Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Chiudendo questo banner e continuando la navigazione sul sito acconsenti all'uso dei cookie in accordo con la nostra policy. Per maggiori informazioni leggi qui.

Accetta
  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2015

Ultimo aggiornamento:

La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris

| 5avi.net

5avi.net - Articolo - La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris - Pagina 01 5avi.net - Articolo - La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris - Pagina 02 5avi.net - Articolo - La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris - Pagina 03 5avi.net - Articolo - La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris - Pagina 04 5avi.net - Articolo - La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris - Pagina 05 5avi.net - Articolo - La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris - Pagina 06 5avi.net - Articolo - La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris - Pagina 07

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

La metaserialità di un pesce rosso chiamato Boris

Di Leonardo Lami -

Arti, Robe Serie

...Userò gli occhi del cuore, per capire i tuoi segreti, per capire cosa pensi, nei tuoi primi piani intensi, nei tuoi piani americani così intensi e così italiani, fatti un po' a cazzo di cane...


- La sigla di Boris, cantata da Elio e le storie tese

Che vi devo dire? Non ci credevo neanche io...


Una serie televisiva, quindi non una cosa indipendente, fatta da ragazzi per il web, una vera serie televisiva italiana mi è piaciuta veramente!


Sto parlando di Boris, "la fuori-serie" come recita la tagline, una serie prodotta per Fox che narra con ironia anche pungente i retroscena della fiction italiana.


La sigla cantata da Elio e le storie tese: per me qui era già amore


Si parla quindi di una metaserie che racconta della produzione de "Gli occhi del cuore 2" una scadentissima soap opera ambientata in una clinica privata: una produzione talmente scadente che la prima stagione era stata sospesa alla terza puntata. Su questo set troviamo René Ferretti, un regista che ha rinunciato a fare cinema di qualità e si è abbassato a girare fiction di bassissima lega, interpretato fantasticamente da Francesco Pannofino, che lavora sempre accompagnato dal suo fedele pesciolino rosso Boris (da cui il nome della serie) il quale, a quanto pare, gli suggerisce i piani sequenza. Troviamo anche Corinna l'attrice cagna maledetta protagonista, Stanis La Rochelle il cane pure lui divo dello show, lo stagista Alessandro insieme a lo schiavo Lorenzo, Il Biascica capo elettricista, Duccio cocainomane direttore della fotografia e Arianna l'assistente di regia.


I personaggi sono tutti un po' delle macchiette piatte, ma in questa scelta si riflette la volontà di scimmiottare i personaggi e la recitazione tipici delle serie televisive italiane. L'unico personaggio dotato di un minimo di spessore è Arianna (interpretata da Caterina Guzzanti) che, guarda caso, in tutta la serie è l'unica che dimostra di avere professionalità e talento artistico.


La grafica della finta serie "Gli occhi del cuore"


La vera potenza di Boris è che, con la scusa di sbeffeggiare le soap opera, riesce a fare satira anche su molto altro: si va dal cinema sperimentale di Lars Von Trier, ai vari reality come il Grande Fratello e L'Isola dei famosi, passando ovviamente per la politica. La fotografia non è particolarmente innovativa o accattivante, ma è divertente vedere come viene resa kitsch e patinata durante le riprese de "Gli occhi del cuore".


La fotografia super patinata e sbrilluccicosa da soap opera


Tra le battute divenute iconiche della serie svetta sopra tutte "alla cazzo di cane", ovvero il metodo registico di René Ferretti che secondo lui caratterizza tutta la produzione televisiva italiana e che sintetizza la recitazione degli attori "cani maledetti".


Durante le tre stagioni che compongono la serie (vi ricordate la differenza tra stagione e serie, vero?) si alternano numerosi ospiti con ruoli più o meno importanti: Paolo Sorrentino, Corrado Guzzanti, Valentina Lodovini, Filippo Timi, Laura Morante, fino ad arrivare al gorilla del Crodino.


Il gorilla del Crodino fa un cameo in Boris


Per quanto Boris possa sembrare una serie televisiva leggera è in realtà molto seria e rappresenta con un tocco di genio il mondo squallido della televisione: registri sciatti, attori cani, stagisti schiavi e direttori della fotografia che si rilassano tirando cocaina.

The meta seriality of a goldfish called Boris

By Leonardo Lami -

Arts, Serious Stuff

...I will use the eyes of the heart, to understand your secrets, to understand what you think, in your intense closeups, in your american shots so intense and so Italian, made a little to fucking dog ...


- The opening of Boris, performed by Elio e le storie tese

What can I say? I could not believe it myself...


A tv series, so not an independent thing, made by guys for the web, a real Italian television series I really liked it!


I'm talking about Boris, "the off-series" as says the tagline, a series produced for Fox which tells with humor even biting the backstage of the Italian drama.


The opening theme performed by Elio e le storie tese: for me here was already love


We therefore talk about a meta series which tells of the production of "Gli occhi del cuore 2" (The eyes of the heart 2) a very poor soap opera set in a private clinic: a production so poor that the first season had been suspended at the third episode. On this set we find René Ferretti, a director who has given up to make cinema of quality and lowered himself to shoot drama of low level, fantastically played by Francesco Pannofino, which always works accompanied by his faithful goldfish Boris (from which the name of the series) which, apparently, it suggests to him long takes (plans sequence). We also find Corinna the actress damned bitch protagonist, Stanis La Rochelle the dog even him star of the show, the intern Alessandro along with the slave Lorenzo, Biascica chief electrician, Duccio cocaine addict director of photography and Arianna first assistant director.


The characters are all a bit some flat caricatures, but in this choice it reflects the will of make fun of the characters and the acting typical of the Italian television series. The only character with a minimum of thickness is Arianna (played by Caterina Guzzanti) which, incidentally, in the whole series is the only one that proves to have professionalism and artistic talent.


The graphics of the fake series "Gli occhi del cuore" (The eyes of the heart)


The real power of Boris is that, with the excuse to mock soap operas, manages to make satire even on much more: ranging from the experimental cinema of Lars Von Trier, to the various reality as the Big Brother and L'Isola dei famosi (Island of the Famous - Original format: Celebrity Survivors), obviously passing through the politics. The photography is not particularly innovative or appealing, but it's fun to see how it's made kitsch and glossy during the shootings of "Gli occhi del cuore" (The eyes of the heart).


The photography super glossy and gleaming of the soap opera


Among the lines which have become iconic of the series stands above all "alla cazzo di cane" (to fucking dog), which is the method of direction of René Ferretti which according to him characterizes the whole Italian television production and that synthesizes the performance of the actors "damned dogs".


During the three seasons that make up the series (do you remember the difference between series and season, right?) are alternated several guests with roles more or less important: Paolo Sorrentino, Corrado Guzzanti, Valentina Lodovini, Filippo Timi, Laura Morante, up to the gorilla of the Crodino.


The gorilla of the Crodino makes a cameo in Boris


As Boris may seem a light television series is actually very serious and it shows with a touch of the genius the sleazy world of television: sloppy directors, actors dogs, slave interns and directors of photography that relax themselves sniffing cocaine.

Contatti

Per informazioni e suggerimenti inviate una e-mail a borisitaliaweb@gmail.com

Social

Meme casuali

S02E04

Stai attento perché io a te te faccio corca'. Hai capito? Io a te te faccio spara' alle gambe.
S01E05

Chiamo il mio agente. Io per la commedia prendo il doppio.

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione. | Webmaster: Salvatore Blanca