. .

  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2018

Ultimo aggiornamento:

Boris: personaggi e attori della serie cult

| MondoFox.it

MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 01 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 02 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 03 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 04 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 05 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 06 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 07 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 08 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 09 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 10 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 11 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 12 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 13 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 14 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 15 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 16 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 17 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 18 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 19 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 20 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 21 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 22 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 23 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 24 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 25 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 26 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 27 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 28 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 29 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 30 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 31 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 32 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 33 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 34 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 35 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 36 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 37 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 38 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 39 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 40 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 41 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 42 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 43 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 44 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 45 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 46 MondoFox.it - Articolo - Boris: personaggi e attori della serie cult - Pagina 47

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

Tv News Fox comedy Boris

Boris: personaggi e attori della serie cult


di Claudio Rugiero - 3 mesi fa


Una delle serie italiane più amate indimenticabili di sempre, Boris ci ha fatto conoscere il mondo del set televisivo con tutti i suoi irresistibili personaggi. Dallo stagista al regista, il team de Gli occhi del cuore ha lasciato il segno.



Prodotta dal al e trasmessa in prima TV su Fox e Fx, Boris rimane una delle serie italiane più indimenticabili di sempre.


Il mondo del set televisivo è un ambiente dove si alternano figure di alta responsabilità e umili "schiavi". Il team della fiction Gli occhi del cuore, interpretata dal vanitoso Stanis La Rochelle e dalla mediocre Corinna Negri, non fa certo eccezione alla regola. Tuttavia, la troupe non manca di mostrarsi affiatata, soprattutto quando i rischi del mestiere sembrano investire tutti i suoi singoli membri.


La serie che sbeffeggia la fiction italiana ha contribuito a ridefinire il nostro linguaggio comune raggiungendo l'apice della comicità con non pochi momenti storici (ve ne possiamo elencare almeno dieci) e il suo successo si deve anche a questo.


Ma chi sono i volti di Boris? Scopriamoli un po' alla volta.



Alessandro (lo stagista) - Alessandro Tiberi


Tutto comincia il giorno in cui Alessandro (interpretato da Alessandro Tiberi), un giovane pieno di speranze e con il sogno di fare il regista, si ritrova sul set de Gli occhi del cuore.


La realtà del piccolo schermo è però diversa dalle aspettative del nostro protagonista: fin dal primo giorno, il nuovo stagista verrà infatti addidato come lo "schiavo" del set e proprio a lui toccheranno i compiti più umili. L'impegno sul set sarà inoltre motivo di screzio con la sua ragazza, Elena.


Tuttavia, il suo stage non sarà privo di qualche momento positivo, come quello in cui si cimenterà in veste d'attore (sebbene la recitazione non sia esattamente il suo forte).


In più, questo "ragazzo della porta accanto" è destinato a fare strage di cuori sul set: da una parte, si sentirà attratto da Arianna che però non sembra interessata ad intrecciare relazioni sentimentali sul luogo di lavoro; dall'altra, sarà oggetto del desiderio della vulcanica Karin che non si arrenderà facilmente di fronte alle resistenze dello stagista.



Arianna (l'assistente alla regia) - Caterina Guzzanti


L'instancabile e irreprensibile assistente alla regia Arianna Dell'Arti è interpretata da Caterina Guzzanti. Nessuno più di lei mantiene l'ordine sul set ed è proprio Arianna quella che più di tutti si impegna per la riuscita de Gli occhi del cuore.


Vera anima del team, Arianna è in grado di sopportare anche i personaggi più appariscenti e meno disciplinati e perfino di cavarsela da sola in assenza del regista.


Dotata di forte senso di autocontrollo, Arianna riesce a dominare fino all'ultimo (escluso un piccolo momento di debolezza) i suoi sentimenti per Alessandro, determinata com'è a non intrecciare rapporti sentimentali sul set, e il breve flirt dello stagista con Karin.


Pur autoritaria ed eccessivamente ligia al dovere, è un'ottima ascoltatrice ed è all'assistente alla regia che tutti i membri del cast artistico si rivolgono per affrontare le proprie insicurezze.


In ogni puntata di Boris è sempre lei quella che alla fine riesce a risolvere i conflitti, sia professionali che personali.



René (il regista) - Francesco Pannofino


La vera anima artistica de Gli occhi del cuore è lui, René Ferretti, interpretato dall'attore e doppiatore Francesco Pannofino. L'appassionato ma talvolta irascibile regista sopporta qualsiasi cosa: dai capricci delle star alle pressioni dei responsabili di rete, senza dimenticare gli immancabili problemi personali che rischiano di distrarlo da questioni professionali (talvolta perfino intestinali!).


René ha da tempo abbandonato le proprie velleità artistiche per lavorare in un team dove sono tutti protetti da qualche pezzo grosso accontentandosi di girare - come dice lui - "a c*** di cane". Tuttavia, parallelamente al set de Gli occhi del cuore, riesce a girare il cortometraggio a tema ecologico La formica rossa, il suo piccolo fiore all'occhiello.


Dispensatore di sano buon umore, incoraggia la troupe con il suo immancabile "Dai, dai, dai" e non si separa mai dal suo pesciolino rosso Boris, la mascotte del gruppo.


