. .

  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2018

Ultimo aggiornamento:

Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano

| SnapItaly.it

SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 01 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 02 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 03 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 04 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 05 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 06 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 07 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 08 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 09 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 10 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 11 SnapItaly.it - Articolo - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano - Pagina 12

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

Cecilia Gaudenzi

Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano

«Quando parte vuol dire che sta per iniziare. Sentiamo la sigla della nostra serie tv preferita e non c'è nulla che tenga, si lascia tutto così com'è per correre sul divano. Scopriamo insieme alcune tra le più coinvolgenti sigle serie tv di casa nostra!»

“No io la televisione non la guardo” oppure “no, io le serie tv italiane non le guardo”. Sembra che se non dici queste frasi ultimamente non sei figo. Mi manda in bestia, ma che vuol dire? Ma perché non devi guardare la televisione? E perché non devi guardare le serie tv italiane? Ma poi non è vero mai, si sa che lo dite solo per fare gli alternativi di non si sa cosa. Poi fatemi capire, non vedete la tv ma vi consumate davanti a Netflix o allo streaming? Niente serie tv italiane per partito preso e poi giù di americanate? E allora cosa cambia perdincibacco! Io la televisione la guardo e ne vado fiera così come le serie tv nostrane. Almeno se devo criticare lo faccio con coscienza! Ma da criticare c'è poco quando si parla di certe chicche. Con tutto il rispetto per gli alternativi anti tv, di serie italiane da vedere e rivedere ne abbiamo un bel po' e ad annunciarle sigle che ci entrano in testa. Ci sono delle sigle serie tv fighissime che ci ritroviamo ad ascoltare anche quando non siamo davanti lo schermo.



Il momento in cui la sigla parte è un richiamo, tipo pifferaio magico, lasciamo tutto quello che stiamo facendo per correre sul divano. Da ieri a oggi lo stile è cambiato non c'è dubbio. Vi ricordate Ai Ai Ai di Un medico in famiglia? Questa sigla, cantata, prodotta e arrangiata dai Los Locos e durata ben 5 stagioni è stata un vero e proprio tormentone. E che dire della sigla di Carabinieri... Quel Tu-ru-ru...Tu-ru-ru...tururururuu (nella mia testa il ritmo c'è, giuro) è un attivatore di nostalgia assicurato. Ma veniamo a tempi più recenti e andiamo in ordine.



Boris


Apriamo il nostro best di sigle serie tv con Boris. La serie è un cult e per molti una Bibbia di citazioni. In onda dal al è diventata anche un film nel . La trama si svolge tutta sul dietro le quinte di un set tv dove stanno girando Gli occhi del cuore 2 una sorta di fiction barra telenovela che purtroppo per noi non esiste! Il cast è eccezionale, ci sono Francesco Pannofino, Alessandro Tiberi, Caterina Guzzanti (nella nostra Top 5 dei comici italiani), Carolina Crescentini, Pietro Sermonti, Paolo Calabresi, Eugenia Costantini e molti altri. La sigla di apertura e chiusura è di Elio e le Storie Tese e si chiama Gli Occhi Del Cuore. Giustamente non ci poteva essere gruppo migliore per la sigla di una serie come questa.



Gomorra - La serie


Al secondo posto, ma solo in riferimento cronologico, del nostro Best of di sigle serie tv italiane abbiamo Gomorra - La serie. WUUA e qui esce fuori il partenopeo che è in noi. La serie ha fatto la sua prima apparizione in tv nel , liberamente ispirata all'omonimo best seller di Roberto Saviano per la regia di Stefano Sollima, Francesca Comencini, Claudio Cupellini, Claudio Giovannesi e Marco D'Amore. 3 stagioni per 36 episodi. La trama... u ver fra' agg dicere la trama? La conoscete tutti lo so. Crimine e azione, droga e camorristi in una Napoli dove la malavita incontra la politica e il mondo degli affari. Poi c'è la cucina ovviamente perché “Mammà, tu avisse partecipa' a 'nu programma 'e cucina dint' 'a televisione!”. Di questa serie nominare solo la sigla è sacrilegio perché tutta la colonna sonora è un capolavoro. Curata principalmente dai Mokadelic, band post rock italiana specializzata nella composizione di colonne sonore per il cinema, la tv e il teatro, e da numerosi nomi del rap partenopeo. Doomed to Live dei Mokadelic a chiudere tutti gli episodi e Nuje vulimme 'na speranza di Ntò feat. Lucariello per i titoli di coda.



