had nothing to do with it, in Spanish it means «slowly». So run away to make the parody.



(edited on | )

© All rights reserved

Contatti

Per informazioni e suggerimenti inviate una e-mail a borisitaliaweb@gmail.com

Social

Ultime news

Meme casuali

S01E10

Poi se va in banca a versare il settimanale, poi se ritira lo scooter, se pagano le bollette, poi magno, dormo, me vedo 'a replica dell'allenamento de rifinitura su Roma Channel, che voi de più, è 'na sarvata oggi.
S02E05

Brbrbrbr buonasera! E sentite questa. Prrrr. Eheh fa ridere.

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione. | Webmaster: Salvatore Blanca