This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

  • Italy flag
  • United Kingdom flag

News 2017

5 Italian TV Series a little Italian

| HallofSeries.com

HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 01 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 02 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 03 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 04 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 05 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 06 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 07 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 08 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 09 HallofSeries.com - Article - 5 Italian TV Series a little Italian - Page 10

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

5 Serie Tv italiane poco italiane



La realtà delle Serie Tv in Italia sta cambiando drasticamente negli ultimi anni come ben testimoniano una serie di titoli a cui non eravamo abituati.


Diciamoci la verità: l'italico stivale non ha una grande tradizione seriale.


Certo, negli anni abbiamo visto susseguirsi titoli su titoli sul piccolo schermo, ma erano tutti accomunati da regie “canine”, cast simili a cimiteri degli elefanti e tecniche di ripresa meritevoli di denuncia all'Arma dei Carabinieri (non abbiamo bisogno di fare nomi, sapete perfettamente a cosa ci riferiamo, birbantelli).


L'errore è stato probabilmente quello di sottovalutare enormemente il livello culturale del nostro paese, con la realizzazione di prodotti di bassa caratura: abbiamo preso a badilate il marmo invece di munirci di scalpello come Donatello! Qualcosa però sembra essere cambiato negli ultimi anni: una nuova ondata di show tricolori ha invaso il mercato sorprendendo moltissimi appassionati con la loro cura per i dettagli, il loro senso di riscatto e la loro qualità.


Hall of Series ha imbracciato la speranza e vi ha scovato 5 Serie Tv italiane “poco italiane” (gasp, Stanis La Rochelle sarebbe commosso in questo momento) che vi aiuteranno a rivalutare le menti artistiche che stanno dietro alla produzione televisiva nostrana.


Fateci sapere se siete d'accordo o meno!



5) Gomorra



Molto si è detto e scritto di “Gomorra”, la Serie Tv che porta sul piccolo schermo l'oscuro (e disgustoso) mondo della camorra già raccontato nell'omonimo libro di Roberto Saviano. Perchè è poco italiana? Innanzitutto per ragioni tecniche dal momento che, prima di abbandonare il progetto nella terza stagione, il genio del regista Stefano Sollima ci ha offerto inquadrature coraggiose, una fotografia cupa e dei dialoghi talmente complessi da richiedere i sottotitoli.


Ma come, i sottotitoli? Certo, dal momento che gran parte del copione è stato scritto nell'osticissimo dialetto napoletano che costituisce innanzitutto un elemento di grande fascino per chi lo conosce meno, ma anche un'altra ragione che rende poco nostrano questo titolo se è vero come è vero che così si esce (finalmente!) dai soliti canoni della dizione e soprattutto si conferisce maggior realismo all'intera narrazione.



4) R.I.S. - Delitti imperfetti



Nonostante molti non lo ricordino, “R.I.S. - Delitti imperfetti” rimane non solo un ottimo prodotto televisivo, ma anche un legittimo componente di questo nostro insieme poco italico. Innanzitutto il tema: quando mai si è parlato della polizia scientifica in una produzione tricolore? Mai. Seguendo la tendenza iniziata dai vari “CSI”, la creatura di Pietro Valsecchi ha introdotto vetrini, microscopi e DNA in questo poliziesco molto innovativo anche dal punto di vista della trama con una serie di personaggi chiave fatti bellamente schiattare per prendere in contropiede un pubblico fin troppo abituato alle storie a lieto fine.

Anche in questo caso, poi, c'è un elemento tecnico da tenere in forte considerazione: la tecnica dello split screen. È rarissimo che in Italia si dividano le inquadrature, eppure molto spesso abbiamo visto contemporaneamente gli sguardi del Capitano Venturi, del Maresciallo De Biase e del Tenente Testi. Figo!



3) Suburra



È la prima Serie Tv italiana prodotta da Netflix: basterebbe questo per giustificare la presenza di “Suburra” tra queste righe. Ma ci sono tante altre ragioni che spingono questo titoli più verso la direzione dell'internazionalità che verso quella nostrana. La fotografia e le tecniche di ripresa fanno moltissimo, d'altronde non ci si poteva aspettare che gli americani cacciassero solamente il vil danaro senza influenzare minimamente il lavoro di Placido, Molaioli e Capotondi, ma trattasi di una contaminazione positiva perché quella che ci viene mostrata è una Roma a cui non eravamo abituati. Il consiglio è quello di guardarla perché se il film aveva incantato, la Serie ha definitivamente convinto.



2) Boris


“Boris” non è una Serie Tv, “Boris” è un'opera rivoluzionaria. La dissacrante comicità e l'autoironia con cui viene affrontato il tema della produzione televisiva italiana ha colpito tanto il pubblico da aver creato un vero e proprio lessico condiviso da tutti i fan che abbiano sclerato con Stanis, bestemmiato con Biascica, abbaiato con Corinna, smarmellato con Duccio o gridato con René. Luca Manzi ha portato in scena una vera e propria chiave di lettura della nostra società, dove si vive costantemente illusi di fare qualcosa di bello, di perseguire la via della qualità, mentre invece si stanno portando avanti le cose “alla cazzo di cane”, come direbbe lo stesso Ferretti. Nel suo prendere in giro la quantità, “Boris” è divenuta di diritto la capofila di un movimento reazionario che vuole dire basta a queste orride produzioni che ammorbano i nostri palinsesti: siete d'accordo vero?!