1992


Il nostro Best of di sigle serie tv continua con 1992. Al centro della trama la vicenda di Tangentopoli, lo scandalo degli anni Novanta in Italia al quale seguì Mani Pulite, ovvero una serie di inchieste giudiziarie che portarono alla luce l'incredibile giro di tangenti e frodi in cui erano coinvolti politica e imprenditoria italiana. Era la fine della Balena Bianca, la DC e della Prima Repubblica. L'idea della serie è di uno dei suoi protagonisti, Stefano Accorsi che insieme a Tea Falco, Miriam Leone, Alessandro Roja, Antonio Gerardi, Guido Caprino e Domenico Diele formano uno splendido cast. La serie è stato il caso tv del e in effetti non ha disatteso le aspettative, io me la sono a dir poco sciroppata. La sigla la si può ascoltare per ore e non stanca mai, a cura, così come tutta la colonna sonora, di Boosta pseudonimo di Davide Dileo, cofondatore e tastierista dei Subsonica.



È arrivata la felicità


Continuiamo con La mia felicità nel nostro Best of sigle serie tv. Il brano cantato da Sarah Jane Olog è la sigla di È arrivata la felicità. Due stagioni e 48 episodi di divertimento, amore, famiglia e passioni. I protagonisti sono belli e bravi e hanno pure lo stesso nome. Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria. Poi ci sono anche Alessandro Roja, Lunetta Savino, Federica De Cola, Giulia Bevilacqua e Ninetto Davoli. Ci voleva un po' di sentimentalismo eh. Cosa c'è di meglio di una commedia romantica tutta intrecci e colpi di scena ambientata a Roma! Il brano che mette subito di buon umore ha la voce di Sarah Jane Olog che ricorda a tratti un po' Malika Ayane. Sarah è figlia dei talent. Prima Amici di Maria De Filippi nel 2003 e poi The Voice of Italy nel nel team di Roby e Francesco Facchinetti.



Tutto può succedere


Di nome e di fatto perché in questa serie ne succedono davvero di tutti i colori. Adattamento italiano dell'americana Parenthood, a sua volta ispirata al film di Ron Howard Parenti, amici e tanti guai è in onda su Rai 1 dal , oggi alla terza stagione. Ancora Roma, intrecci e tanto affetto, quello genuino nostrano. Un cast pazzesco. Pietro Sermonti, Maya Sansa, Anna Caterina Morariu, Alessandro Tiberi, Licia Maglietta, Giorgio Colangeli, Camilla Filippi, Matilda De Angelis e Giuseppe Zeno (terza stagione). Ad intrecciarsi sono le vicende dei Ferraro, una numerosa famiglia molto unita e che fa della diversità dei suoi componenti il suo punto di forza. Genitori, figli, nonni, nipoti, amici e amici di amici. Un via vai di allegria. Tutto può succedere non poteva di certo mancare nel nostro best of di sigle serie tv, è il titolo del brano iniziale, scritto da Giuliano Sangiorgi e Paolo Buonvino ed eseguito dai Negramaro. Altro brano originale è quello di chiusura di ogni puntata, Pinzipo di Raphael Gualazzi. La colonna sonora di questa serie è ricchissima di hit nostrane, come Love Me dei Joe Victor. In ogni puntata poi si esibiscono al Ground Control, il locale di Carlo, uno dei protagonisti tanti artisti italiani. Da Calcutta (qui il report del live: Calcutta in concerto) a Wrongonyou, The Zen Circus, Motta e molti altri.



Suburra - La serie


Chiudiamo il nostro best of delle sigle serie tv con Suburra - La serie. Andata in onda lo scorso ottobre è già un cult. Prequel dell'omonimo film del , a sua volta ispirato al romanzo di Giancarlo De Cataldo e Giuseppe Capotondi. Roma e tre che questa volta fa da sfondo meno romantico perché le vicende che si consumano sono quelle di diversi personaggi, criminali, comuni e politici coinvolti in una serie di loschi giri di affari della capitale. Corre l'anno 2008 e i protagonisti sono il Samurai, burattinaio della malavita romana interpretato da Francesco Acquaroli; Aureliano Adami, la quale famiglia si dedica con dedizione al traffico e allo spaccio di droga, interpretato da un inquietantemente bravo Alessandro Borghi; Spadino, ragazzo di etnia sinti della famiglia Anacleti, si destreggiano tra spaccio e strozzinaggio, avversari degli Adami per il controllo delle attività criminali nella zona di Ostia; poi c'è Gabriele, interpretato da Eduardo Valdarnini, classico ragazzetto per bene che all'attività di studente alterna però quella di spaccio di cocaina... La sigla è una vera bomba. Si chiama 7 vizi capitale ed è firmata da Piotta feat. Il Muro del Canto. Il brano racconta la Roma di oggi, in particolare quella descritta nella serie, decadente ma sempre affascinante, tanto bella da perdonarle qualsiasi dispiacere. Distribuita in più di 190 a dimostrazione che la musica è il vero esperanto e arriva a tutti come ci ha detto lo stesso Piotta durante l'intervista doppia che gli abbiamo fatto insieme a Brusco (che trovate qui: Piotta e Brusco).