Sa essere paziente, perfino con chi non sopporta, sebbene a volte si lasci andare a comportamenti non proprio ortodossi, come quando viene alle mani con Cristina. Ma la sua dote più importante consiste nel saper accettare i risultati ottenuti, spesso tutt'altro che qualitativamente buoni. Una delle sue perle è infatti: "Basito lui, basita lei, luce smarmellata e daje tutti che abbiamo fatto".


Il suo incubo più grande? Machiavelli! Ovvero il progetto di una fiction in fieri da anni che i responsabili di rete solitamente usano come scusa per liberarsi di quei registi che non soddisfano le loro aspettative.



Corinna (la star) - Carolina Crescentini


Un volto assolutamente televisivo quello di Corinna Negri, la star indiscussa de Gli occhi del cuore. La nuova Monica Bellucci (o per lo meno lei ne è convinta) interpreta il personaggio di Giulia, la protagonista femminile. Peccato che non sia altrettanto valida come interprete. Corinna è infatti la quintessenza del successo immeritato, avendo ottenuto questo lavoro soltanto grazie alle sue doti amatorie sperimentate con il Dottor Cane, il capo della rete televisiva.


In più, è capricciosa, primadonna ed insopportabilmente cocciuta. Per questo è la disperazione del regista René Ferretti, il quale non manca di lasciarsi scappare il tormentone "cagna maledetta!" di fronte ad ogni singola performance dell'attrice.


Uno degli episodi più memorabili la vede alle prese con la pronuncia di una (per lei) difficile battuta: "è stato il gioielliere" che a lei esce come un "è stato il gioieiere".


Nella seconda stagione di Boris Corinna lascerà la fiction per interpretare un biopic su Madre Teresa di Calcutta e verrà rimpiazzata dalla nuova (e raccomandatissima) Cristina Avola Burkstaller con somma gioia di René.



Stanis (il divo) - Pietro Sermonti


Fascinoso (o almeno assolutamente convinto di esserlo) e spesso plateale, Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti) è il divo de Gli occhi del cuore, dove interpreta Giorgio, ruolo che ricopre per tutte e tre le stagioni.


Stanis è molto pieno di sé e non fa che sottolineare i suoi sforzi e le - secondo lui - eccellenti performance (non per niente si è scelto un nome d'arte che omaggia il metodo Stanislavskij). In realtà è soltanto un attore scadente inutilmente vanaglorioso, un vero Gastone Paperone insomma.


Odia tutto ciò che è "troppo italiano" ribadendo invece il suo metodo anglosassone (una sua perla: "non riesco a vedere i film italiani perché sono troppo italiani"). La sua opinione è (secondo lui) importantissima sulla riuscita di qualsiasi scena.


Sul set si vanta inoltre delle sue sedicenti avventure di playboy, peraltro anch'esse di (sempre secondo lui) chiara ispirazione anglosassone ("l'ho avvolta con un bacio molto poco italiano") costringendo Alessandro a scommettere sulle sue prossime conquiste. Finirà inoltre per mettersi fastidiosamente in mezzo tra il giovane stagista e Arianna.


La sua principale abilità consiste nel risultare credibile come attore che vuole risultare credibile, perfino quando lui stesso non sa cosa sta facendo. In realtà vive in un mondo completamente suo dove tutto, incluso il suo breve flirt con Arianna, è partito unicamente dalla sua testa.



Cristina (la nuova star) - Eugenia Costantini


Entrata nella seconda stagione per sostituire Corinna, ormai lontana per girare la fiction su Madre Teresa, Cristina Avola Burkstaller (Eugenia Costantini) è figlia di un importante e influente industriale.


L'arrivo della nuova star, chiamata ad interpretare la new entry Sofia, cugina di Giulia, è accolto con entusiasmo da uno speranzoso René, finalmente libero dalle pessime prestazioni di Corinna. Peccato che Cristina sia un soggetto tutt'altro che facile: irresponsabile, viziata e svogliatissima. Fin dal primo giorno non fa altro che creare problemi alla troupe con le sue continue assenze.


In più, non essendo affatto un'attrice né particolarmente intenzionata a diventarlo, rinuncia completamente a prendersi sul serio limitandosi a lamentarsi delle effettivamente pessime sceneggiature della fiction. Un vero incubo, insomma.


In seguito ad uno screzio avuto con René, deciderà però di maturare o per lo meno di provarci.



Karin (le cosce) - Karin Proia


Irresistibile e carica di sensualità (nel senso che pensa che tutto giri intorno al sesso), Karin è la bellona di turno che entra nella seconda stagione di Boris come comprimaria de Gli occhi del cuore nel ruolo del commissario Sandra Gusberti. Quest'ultimo personaggio è stato aggiunto per creare momenti sexy nella storia della fiction in modo da aumentarne l'audience.


Bellissima e sicura di sé, Karin non passa certo inosservata. Peccato che quando apra la bocca per parlare produca soltanto parole al vetriolo. E guai a chiederle di improvvisare su una battuta appositamente omessa dagli sceneggiatori ("è stato..."), la sua scelta potrebbe essere tutt'altro che appropriata ("stoc****!").


Il carattere esuberante dell'attrice porterà scompiglio all'interno della troupe e ne combinerà di tutti i colori: dal minare la fiducia di Stanis al minacciare una rappresaglia nei confronti di René fino a sottoporre Alessandro ad un corteggiamento aggressivo che non ammette repliche. Insomma, una vera tigre. Tuttavia, rivelerà il suo lato umano quando incoraggerà Alessandro a non smettere di inseguire il suo sogno.


