. .

  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2015

Ultimo aggiornamento:

In pillole: Boris

| VitaAsociale.altervista.org

VitaAsociale.altervista.org - Articolo - In pillole: Boris - Pagina 01 VitaAsociale.altervista.org - Articolo - In pillole: Boris - Pagina 02

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

In pillole: Boris

Scritto il by vitaasociale

A sinistra, René Ferretti (Francesco Pannofino). A destra nella boccia, Boris

Questa volta andiamo a ripescare una delle migliori serie italiane degli anni Duemila. Boris, mandata in onda a partire dal , è una comedy ambientata nel mondo della produzione di soap opera nostrane.

Goliardica mise en abyme. René Ferretti (un fantastico Francesco Pannofino) è chiamato a dirigere le riprese de Gli occhi del cuore 2, intricata fiction sentimentale a sfondo medical. Niente più che la parodia di Un medico in famiglia. Nella corte dei miracoli che popola il set ci sono arrivisti ed approfittatori, stagisti schiavizzati, direttori della fotografia cocainomani, attori poco qualificati e con disturbi di personalità. Chi più ne ha, più ne metta. Non senza una buona dose di autoironia: nel cast troviamo Pietro Sermonti, che interpreta uno dei personaggi principali, e Margot Sikabonyi. Volti storici proprio di Un medico in famiglia. Boris però non si limita a parodiare: omaggia il grande cinema negli episodi Come Lars Von Trier e Il cielo sopra Stanis, offre un cameo a Paolo Sorrentino - nel ruolo di sé stesso - nella terza stagione, inserisce nella seconda un piccolo cortometraggio di René che sorprende per fotografia e montaggio. Una serie originale, forse unica per certi versi, che - dettaglio non indifferente per una comedy - sa strappare una risata. Lasciando comunque, spesso e volentieri, un retrogusto amaro: quello di Boris è un mondo spietato, di pesci grandi che mangiano pesci piccoli - o pesci rossi, se vogliamo - , di vittime e carnefici. Del resto, gli stessi personaggi sembrano caricature: da una parte le manie più insensate e le bassezze più spregevoli, dall'altra una passività che rasenta il servilismo. Non ci sono vie di mezzo. L'attrice massimamente incapace, l'attore massimamente tronfio, l'elettricista massimamente "coatto", l'assistente massimamente maltrattato. Tutto però finisce per risultare spassoso, comico, buffo. A tratti surreale e quasi grottesco. Non senza, appunto, quella sfumatura agrodolce presente anche in Boris - Il film (). Che porta a conclusione le vicende della serie dopo tre stagioni. Piccola anticipazione: alla fine vince il partito di quelli che "smarmellano tutto". Triste realtà.

Review: Boris

Written on by vitaasociale

On the left, René Ferretti (Francesco Pannofino). On the right in the bowl, Boris

This time we are going to talk about one of the best Italian series of twenty-first century. Boris, aired from , is a comedy set in the world of the production of Italian soap operas.

Goliardic Metatheater. René Ferretti (an amazing Francesco Pannofino) is called to direct the shootings of Gli occhi del cuore 2 (The eyes of the heart 2), an intricate sentimental medical drama. Nothing more than the parody of Un medico in famiglia (A Doctor in the Family - Original format: Médico de familia). In the court of the miracles that populates the set there are careerists and profiteers, enslaved interns, cocaine addicts cinematographers, actors with poor skills and personality disorders. And so on. Not without a good dose of irony: in the cast you find Pietro Sermonti, who plays one of the main characters, and Margot Sikabonyi. Historical faces just of Un medico in famiglia (A Doctor in the Family - Original format: Médico de familia). Boris however doesn't limit to parody: it honors the great cinema in the episodes Come Lars Von Trier (As Lars Von Trier) and Il cielo sopra Stanis (The sky above Stanis), it offers a cameo to Paolo Sorrentino - in the role of himself - in the third season, it includes in the second season a shot movie by René which surprises for photography and editing. An original series, perhaps unique in some ways, that - detail not inconsiderable for a comedy - it manages to get a laugh. Leaving however, very often, a bitter aftertaste: the one of Boris is a ruthless world, of big fish that eat small fish - or red fishes, if we want - , of victims and perpetrators. After all, the same characters seem caricatures: on the one hand the most senseless mania and the most despicable vileness, on the other a liability that borders on the servility. There is no middle way. The actress maximally incapable, the actor maximally inflated, the electrician maximally "pleb", the assistant maximally mistreated. Everything however ends to be hilarious, comic, funny. Sometimes surreal and almost grotesque. Not without, in fact, that bittersweet shade presents even in Boris - The movie (). That brings to an end the stories of the series after three seasons. Little anticipation: at the end wins the party of those who "open all". Sad reality.

Merchandising casuale

Ultime news

News 2019 - Il cast di Boris all'Asperger Film Festival 2019

11/11/2019 | Facebook - Asfilmfestival

Il cast di Boris all'Asperger Film Festival 2019
News 2019 - Omaggio a Boris. Quando la meta-TV supera la TV

25/10/2019 | MentiSommerse.it

Omaggio a Boris. Quando la meta-TV supera la TV

Meme casuali

S02E05

- Ricordiamo solamente la settimana della lasagna. | - O il doppio caffé.
S01E13

Nonno Alberto si è suicidato in carcere. Per rimorso. Se n'è andato. Con dignità. Ciao Nonno.

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione. | Webmaster: Salvatore Blanca

Top