Cecilia Gaudenzi

Cecilia Gaudenzi

Tv series openings. The “Best of” of the call to the sofa

«When it starts it means that it's about to start. We hear the opening theme of our favorite TV series and there is nothing that holds, you leave everything as it is to run on the couch. Let's find out together some of the most engaging TV series openings of Italy!»

“No I don't watch the television” or “no, I don't watch the Italian tv series. It seems that if you don't say these phrases lately you're not cool. It makes me angry, but what does it mean? But why don't you have to watch the television? And why don't you have to watch the Italian TV series? But then it's never true, it's known that you say it only to make the alternatives of you don't know what. Then let me understand, you don't watch the TV but you consume yourself in front of Netflix or the streaming? No Italian tv series on principle and then do you watch the American ones? So what changes for God's sake! I watch television and I'm proud of it as well as the Italian TV series. At least if I have to criticize I do it with conscience! But there is little to criticize when it talks about certain goodies. With all the respect for the alternative anti-tv, we have a lot of Italian series to see and review and announce the openings that come into our heads. There are some very cool tv series openings that we find ourselves listening them even when we aren't in front of the screen.



The moment when the opening sequence starts is a signal, as Pied Piper, we leave everything we are doing to run on the couch. From yesterday until today the style has changed there's no doubt. Do you remember Ai Ai Ai from Un medico in famiglia (A Doctor in the Family - Original format: Médico de familia)? This opening theme, sung, produced and arranged by Los Locos and lasted 5 seasons has been a real earworm. And what about the opening theme of Carabinieri (Cops)... That Tu-ru-ru...Tu-ru-ru...tururururuu (in my head there's the rhythm, I swear) is an assured nostalgia activator. But let's come to more recent times and let's go in order.



Boris


Let's open our best of TV series openings with Boris. The series is a cult and for many a Bible of quotations. On air from to it has also become a movie in . The plot takes place entirely behind the scenes of a TV set where is shooting Gli occhi del cuore 2 (The eyes of the heart 2) a sort of drama slash soap that unfortunately for us doesn't exist! The cast is exceptional, there are Francesco Pannofino, Alessandro Tiberi, Caterina Guzzanti (in our Top 5 of the Italians comedians), Carolina Crescentini, Pietro Sermonti, Paolo Calabresi, Eugenia Costantini and many others. The opening and closing theme is by Elio e le Storie Tese and is called Gli Occhi Del Cuore (The eyes of the heart). Rightly there could not be a better band for the opening of a series as this one.



Gomorra - La serie (Gomorrah - The series)


In second place, but only in chronological order, of our Best of Italian TV series openings we have Gomorra - La serie (Gomorrah - The series). WUUA and here the Neapolitan who is in us comes out. The series has made its first appearance on TV in , loosely based on the eponymous best seller by Roberto Saviano with the direction of Stefano Sollima, Francesca Comencini, Claudio Cupellini, Claudio Giovannesi and Marco D'Amore. 3 seasons for 36 episodes. The plot... do I really have to tell you the plot? I think everyone knows it. Crime and action, drugs and camorristi in a Naples where the organized crime meets politics and the business world. Then there is the kitchen of course because “Mom, you should participate a TV cooking show!”. In this series naming only the opening theme is sacrilege because the whole soundtrack is a masterpiece. Mainly edited by Mokadelic, Italian post rock band specialized in the composition of soundtracks for the cinema, tv and theater, and by numerous names of the Neapolitan rap. Doomed to Live by Mokadelic to close all the episodes and Nuje vulimme 'na speranza (We want a hope) by Ntò feat. Lucariello for the credits.