Alla fine della seconda stagione il personaggio della Gusberti uscirà di scena, ma l'attrice tornerà comunque nella terza stagione di Boris.



Itala (la segretaria di edizione) - Roberta Fiorentini


Uno dei personaggi più stravaganti e ricco di sfumature della serie è quello della segretaria di edizione Itala, interpretata da Roberta Fiorentini.


Spalla di René, spesso intenta a mangiare (e bere), talvolta si lascia andare a commenti assurdi e assolutamente fuori luogo. Quello di Itala è un personaggio difficile da cogliere e non privo di mistero, a cominciare dalla sua irascibilità spesso espressa con reazioni imprevedibili e inspiegabili.


Pur spesso in secondo piano, Itala difende strenuamente la sua posizione lavorativa. Un esempio? Quando sul set gira voce di un possibile taglio di personale, la segretaria di edizione de Gli occhi del cuore riesce ad evitare il proprio licenziamento cercando la protezione di un potente, tale Romanelli. Indimenticabile la sua espressione trionfante nel comunicare a Sergio la sua intoccabilità con tanto di esclamazione finale: "me sento stoc****!".


Un consiglio: se vi dovesse offrire del cibo, non accettatelo. Potreste passare il resto della giornata chiusi in bagno come succede a René.



Duccio (il direttore della fotografia) - Ninni Bruschetta


Duccio Patané (Ninni Bruschetta) è tutt'altro che il classico direttore della fotografia attivo e vitale.


Non per pigrizia (o almeno così sostiene lui) come a prima vista potrebbe sembrare, sebbene passi gran parte del suo tempo ad oziare, ma per spirito di progetto: Duccio è infatti convinto che una fotografia troppo sofisticata non giovi ad una fiction "per il pubblico" come Gli occhi del cuore.


Il suo motto è: "la fotografia non deve essere più bella di quella della pubblicità, sennò la gente cambia canale!".


Quindi qual è il suo ruolo sul set de Gli occhi del cuore? In genere eseguire il semplice compitino al comando di René "Smarmella!" (o altrimenti "Apri tutto!"). Il che non può che fare piacere all'approssimativo e disilluso d.o.p. del set, cocainomane e sinceramente poco interessato alle brillanti idee del regista.



Biascica (il capo elettricista) - Paolo Calabresi


Augusto Biascica detto semplicemente Biascica (interpretato da Paolo Calabresi) è un "asshole" matricolato (non per niente ce l'ha scritto sul suo inseparabile berretto di lana).


Gran tifoso della Roma (se vi dovesse chiedere per quale squadra tifate, occhio a non sbagliare risposta!), il suo cognome non è affatto un caso, vista la sua tendenza a mangiarsi le parole. Biascica rappresenta infatti il classico tecnico del set rozzo e incapace di esprimersi come un essere umano.


Arrogante, scontroso e gran bestemmiatore, il capo elettricista de Gli occhi del cuore è uno schiavista dichiarato che non perde occasione di sfruttare il povero Lorenzo. Perché di fronte a Biascica "nun ve credete d'esse chissà che".


Nella seconda stagione scoprirà di avere problemi psicosomatici e per questo si rivolgerà ad una psicanalista, alla quale ammetterà la sua necessità di uno "schiavo" proprio quando Lorenzo sarà temporaneamente impegnato a sostituire uno degli operatori. L'assenza di uno schiavo accentuerà ancora di più il malumore del capo elettricista.



Lorenzo (lo stagista schiavo) - Carlo Luca De Ruggieri


L'occhialuto, timido e riservato Lorenzo (Carlo Luca De Ruggieri) è lo stagista di fotografia de Gli occhi del cuore, arrivato sul set solo qualche mese prima di Alessandro.



Perennemente sfruttato da Biascica, è ingiustamente preso di mira da chiunque sul set (non per niente da tutti ribattezzato "me***"). Eppure non perde mai il suo entusiasmo, forse più che altro per ingenuità, visto che continua a credere alle false proposte di Sergio, intenzionato unicamente a sfruttarlo (ancora di più).



Il suo impegno non è però benvisto dagli altri tecnici presenti sul set che lo additano come "cattivo esempio". Un eccesso di zelo che il povero stagista pagherà con il prezzo di un'aggressione fisica da parte degli altri membri della troupe.



Tuttavia, a partire dalla seconda stagione, si prenderà anche la sua piccola rivincita liberandosi dalla schiavitù di Biascica e diventando in seguito operatore di ripresa grazie alla protezione di uno zio senatore.



Sergio (il delegato di produzione) - Alberto Di Stasio


Attento e sempre oculato, in qualità di delegato di produzione, Sergio ha il compito di controllare il corso dei lavori sul set de Gli occhi del cuore, ivi attenersi al budget prefissato. Più che altro usa il problema dei costi eccessivi come scusa per stabilire la propria supremazia sul set e chiunque si metta contro di lui rischia il licenziamento.


Apparentemente può sembrare una persona cordiale e ragionevole, in realtà è un individuo viscido e spregevole. Al suo secondo giorno di lavoro, fa firmare ad Alessandro una dichiarazione di esonero di responsabilità, una lettera di dimissioni non datata e una serie di assegni, il tutto per ribadire il ruolo di schiavo del giovane stagista.


