This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

  • Italy flag
  • United Kingdom flag

News 2017

10 years of Boris: the memorable lines

| VanityFair.it

VanityFair.it - Article - 10 years of Boris: the memorable lines - Page 01 VanityFair.it - Article - 10 years of Boris: the memorable lines - Page 02 VanityFair.it - Article - 10 years of Boris: the memorable lines - Page 03 VanityFair.it - Article - 10 years of Boris: the memorable lines - Page 04

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

10 anni di Boris: le battute memorabili



di Mario Manca



Boris, la serie più innovativa della tv italiana, compie 10 anni. Da «A cazzo di cane» a «Smarmella», ecco le battute che ricorderemo



Il Alessandro entrava a far parte della famiglia di una fiction di serie B, Gli Occhi del Cuore: pochi ci avrebbero scommesso, ma quello sarebbe stato l'inizio di uno degli esperimenti più interessanti della televisione italiana. Parliamo di Boris, la serie tv prodotta da Fox che, con le sue tre stagioni, è riuscita a raccontare in maniera ironica e originale il mondo della fiction italiana di basso livello, con tutto quel turbinio di maestranze svogliatamente coinvolte in un lavoro approssimativo.


«Alla cazzo di cane» per dirla alla René Ferretti, il regista interpretato da Francesco Pannofino.



Leggi anche

I Medici e The Young Pope? Boris aveva previsto tutto



Un po' come per il film Zoolander, Boris è una di quelle creature che si è fatta apprezzare più nel tempo che durante la trasmissione in diretta. Non è un caso, infatti, che il pubblico più mainstream l'abbia scoperta in ritardo, approfittando delle repliche sul satellite e, soprattutto, di Netflix, che ha incluso la serie completa nel suo ricchissimo catalogo. Un'occasione ghiotta per entrare in contatto con personaggi singolari come Stanis La Rochelle, il «divo» della fiction Gli Occhi del Cuore, o Biascica, il capo elettricista interpretato da Paolo Calabresi.


«Facciamola a cazzo di cane»

di René Ferretti


Insomma, un mondo ricco di sfumature, risate e, soprattutto, battute entrate ormai nel gergo dei più giovani. Il «cagna maledetta» che il regista Pannofino riservava alla «diva» interpretata da Carolina Crescentini è diventato, col tempo, il giudizio con cui bollare le attrici poco talentuose del nostro piccolo schermo. Esattamente come «bucio de culo» si è trasformato in uno slogan per strappare qualche risata davanti a una birra ghiacciata. La pecca di Boris, forse, è stata quella di anticipare troppo i tempi: prendere in giro la qualità pecoreccia di certe fiction avrebbe sicuramente avuto maggior impatto ai nostri giorni, dove Facebook e Twitter vengono usati soprattutto per pronunciare sentenze e giudizi su questo e quel prodotto. Eppure, a dieci anni dal debutto, Boris si conferma un evergreen, con quei dialoghi ormai impressi nella memoria di un pubblico che non ha mai smesso di amarlo. Sfoglia la gallery in alto per scoprire le battute memorabili di Boris

10 years of Boris: the memorable lines



by Mario Manca



Boris, the most innovative series of Italian TV, turns 10. From «A cazzo di cane» (To fucking dog) to «Smarmella» (Open all the light), here are the lines we will remember



On Alessandro became part of the crew of a poor drama, Gli Occhi del Cuore (The eyes of the heart): few would have bet on it, but that would have been the beginning of one of the most interesting experiments of Italian television. We talk about Boris, the TV series produced by Fox which, with its three seasons, has managed to tell the world of low-level Italian fiction in an ironic and original way, with all that crowd of workers listlessly involved in a rough job.


«Alla cazzo di cane» (To fucking dog) to say it as René Ferretti, the director played by Francesco Pannofino.



Read also

Medici and The Young Pope? Boris had foreseen everything



A bit like for the movie Zoolander, Boris is one of those products that has become appreciated more over time than during the live broadcast. It's not a coincidence, in fact, that the most mainstream public has discovered it late, taking advantage of the replays on the satellite and, above all, of Netflix, which has included the complete series in its very rich catalog. A tempting opportunity to get in touch with singular characters like Stanis La Rochelle, the «star» of the drama Gli Occhi del Cuore (The eyes of the heart), or Biascica, the chief electrician played by Paolo Calabresi.


«Let's make it to fucking dog»

by René Ferretti


In short, a world full of nuances, laughters and, above all, lines now entered in the slang of the youngest. The «damned bitch» that the director Pannofino reserved for the «star» played by Carolina Crescentini has become, over the time, the judgment with which to indicate the untalented actresses of Italian small screen. Exactly as «bucio de culo» (fucking lucky) has turned into a slogan to snatch a few laughs over an ice cold beer. The flaw of Boris, maybe, has been the one to anticipate the times too much: making fun of the sheepish quality of some dramas would certainly have had a greater impact in our day, where Facebook and Twitter are mainly used to pronounce sentences and judgments on this and that product. Yet, ten years after its debut, Boris confirms itself as an evergreen, with those dialogues now imprinted in the memory of an audience that has never stopped loving it. Browse the gallery above to discover Boris' memorable lines

List of the news 2017

Social

Webmaster: Salvatore Blanca

Merchandising | Find out all you can buy about the series Boris and of Boris The movie

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) Boris The movie (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris The movie - Elio e le storie tese Boris The movie - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top