1992


Our Best of of tv series openings continues with 1992. At the center of the plot there is the story of Tangentopoli, the scandal of the nineties in Italy to which it followed Mani Pulite (Clean hands), that is a series of judicial inquiries that brought to light the incredible system of bribes and frauds involving Italian politics and business. It was the end of the Balena Bianca (White Whale), of the DC (Christian democracy) and of the First Republic. The idea of the series is by one of its protagonists, Stefano Accorsi that together with Tea Falco, Miriam Leone, Alessandro Roja, Antonio Gerardi, Guido Caprino and Domenico Diele form a splendid cast. The series was the TV case of and in fact it has not disappointed the expectations, I have seen it. The opening theme can be listened for hours and it never tires, edited, as well as the whole soundtrack, by Boosta pseudonym of Davide Dileo, co-founder and keyboardist of Subsonica.



È arrivata la felicità (The happiness has arrived)


Let's continue with La mia felicità (My happiness) in our Best of Tv series openings. The song sung by Sarah Jane Olog is the opening of È arrivata la felicità (The happiness has arrived). Two seasons and 48 episodes of fun, love, family and passions. The protagonists are beatiful and good and also have the same name. Claudia Pandolfi and Claudio Santamaria. Then there are also Alessandro Roja, Lunetta Savino, Federica De Cola, Giulia Bevilacqua and Ninetto Davoli. A bit of sentimentalism was needed eh. What's better than a romantic comedy all storylines and twists set in Rome! The song that immediately puts in a good mood has the voice of Sarah Jane Olog that reminds at times a little Malika Ayane. Sarah is daughter of talent shows. First Amici di Maria De Filippi (Friends by Maria De Filippi) in 2003 and then The Voice of Italy in in the team of Roby and Francesco Facchinetti.



Tutto può succedere (Anything could happen)


In name and in fact because in this series everything happens. Italian adaptation of the American Parenthood, in turn inspired by the movie by Ron Howard Parenthood is on air on Rai 1 from , today at the third season. Still Rome, plots and a lot of affection, the genuine Italian one. A crazy cast. Pietro Sermonti, Maya Sansa, Anna Caterina Morariu, Alessandro Tiberi, Licia Maglietta, Giorgio Colangeli, Camilla Filippi, Matilda De Angelis and Giuseppe Zeno (third season). To intertwine are the events of the Ferraro, a large family very close and that makes the diversity of its components as its strong point. Parents, children, grandparents, grandchildren, friends and friends of friends. A happy coming and going. Tutto può succedere (Anything could happen) certainly could not miss in our best of of TV series openings, is the title of the opening song, written by Giuliano Sangiorgi and Paolo Buonvino and performed by Negramaro. Another original song is the closing one of each episode, Pinzipo by Raphael Gualazzi. The soundtrack of this series is very rich with Italian songs, as Love Me by Joe Victor. In every episode then many Italian artists perform at Ground Control, Carlo's pub, one of the protagonists. From Calcutta (here the live report: Calcutta in concert) to Wrongonyou, The Zen Circus, Motta e molti altri.



Suburra - La serie (Suburra: Blood on Rome)


We close our best of of Tv series openings with Suburra - La serie (Suburra: Blood on Rome). Aired last October is already a cult. Prequel of the eponymous movie of , in turn inspired by the novel by Giancarlo De Cataldo and Giuseppe Capotondi. Roma and three that this time is a less romantic background because the events that are consumed are those of different characters, criminals, municipalities and politicians involved in a series of shady business deals of Rome. It's the year 2008 and the protagonists are Samurai, puppeteer of the Roman underworld played by Francesco Acquaroli; Aureliano Adami, which family is dedicated with dedication to the traffic and drug dealing, played by a disturbingly good Alessandro Borghi; Spadino, boy of the Sinti ethnic group of the family Anacleti, they juggle between dealing and usury, opponents of the Adami for the control of criminal activities in the area of Ostia; then, there is Gabriele, interpreted by Eduardo Valdarnini, classic respectable boy that at the student activity alternates though the one of cocaine dealing.... The opening theme is a real bomb. It's called 7 vizi capitale (7 capital vices) and is signed by Piotta feat. Il Muro del Canto. The song tells the Rome of today, in particular the one described in the series, decadent but always fascinating, so beautiful to forgive it any displeasure. Distributed in more than 190 demonstrating that music is the real Esperanto and reaches everyone as the same Piotta has told us during the double interview that we have done to him together with Brusco (that you find here: Piotta and Brusco).