L'astuzia del delegato di produzione è tale da far sì che Lorenzo si abbassi da solo il proprio stipendio, incantato dalle false promesse del diavolo tentatore.



Gloria (la truccatrice) - Ilaria Stivali


Gloria, la truccatrice di cui finirà per innamorarsi il burbero Biascica, tiene molto al suo lavoro.


Peccato che si tratti di un sentimento tutt'altro che corrisposto. Nella seconda stagione di Boris infatti, di fronte alla possibilità di operare tagli sul personale per contenere i costi de Gli occhi del cuore, sarà lei la persona a cui i produttori decideranno di rinunciare. Motivo della scelta? Sul set è praticamente l'unica senza una valida raccomandazione. La sua reazione comprensibilmente non sarà delle migliori e la truccatrice si preparerà a lasciare il posto di lavoro tutt'altro che serenamente.


Tuttavia, in René troverà una spalla su cui piangere e un aiuto a procacciarsi l'unica cosa che le manca per restare nell'ambiente.



Lopez (il delegato di rete) - Antonio Catania


Antonio Catania interpreta il delegato di rete Lopez, sempre molto attento a trovare il giusto compromesso tra le veilletà artistiche del team (meno attento invece alle esigenze economiche) e i gusti del pubblico.


Solitamente spetta a lui annunciare alla troupe le decisioni del Dottor Cane e spesso è la voce della dura realtà come, ad esempio, quando ricorda a René che Corinna è il motivo per cui il pubblico a casa segue Gli occhi del cuore.


Si presenta a prima vista come una persona distinta e dalla faccia pulita. In realtà, ha dei trascorsi poco chiari: pare infatti che sia stato precedentemente coinvolto in un'indagine giudiziaria.



Gli sceneggiatori - Valerio Aprea, Massimo De Lorenzo e Andrea Sartoretti


Ma che ne sapete voi di cosa vuol dire sceneggiare una fiction, passare intere ore di lavoro a ragionare sulla struttura in tre atti e a creare situazioni d'effetto? Beh, se è per questo non lo sanno neppure loro, gli sceneggiatori de Gli occhi del cuore, spesso latitanti per sfuggire alle rabbiose reazioni di René.


I tre sfaccendati passano gran parte del loro tempo reclusi in casa e dediti al cazzeggio più spensierato. Quando non copiano da chissà quale film coreano, escogitano situazioni narrative che vanno ben oltre il limite del nonsense.


In più, hanno un vocabolario davvero limitato. In compenso le loro didascalie, tutt'altro che esaustive, lasciano sicuramente ampio spazio all'improvvisazione (di attori scadenti).


La pigrizia e la scarsa serietà del trio è tale che il più ingegnoso del gruppo ha perfino configurato la tastiera del PC in modo tale che premendo "F4" nel testo compare automaticamente il termine "basito" mentre "F5" corrisponde a "preoccupata", giusto per risparmiare tempo e fatica.


Poco importa se sul set poi nessuno capisce le loro sceneggiature, i tre si sono intanto già congratulati tra loro chiusi nel salotto di casa gridando al "genio puro!". Questa è la cosa più importante!



Che ne pensate dei personaggi di Boris? Chi è il vostro preferito?

Tv News Fox comedy Boris

Boris: characters and actors of the cult tv series


by Claudio Rugiero - 3 months ago


One of the most beloved Italian series unforgettable of all time, Boris has introduced us to the world of the television set with all its irresistible characters. From the intern to the director, the team of The eyes of the heart has left its mark.



Produced from to and premiere aired on Fox and Fx, Boris remains one of the most unforgettable Italian series ever.


The world of the television set is an environment in which alternate figures of high responsibility and humble "slaves". The team of the drama The eyes of the heart, interpreted by the vain Stanis La Rochelle and by the mediocre Corinna Negri, it's certainly no exception to the rule. However, the crew does not fail to show close-knit, especially when the risks of the job seem to invest all of its individual members.


The series that mocks the Italian drama has helped to redefine Italian common language reaching the peak of comedy with not a few historical moments (we can at least list ten) and its success is also due to this.


But who are the faces of Boris? Let's find out a little bit at a time.



Alessandro (the intern) - Alessandro Tiberi


Everything begins the day when Alessandro (played by Alessandro Tiberi), a young man full of hopes and with the dream of being a director, arrives on the set of The eyes of the heart.


The reality of the television is however different from the expectations of our protagonist: since the first day, the new intern will be indeed claimed as the "slave" of the set and just to him will be assigned the most humble tasks. The commitment on the set will also be a cause for tiff with his girlfriend, Elena.


However, his internship will not be without some positive moment, like the one in which he will compete as an actor (although acting is not exactly his forte).


Furthermore, this "boy next door" is destined to make a massacre of hearts on the set: on the one hand, he will feel attracted by Arianna who however doesn't seem interested in weaving romantic relationships in the workplace; on the other hand, he will be the object of the desire of the volcanic Karin who will not give up easily in front of the resistance of the intern.



Arianna (the first assistant director) - Caterina Guzzanti


The tireless and irreprehensible first assistant director Arianna Dell'Arti is played by Caterina Guzzanti. No one more than her keeps the order on the set and it's just Arianna the one that most of all is committed to the success of The eyes of the heart.