1) Romanzo Criminale



Quanto vi mancano Libano, Dandi e il Secco? A noi tanto, tantissimo. “Romanzo Criminale” (altra creatura del visionario Sollima) è il top che si possa trovare sul piccolo schermo italiano, proprio perché non è qualcosa di italiano, è un'opera artistica di straordinario valore che ci racconta un'epoca che non c'è più, un modo di vivere lontano dalle nostre abitudini, delle musiche, delle luci e delle sensazioni sconosciute a chi non c'era mentre la Banda della Magliana imperversava. Il filone narrativo è gestito in maniera inedita (e quindi complessa) per una produzione nostrana, così come i costumi e i dialoghi che non sono altro che piccole parti di un lavoro immenso che non a caso è stato esportato in tutto il Mondo.


Daje regà.

5 Italian TV Series a little Italian



The reality of the TV series in Italy has been changing drastically in recent years as well evidenced by a series of titles to which we were not accustomed.


Let's say the truth: Italy has not a great serial tradition.


Of course, over the years we have seen titles on titles on the small screen, but they were all united by directions “to fucking dog”, cast similar to elephants' cemeteries and shooting techniques worthy of reporting to the Carabinieri (we don't need to write names, you know perfectly what we are referring to, rascals).


The mistake has probably been to greatly underestimate the cultural level of Italy, with the creation of poor quality products: we used shovels on marble instead of using a chisel as Donatello! Something however seems to have changed in recent years: a new wave of Italian shows has invaded the market surprising many fans with their attention to details, their sense of redemption and their quality.


Hall of Series has embraced the hope and has found 5 Italian TV series “a little Italian” (gasp, Stanis La Rochelle would be moved right now) that will help you to re-evaluate the artistic minds behind the Italian television production.


Let us know if you agree or not!



5) Gomorra (Gomorrah)



Much has been said and written about “Gomorrah”, the TV Series which brings to the small screen the dark (and disgusting) world of the Camorra already told in the homonymous book by Roberto Saviano. Because is a little Italian? First of all for technical reasons since, before abandoning the project in the third season, the genius of the director Stefano Sollima has offered us courageous shots, a dark photography and the dialogues so complex that require the subtitles.


But what, the subtitles? Sure, since most of the script was written in the very tough Neapolitan dialect which is above all an element of great charm for those who know it less, but also another reason that makes a little Italian this title so in this way it (finally!) gets out of the usual canons of the diction and above all it gives greater realism to the whole narration.



4) R.I.S. - Delitti imperfetti (R.I.S. - Imperfect crimes)



Although many don't remember it, “R.I.S. - Delitti imperfetti” (R.I.S. - Imperfect crimes) not only remains an excellent television product, but also a legitimate component of this whole a little Italian. First of all the theme: when ever has an Italian production speaked about the scientific police? Never. Following the trend started by the various “CSI”, the product created by Pietro Valsecchi has introduced slides, microscopes and DNA in this detective story very innovative also from the point of view of the plot with a series of key characters beautifully made to die to take on the counterattack an audience too accustomed to stories with a happy ending.

Also in this case, then, there is a technical element to keep in strong consideration: the split screen technique. It's very rare that in Italy the shots are divided, yet very often we have seen at the same time the looks of the Captain Venturi, of the Marshal De Biase and the Lieutenant Testi. Cool!



3) Suburra



It's the first Italian TV series produced by Netflix: this would be enough to justify the presence of “Suburra” in this list. But there are many other reasons that push this product more towards the direction of the internationality than towards the Italian one. The photography and the shooting techniques have a lot of value, on the other hand one could not expect that the Americans invested the money without affecting in any way the work of Placido, Molaioli and Capotondi, but it's a positive contamination because is shown a Rome we were not used to. The advice is to watch it because if the movie had enchanted, the series has definitely convinced.



2) Boris


“Boris” is not a TV Series, “Boris” is a revolutionary work. The irreverent comedy and the self-irony with which the theme of Italian television production is debated has hit the public so much that it has created a real lexicon shared by all the fans who have fooled with Stanis, blasphemed with Biascica, barked with Corinna, opened all the light with Duccio or shouted with René. Luca Manzi has brought on stage a real interpretation of Italian society, where you live constantly deluded to make something beautiful, to pursue the way of quality, while instead the things are done “to fucking dog”, as the same Ferretti would say. In its teasing the quantity, “Boris” has rightly become the leader of a reactionary movement that wants to say stop to these horrid productions that soften our schedules: do you agree right?!



1) Romanzo Criminale (Criminal Romance)



How much you miss Libano, Dandi and Secco? To us a lot, a lot. “Romanzo Criminale” (Criminal Romance) (another creature of the visionary Sollima) is the best that can be found on the small Italian screen, just because it's not something Italian, is an artistic work of extraordinary value that tells us about an era that no longer exists, a way of living away from our habits, from the musics, from the lights and the sensations unknown to those who were not there while the Banda della Magliana (Magliana Gang) raged. The narrative front is managed in a new way (and therefore complex) for an Italian production, as well as the customs and the dialogues that are nothing but small parts of an immense work that has not by chance been exported all over the World.


Come on guys.

List of the news 2017

Fun

Merchandising | Buy DVD and gadgets about Boris

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) Boris The movie (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris The movie - Elio e le storie tese Boris The movie - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

Webmaster: Salvatore Blanca

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top