Cecilia Gaudenzi

Elenco delle news 2018

News 2018 - Ecco quali sono le 5 migliori fiction italiane del XXI secolo

30/12/2018 | Popcorn Tv

Ecco quali sono le 5 migliori fiction italiane del XXI secolo
News 2018 - Nuovo Cinema Italia - Promo

01/12/2018 | Facebook - Rai 5

Nuovo Cinema Italia - Promo
News 2018 - Rai5: Nuovo cinema Italia

30/11/2018 | Rai Ufficio Stampa

Rai5: Nuovo cinema Italia
News 2018 - 10 citazioni di Boris da usare se vuoi sembrare intelligente

29/11/2018 | Hall of Series

10 citazioni di Boris da usare se vuoi sembrare intelligente
News 2018 - Considerazioni non poco italiane su Boris (e Scrubs)

24/11/2018 | Birdmen

Considerazioni non poco italiane su Boris (e Scrubs)
News 2018 - #ComMovember - Le 10 barbe italiane più famose

21/11/2018 | DrCommodore

#ComMovember - Le 10 barbe italiane più famose
News 2018 - Cosa ci ha insegnato veramente il metafisico finale di Boris

17/11/2018 | Hall of Series

Cosa ci ha insegnato veramente il metafisico finale di Boris
News 2018 - A lezione di sceneggiatura con Giacomo Ciarrapico

05/11/2018 | Cronache Ancona

A lezione di sceneggiatura con Giacomo Ciarrapico
News 2018 - Boris Il Film nella rassegna Female Touch 2018

25/10/2018 | Blue Desk

Boris Il Film nella rassegna Female Touch 2018
News 2018 - Da Boris al Bologna, la parabola di Arturo Calabresi

22/10/2018 | Guarda la Tv

Da Boris al Bologna, la parabola di Arturo Calabresi
News 2018 - Arturo Calabresi, da Boris al primo gol in Serie A: ecco chi è l'uomo partita di Bologna-Torino

21/10/2018 | Calcio News 24

Arturo Calabresi, da Boris al primo gol in Serie A: ecco chi è l'uomo partita di Bologna-Torino
News 2018 - Primo gol in Serie A per Arturo Calabresi: da Boris al Bologna

21/10/2018 | Fox Sports

Primo gol in Serie A per Arturo Calabresi: da Boris al Bologna
News 2018 - L'urgenza di una Rai sul modello Boris

19/10/2018 | Il Foglio

L'urgenza di una Rai sul modello Boris
News 2018 - Tre serie TV finite o cancellate che invece vorremmo tornassero

08/10/2018 | Quotidiano.net

Tre serie TV finite o cancellate che invece vorremmo tornassero
News 2018 - Boris aveva ragione

04/10/2018 | Tikkun

Boris aveva ragione
News 2018 - 'Boris', un fenomeno ancora vivo: il cast al Wired Next Fest 18

30/09/2018 | Repubblica Tv

'Boris', un fenomeno ancora vivo: il cast al Wired Next Fest 18
News 2018 - Arturo Calabresi: da Boris all'esordio in Serie A con il Bologna

23/09/2018 | Calcio Fanpage

Arturo Calabresi: da Boris all'esordio in Serie A con il Bologna
News 2018 - Il cast di Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze

13/09/2018 | Facebook - Wired Italia

Il cast di Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze
News 2018 - I relatori del Wired Next Fest 2018 di Firenze

12/09/2018 | Wired

I relatori del Wired Next Fest 2018 di Firenze
News 2018 - 20 serie tv comiche da vedere assolutamente!

02/09/2018 | Filmpost

20 serie tv comiche da vedere assolutamente!
News 2018 - Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze

16/08/2018 | Facebook - Wired Italia

Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze
News 2018 - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano

15/08/2018 | Snap Italy

Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano
News 2018 - Boris: Tv Inception

20/07/2018 | CIMO

Boris: Tv Inception
News 2018 - Boris - Il film (2011)

04/07/2018 | Il Bollalmanacco di Cinema

Boris - Il film (2011)
News 2018 - Boris - Essere Stanis La Rochelle, ossia un genio

22/06/2018 | La settima arte

Boris - Essere Stanis La Rochelle, ossia un genio
News 2018 - Mattia Torre: da Boris a La Linea Verticale

18/06/2018 | FuoriSerieFest

Mattia Torre: da Boris a La Linea Verticale
News 2018 - Film Masterclass con Luca Vendruscolo

12/06/2018 | Facebook - SAE Institute Milano

Film Masterclass con Luca Vendruscolo
News 2018 - Boris: "Dopo 11 anni continuiamo a smarmellare"