Real core of the team, Arianna is able to withstand even the most striking and less disciplined characters and even to manage alone in case the director is absent.


Provided with a strong sense of self-control, Arianna manages to dominate until the last (excluded a small moment of weakness) hers feelings for Alessandro, determined how she is to not to weave romantic relationships on the set, and the short flirt of the intern with Karin.


Although authoritarian and excessively faithful to the duty, she is an excellent listener and all the members of the artistic cast speak to the assistant director to face their own insecurities.


In every episode of Boris she is always the one who finally manages to resolve conflicts, both professional and personal.



René (the director) - Francesco Pannofino


He is the real artistic soul of The Eyes of the heart, René Ferretti, played by the actor and dubber Francesco Pannofino. The passionate but sometimes irascible director bears anything: from the whims of the stars to the pressures of the network managers, without forgetting the inevitable personal problems that risk distracting him from professional matters (sometimes even intestinal!).


René has long since abandoned his artistic ambitions to work in a team where all are protected by some powerful personality being content to shoot - as he says - "to fuck*** dog". However, simultaneously to the set of The eyes of the heart, manages to shoot the ecological theme short film La formica rossa (The red ant), his little showpiece.


Dispenser of healthy good mood, encourages the troupe with his inevitable "Come on, come on, come on" and he never separates from his little goldfish Boris, the mascot of the group.


He can be patient, even with those who he can not stand, although sometimes he lets himself go to not really orthodox behaviors, like when he come to blows with Cristina. But his most important skill consists in knowing how to accept the results obtained, often anything but qualitatively good. One of his pearls is in fact: "He's astonished, she's astonished, the light is all opened and come on everybody that we shoot it".


His biggest nightmare? Machiavelli! That is the project of a drama in progress for years that the network managers usually use as an excuse to send away those directors who don't meet their expectations.



Corinna (the star) - Carolina Crescentini


An absolutely televisive face the one of Corinna Negri, the star undisputed of The eyes of the heart. The new Monica Bellucci (or at least she's convinced about it) plays the character of Giulia, the female protagonist. Too bad that she's not as valid as actress. Corinna is in fact the quintessence of the undeserved success, having obtained this job only thanks to hers amorous talents experimented with the President Cane, the head of the television network.


In addition, she is capricious, diva and unbearably stubborn. For this is the desperation of the director René Ferretti, which does not fail to say the catchphrase "damned bitch!" in front of every single performance of the actress.


In one of the most memorable episodes she struggles with the pronunciation of one (for her) hard line: "It has been the jeweler" that she says as "It has been the jeveler".


In the second season of Boris Corinna will quit the drama to play a biopic about Mother Teresa of Calcutta and she will be replaced by the new (and highly recommended) Cristina Avola Burkstaller with the greatest joy of René.



Stanis (the star) - Pietro Sermonti


Fascinating (or at least absolutely convinced to be it) and often blatant, Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti) is the star of The eyes of the heart, in which he plays Giorgio, role that covers for all three seasons.


Stanis is very full of himself and he does nothing but to highlight his efforts and the - according to him - excellent performances (not for nothing he has chosen a stage name that pays homage to the Stanislavskij's method). In reality he's only a lousy actor uselessly vain-affluent, a real Gladstone Gander in short.


He hates everything that is "too Italian" reiterating instead his Anglo-Saxon method (an his pearl: "I can not watch Italian movies because they are too Italian"). His opinion is (according to him) very important for the success of any scene.


On the set he also boasts of his so-called playboy adventures, however even them of (always according to him) clear Anglo-Saxon inspiration ("I wrapped her with a very little Italian kiss") forcing Alessandro to bet on his future conquests. He will also end up to get annoyingly between the young intern and Arianna.


His main skill is to be credible as an actor who wants to be credible, even when himself doesn't know what he's doing. In reality he lives in a completely his world where everything, including his brief flirtation with Arianna, is started only from his head.



Cristina (the new star) - Eugenia Costantini


Joined the second season to replace Corinna, now far away to shoot the drama about Mother Teresa, Cristina Avola Burkstaller (Eugenia Costantini) is the daughter of an important and influential industrialist.


The arrival of the new star, called to play the new entry Sofia, cousin of Giulia, is greeted with enthusiasm by a hopeful René, finally free from the bad performances of Corinna. Too bad that Cristina is a person far from easy: irresponsible, spoiled and very lazy. From the first day she does nothing but create problems for the crew with hers constant absences.


Moreover, not being at all an actress or particularly intent on becoming one, she renounces completely to take herself seriously limiting herself to complain about the really bad scripts of the drama. A real nightmare, in short.


Following a disagreement with René, she will decide however to mature or at least to try.



Karin (the thighs) - Karin Proia


Irresistible and full of sensuality (in the sense that she thinks that everything revolves around sex), Karin is the beautiful on duty that joins the second season of Boris as supporting actress of The eyes of the heart in the role of the Commissioner Sandra Gusberti. This last character has been added to create sexy moments in the story of the drama in order to increase the audience.


Beautiful and self-confident, Karin certainly doesn't go unnoticed. Too bad that when she opens hers mouth to speak she produces only vitriolic words. And woe to ask her to improvise on a line specifically omitted by the screenwriters ("it has been..."), hers choice could be anything but appropriate ("this ****!").


The exuberant character of the actress will bring havoc inside the troupe and she will be up to all sorts of things: from undermining Stanis' trust in threatening retaliation against René up to submit Alessandro to an aggressive courtship that doesn't allow replicas. In short, a real tiger. However, she will reveal hers human side when she will encourage Alessandro to not stop pursuing his dream.


At the end of the second season the character of the Gusberti will leave the scene, but the actress will return in the third season of Boris.



Itala (the script supervisor) - Roberta Fiorentini


One of the most extravagant and nuanced characters in the series is the one of the edition secretary Itala, played by Roberta Fiorentini.


Right-hand man of René, often busy eating (and drinking), she sometimes indulges in absurd comments and absolutely out of place. The one of Itala is a character hard to understand and not without mystery, starting from hers often expressed irascibility with unpredictable and inexplicable reactions.


Although often in the background, Itala strenuously defends her job position. An example? When on the set rumour has is that a possible staff cut, the secretary of the edition of The Eyes of the heart manages to avoid hers dismissal looking for the protection of a powerful man, a certain Romanelli. Unforgettable hers triumphant expression in communicating to Sergio hers untouchability with the final exclamation: "I feel this ****!".


An advice: if she wants to offer food to you, do not accept it. You could spend the rest of the day locked in the bathroom as it happens to René.



Duccio (the director of photography) - Ninni Bruschetta


Duccio Patané (Ninni Bruschetta) is anything but the classic director of photography active and vital.


Not out of laziness (or so he claims) as at first sight it might seem, although he spends most of his time to laze, but for the spirit of the project: Duccio is in fact convinced that a photography too sophisticated does not benefit from a drama "for the audience" as The eyes of the heart.


His motto is: "the photography should not be more beautiful than the one of the advertising, otherwise people changes the channel!".


So what is his role on the set of The Eyes of the heart? Generally to perform the simple task under the command of René "Open all the light!" (or otherwise "Open all!"). Which can only please the approximate and disillusioned d.o.p. of the set, cocaine addict and sincerely not interested in the brilliant ideas of the director.



Biascica (the chief electrician) - Paolo Calabresi


Augusto Biascica known simply Biascica (played by Paolo Calabresi) is a total "asshole" (not for nothing he has written it on his inseparable woolen cap).


Great fan of A.S. Roma (if he wanted to ask you which football team you support, be careful to not wrong the answer!), his last name is not a case at all, given his tendency to mumble. Biascica in fact represents the classic technician of the set rough and incapable of expressing himself as a human being.


Arrogant, surly and great blasphemer, the chief electrician of The eyes of the heart is a declared slave driver who doesn't lose opportunity to exploit the poor Lorenzo. Because in front of Biascica "don't believe you are who knows what".


In the second season he will find out to have psychosomatic problems and for this he will speak to a psychoanalyst, to which he will admit his need for one "slave" just when Lorenzo will be temporarily committed to replacing one of the operators. The absence of a slave will accentuate even more the bad mood of the chief electrician.



Lorenzo (the slave intern) - Carlo Luca De Ruggieri


The bespectacled, shy and reserved Lorenzo (Carlo Luca De Ruggieri) is the photography intern of The eyes of the heart, arrived on the set only a few months before Alessandro.



Perpetually exploited by Biascica, he is unjustly targeted by anyone on the set (not for nothing renamed by everyone "sh**"). Yet he never loses his enthusiasm, perhaps more than anything else for ingenuity, since he continues to believe the false proposals by Sergio, motivated only to exploit him (more and more).



His commitment however is not esteemed by the other technicians on the set who point him as "bad example". An excess of zeal that the poor intern will pay with the price of a physical aggression from the other members of the troupe.



However, starting from the second season, he will also take his little revenge by freeing himself from the slavery of Biascica and later becoming a camera operator thanks to the protection of an uncle senator.



Sergio (the production delegate) - Alberto Di Stasio


Careful and always cautious, as a production delegate, Sergio has the task of checking the progress of the works on the set of The eyes of the heart, keeping to the fixed budget. More than anything he uses the problem of excessive costs as an excuse to establish his supremacy on the set and whoever puts himself against him risks dismissal.


Apparently he may seem a friendly and reasonable person, in reality he's a slimy and despicable individual. On his second day of work, he forces Alessandro to sign a declaration of exemption of responsibility, an undated letter of resignation and a series of checks, all to reiterate the role of slave of the young intern.


The cunning of the production delegate is such that Lorenzo alone lowered his salary, enchanted by the false promises of the tempter devil.



Gloria (the make-up artist) - Ilaria Stivali


Gloria, make-up artist of which the gruff Biascica will end up falling in love, cares a lot about hers work.


Too bad that this is a feeling anything but corresponded. In the second season of Boris in fact, in front of the possibility of making cuts on staff to contain the costs of The eyes of the heart, she will be the person to whom the producers will decide to give up. Reason for the choice? On the set she is practically the only one without a valid recommendation. Hers reaction understandably will not be the best and the make-up artist will prepare herself to leave the workplace anything but serenely.


However, in René she will find a shoulder to cry on and an help to get the only thing that she misses to stay in the environment.