27/05/2018 | Wired

Boris: "Dopo 11 anni continuiamo a smarmellare"
News 2018 - Da Paola Cortellesi alla reunion di «Boris»: ecco cosa seguire al Wired Next Fest 2018

18/05/2018 | Vanity Fair

Da Paola Cortellesi alla reunion di «Boris»: ecco cosa seguire al Wired Next Fest 2018
News 2018 - Aridatece Boris, il neorealismo e l'amarezza

18/05/2018 | Hall of Series

Aridatece Boris, il neorealismo e l'amarezza
News 2018 - Cosa seguire al Wired Next Fest 2018 se ti interessano il cinema e le serie tv

16/05/2018 | Wired

Cosa seguire al Wired Next Fest 2018 se ti interessano il cinema e le serie tv
News 2018 - Le dieci citazioni più iconiche di Boris

15/05/2018 | Hall of Series

Le dieci citazioni più iconiche di Boris
News 2018 - Boris al Wired Next Fest 2018 Milano

11/05/2018 | Facebook - Wired Italia

Boris al Wired Next Fest 2018 Milano
News 2018 - Boris: la fuoriserie italiana

10/05/2018 | La Testata

Boris: la fuoriserie italiana
News 2018 - Boris - Il film

08/05/2018 | Lumiére e i suoi fratelli

Boris - Il film
News 2018 - Perché ci scordiamo sempre di Boris?

06/05/2018 | Hall of Series

Perché ci scordiamo sempre di Boris?
News 2018 - Da Boris a La linea verticale: quando la serie italiana funziona e piace al pubblico

05/04/2018 | CiakClub

Da Boris a La linea verticale: quando la serie italiana funziona e piace al pubblico
News 2018 - Vintage weekend: Boris, la fuori serie italiana

30/03/2018 | Subtitles On Demand

Vintage weekend: Boris, la fuori serie italiana
News 2018 - 6 motivi validissimi per cui (ri)vogliamo Boris in tv, "dai, dai, dai!"

26/03/2018 | Elle

6 motivi validissimi per cui (ri)vogliamo Boris in tv, "dai, dai, dai!"
News 2018 - [CINESPADA] “Boris”: cronaca agrodolce di un Paese irriformabile

20/03/2018 | Radio Spada

[CINESPADA] “Boris”: cronaca agrodolce di un Paese irriformabile
News 2018 - 5 serie tv per fuggire dalle elezioni e dagli Oscar

05/03/2018 | Wired

5 serie tv per fuggire dalle elezioni e dagli Oscar
News 2018 - Boris: personaggi e attori della serie cult

02/03/2018 | MondoFox

Boris: personaggi e attori della serie cult
News 2018 - 10 serie tv italiane di qualità da recuperare

10/02/2018 | BadTv

10 serie tv italiane di qualità da recuperare
News 2018 - Boris - La televisione made in Italy

06/02/2018 | Diario di Rorschach

Boris - La televisione made in Italy
News 2018 - La Linea Verticale è la realizzazione del sogno di Boris

24/01/2018 | Hall of Series

La Linea Verticale è la realizzazione del sogno di Boris
News 2018 - Boris - Pomodoro coi pachino o i San Marzano?

23/01/2018 | La settima arte

Boris - Pomodoro coi pachino o i San Marzano?
News 2018 - Boris e la TV italiana di qualità

23/01/2018 | Mangiatori di Cervello

Boris e la TV italiana di qualità
News 2018 - Ora, Più che Mai, Abbiamo Bisogno di "Boris"!

15/01/2018 | GiocoMagazzino! La Lega del Ludo

Ora, Più che Mai, Abbiamo Bisogno di "Boris"!

Merchandising casuale

Ultime news

News 2019 - Il cast di Boris all'Asperger Film Festival 2019

11/11/2019 | Facebook - Asfilmfestival

Il cast di Boris all'Asperger Film Festival 2019
News 2019 - Omaggio a Boris. Quando la meta-TV supera la TV

25/10/2019 | MentiSommerse.it

Omaggio a Boris. Quando la meta-TV supera la TV

Meme casuali

S01E07

Ma, è buono! Beh, non è per niente amaro.
S03E06

- Quello stronzo di Lorenzo, in mia assenza, ha fatto una fotografia bellissima. | - Quello è una testa di cazzo, te l'ho sempre detto. | - Che poi io gliela darei pure una possibilità, però non mi sembra giusto dargliela gratis.

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione. | Webmaster: Salvatore Blanca

Top