Lopez (the network delegate) - Antonio Catania


Antonio Catania plays the network delegate Lopez, always very careful to find the right compromise between the artistic wishes of the team (less careful instead to the economic needs) and the tastes of the public.


Usually it's up to him to announce to the troupe the decisions of the President Cane and often he's the voice of the harsh reality as, for example, when he reminds René that Corinna is the reason why the home audience follows The eyes of the heart.


He appears at first glance as a distinct person and with a clean face. In reality, he has some unclear past: it seems in fact that he has been previously involved in a judicial investigation.



The screenwriters - Valerio Aprea, Massimo De Lorenzo and Andrea Sartoretti


But what do you know what does it mean to write a drama, to spend whole hours of work thinking about the structure in three acts and to create situations of effect? Well, if that's why they don't even know it, the screenwriters of The eyes of the heart, often fugitives to escape the angry reactions of René.


The three idlers spend a large part of their time reclosed at home and devoted to more carefree messing around. When they do not copy from some kind of Korean movie, they come up with narrative situations that go well beyond the limit of nonsense.


In addition, they have a very limited vocabulary. On the other hand their captions, far from exhaustive, certainly leave ample space for the improvisation (of poor actors).


The laziness and the lack of seriousness of the trio is such that the most ingenious of the group has even configured the PC keyboard in such a way that by pressing "F4" in the text appears automatically the term "astonished" while "F5" corresponds to "worried", just to save time and effort.


It matters little if on the set then nobody understands their screenplays, the three have meanwhile already congratulated each other closed in the living room shouting "pure genius". This is the most important thing!



What do you think of the characters of Boris? What is your favorite one?

Elenco delle news 2018

News 2018 - Ecco quali sono le 5 migliori fiction italiane del XXI secolo

30/12/2018 | Popcorn Tv

Ecco quali sono le 5 migliori fiction italiane del XXI secolo
News 2018 - Nuovo Cinema Italia - Promo

01/12/2018 | Facebook - Rai 5

Nuovo Cinema Italia - Promo
News 2018 - Rai5: Nuovo cinema Italia

30/11/2018 | Rai Ufficio Stampa

Rai5: Nuovo cinema Italia
News 2018 - 10 citazioni di Boris da usare se vuoi sembrare intelligente

29/11/2018 | Hall of Series

10 citazioni di Boris da usare se vuoi sembrare intelligente
News 2018 - Considerazioni non poco italiane su Boris (e Scrubs)

24/11/2018 | Birdmen

Considerazioni non poco italiane su Boris (e Scrubs)
News 2018 - #ComMovember - Le 10 barbe italiane più famose

21/11/2018 | DrCommodore

#ComMovember - Le 10 barbe italiane più famose
News 2018 - Cosa ci ha insegnato veramente il metafisico finale di Boris

17/11/2018 | Hall of Series

Cosa ci ha insegnato veramente il metafisico finale di Boris
News 2018 - A lezione di sceneggiatura con Giacomo Ciarrapico

05/11/2018 | Cronache Ancona

A lezione di sceneggiatura con Giacomo Ciarrapico
News 2018 - Boris Il Film nella rassegna Female Touch 2018

25/10/2018 | Blue Desk

Boris Il Film nella rassegna Female Touch 2018
News 2018 - Da Boris al Bologna, la parabola di Arturo Calabresi

22/10/2018 | Guarda la Tv

Da Boris al Bologna, la parabola di Arturo Calabresi
News 2018 - Arturo Calabresi, da Boris al primo gol in Serie A: ecco chi è l'uomo partita di Bologna-Torino

21/10/2018 | Calcio News 24

Arturo Calabresi, da Boris al primo gol in Serie A: ecco chi è l'uomo partita di Bologna-Torino
News 2018 - Primo gol in Serie A per Arturo Calabresi: da Boris al Bologna

21/10/2018 | Fox Sports

Primo gol in Serie A per Arturo Calabresi: da Boris al Bologna
News 2018 - L'urgenza di una Rai sul modello Boris

19/10/2018 | Il Foglio

L'urgenza di una Rai sul modello Boris
News 2018 - Tre serie TV finite o cancellate che invece vorremmo tornassero

08/10/2018 | Quotidiano.net

Tre serie TV finite o cancellate che invece vorremmo tornassero
News 2018 - Boris aveva ragione

04/10/2018 | Tikkun

Boris aveva ragione
News 2018 - 'Boris', un fenomeno ancora vivo: il cast al Wired Next Fest 18

30/09/2018 | Repubblica Tv

'Boris', un fenomeno ancora vivo: il cast al Wired Next Fest 18
News 2018 - Arturo Calabresi: da Boris all'esordio in Serie A con il Bologna

23/09/2018 | Calcio Fanpage

Arturo Calabresi: da Boris all'esordio in Serie A con il Bologna
News 2018 - Il cast di Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze

13/09/2018 | Facebook - Wired Italia

Il cast di Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze
News 2018 - I relatori del Wired Next Fest 2018 di Firenze

12/09/2018 | Wired

I relatori del Wired Next Fest 2018 di Firenze
News 2018 - 20 serie tv comiche da vedere assolutamente!

02/09/2018 | Filmpost

20 serie tv comiche da vedere assolutamente!
News 2018 - Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze

16/08/2018 | Facebook - Wired Italia

Boris al Wired Next Fest 2018 Firenze
News 2018 - Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano

15/08/2018 | Snap Italy

Sigle serie tv. Il “Best of” de la chiamata al divano
News 2018 - Boris: Tv Inception

20/07/2018 | CIMO

Boris: Tv Inception
News 2018 - Boris - Il film (2011)

04/07/2018 | Il Bollalmanacco di Cinema

Boris - Il film (2011)
News 2018 - Boris - Essere Stanis La Rochelle, ossia un genio

22/06/2018 | La settima arte

Boris - Essere Stanis La Rochelle, ossia un genio
News 2018 - Mattia Torre: da Boris a La Linea Verticale

18/06/2018 | FuoriSerieFest

Mattia Torre: da Boris a La Linea Verticale
News 2018 - Film Masterclass con Luca Vendruscolo

12/06/2018 | Facebook - SAE Institute Milano

Film Masterclass con Luca Vendruscolo
News 2018 - Boris: "Dopo 11 anni continuiamo a smarmellare"

27/05/2018 | Wired

Boris: "Dopo 11 anni continuiamo a smarmellare"
News 2018 - Da Paola Cortellesi alla reunion di «Boris»: ecco cosa seguire al Wired Next Fest 2018

18/05/2018 | Vanity Fair

Da Paola Cortellesi alla reunion di «Boris»: ecco cosa seguire al Wired Next Fest 2018
News 2018 - Aridatece Boris, il neorealismo e l'amarezza

18/05/2018 | Hall of Series

Aridatece Boris, il neorealismo e l'amarezza
News 2018 - Cosa seguire al Wired Next Fest 2018 se ti interessano il cinema e le serie tv

16/05/2018 | Wired

Cosa seguire al Wired Next Fest 2018 se ti interessano il cinema e le serie tv
News 2018 - Le dieci citazioni più iconiche di Boris

15/05/2018 | Hall of Series

Le dieci citazioni più iconiche di Boris
News 2018 - Boris al Wired Next Fest 2018 Milano

11/05/2018 | Facebook - Wired Italia

Boris al Wired Next Fest 2018 Milano
News 2018 - Boris: la fuoriserie italiana

10/05/2018 | La Testata

Boris: la fuoriserie italiana
News 2018 - Boris - Il film

08/05/2018 | Lumiére e i suoi fratelli

Boris - Il film
News 2018 - Perché ci scordiamo sempre di Boris?

06/05/2018 | Hall of Series

Perché ci scordiamo sempre di Boris?
News 2018 - Da Boris a La linea verticale: quando la serie italiana funziona e piace al pubblico

05/04/2018 | CiakClub

Da Boris a La linea verticale: quando la serie italiana funziona e piace al pubblico
News 2018 - Vintage weekend: Boris, la fuori serie italiana

30/03/2018 | Subtitles On Demand

Vintage weekend: Boris, la fuori serie italiana
News 2018 - 6 motivi validissimi per cui (ri)vogliamo Boris in tv, "dai, dai, dai!"

26/03/2018 | Elle

6 motivi validissimi per cui (ri)vogliamo Boris in tv, "dai, dai, dai!"
News 2018 - [CINESPADA] “Boris”: cronaca agrodolce di un Paese irriformabile

20/03/2018 | Radio Spada

[CINESPADA] “Boris”: cronaca agrodolce di un Paese irriformabile
News 2018 - 5 serie tv per fuggire dalle elezioni e dagli Oscar

05/03/2018 | Wired

5 serie tv per fuggire dalle elezioni e dagli Oscar
News 2018 - Boris: personaggi e attori della serie cult

02/03/2018 | MondoFox

Boris: personaggi e attori della serie cult
News 2018 - 10 serie tv italiane di qualità da recuperare

10/02/2018 | BadTv

10 serie tv italiane di qualità da recuperare
News 2018 - Boris - La televisione made in Italy

06/02/2018 | Diario di Rorschach

Boris - La televisione made in Italy
News 2018 - La Linea Verticale è la realizzazione del sogno di Boris

24/01/2018 | Hall of Series

La Linea Verticale è la realizzazione del sogno di Boris
News 2018 - Boris - Pomodoro coi pachino o i San Marzano?

23/01/2018 | La settima arte

Boris - Pomodoro coi pachino o i San Marzano?
News 2018 - Boris e la TV italiana di qualità

23/01/2018 | Mangiatori di Cervello

Boris e la TV italiana di qualità
News 2018 - Ora, Più che Mai, Abbiamo Bisogno di "Boris"!

15/01/2018 | GiocoMagazzino! La Lega del Ludo

Ora, Più che Mai, Abbiamo Bisogno di "Boris"!

Merchandising casuale

Ultime news

News 2019 - Il cast di Boris all'Asperger Film Festival 2019

11/11/2019 | Facebook - Asfilmfestival

Il cast di Boris all'Asperger Film Festival 2019
News 2019 - Omaggio a Boris. Quando la meta-TV supera la TV

25/10/2019 | MentiSommerse.it

Omaggio a Boris. Quando la meta-TV supera la TV

Meme casuali

S01E03

Non lo so perché ma io a 'sto Furio lo caccerei!
S03E10

Perché la gente è maleducata. Sai perché, eh? Perché c'è molto rancore sociale oggi, c'è molta invidia. Una cosa brutta.

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione. | Webmaster: Salvatore Blanca

Top