Questo sito web aderisce al Regolamento UE /679, comunemente denominato GDPR. Utilizziamo cookies propri e di terze parti per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Per maggiori informazioni, leggi la cookie policy e privacy policy.

  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2008

"Boris"

| Seppiolina.Blogspot.com

Seppiolina.Blogspot.com - Articolo - "Boris" - Pagina 01 Seppiolina.Blogspot.com - Articolo - "Boris" - Pagina 02

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

domenica

"Boris"



Serie TV "all'italiana", che io adoro e che non smetterò mai di consigliare a tutti, composta da due serie da 14 episodi, ognuno dei quali dura circa 25 minuti.


Ambientata del backstage di una soap opera (Gli occhi del cuore 2), con il regista René Ferretti, grandissimo artista costretto a produrre un prodotto che dire mediocre è dir poco per via della fretta e dei pochi soldi; l'assistente alla regia Arianna dell'Arti; il direttore della fotografia Duccio, costretto a fare una fotografia peggiore di uno spot pubblicitario "altrimenti la gente cambia canale" e per questo frustrato e tossicomane; Alessandro, lo stagista di regia, costretto a fare i lavori più umili e massacranti; Lorenzo, lo stagista di fotografia, detto "lo schiavo"; Itala, la segretaria che passa metà del tempo a farsi i fatti degli altri e l'altra metà ad ubriacarsi; Biascica, il capoelettricista, romanista fino al midollo; Stanis la Rochelle, il divo pagato più di tutta la produzione della serie messa insieme, convinto di essere il miglior attore del mondo; e Corinna, la raccomandata, pessima attrice con un pessimo carattere.

Nella seconda serie compariranno anche Cristina, figlia di un deputato, raccomandata anche lei, che sostituisce Corinna come protagonista, ma che si rivelerà essere peggiore di lei sia come persona che come attrice; e Karin, la "burina" della situazione, entrata nella serie perchè ha saputo gestire i suoi rapporti di letto (imitazione della Ferilli).


Il titolo della serie, Boris, è il nome del pesciolino rosso che René porta con sè sul set come mascotte portafortuna.


Nel corso della serie si alternano figure importanti come Corrado Guzzanti (nella seconda serie) che interpreta Mariano Giusti, un attore pazzo (ne "Gli occhi del cuore" interpreta il conte cattivo) il cui hobby è distruggere camerini e appiccare incendi, convinto di aver caricato in macchina Gesù Cristo sulla Roma-L'Aquila, e Padre Gabrielli, prete legato alla camorra che non ha mai tenuto una messa in vita sua, ora agente di Mariano; Massimiliano Bruno interpreta Nando Martellone, comico romano la cui battuta più famosa è "Bucio de culo!", divenuto la vena comica de "Gli occhi del cuore"; Giorgio Tirabassi interpreta Glauco, un amico di René, direttore di fotografia che si finge regista di successo; Margot Sikaboniy (la biondina di Un Medico in Famiglia), che interpreta la ragazza di Alessandro; Roberto Herlitzka, interpreta l'attore shakespeariano Orlando Serpentieri, costretto a interpretare Nonno Alberto nella soap per pagare alcuni debiti (il livello di bravura di Serpentieri è nettamente più alto di quello di Stanis e Corinna, perciò René lo invita a interpretare il suo ruolo "a cazzo di cane").

Altri personaggi abbastanza importanti, ma marginali nella storia, sono i tre sceneggiatori, visti più volte a fare di tutto (fare i giocolieri, ubriacarsi, parlare al telefono, fare il solitario al pc) fuorchè scrivere le sceneggiature. Quando li si vede effettivamente scrivere, utilizzano i tasti F1, F2 ecc. per scrivere più rapidamente le espressioni che devono assumere gli attori nelle scene (il più delle volte, il tasto scelto è F1: basito).


Boris è una critica bella e buona alla fiction italiana, ai motivi che spingono le varie case produttrici ad intraprendere tale strada e al modo in cui vengono scelti sia il cast che i "lavoratori" (macchinisti, elettricisti, truccatori, ecc.).

Gli attori sono bravissimi, in particolare Francesco Pannofino (René Ferretti) e Caterina Guzzanti (Arianna dell'Arti).

Battute storiche, che riecheggiano nella serie:

  • "Fammela un po'... a cazzo di cane" (una battuta tipica di René, nonchè cavallo di battaglia della serie)
  • "Corinna... Non mi devi rompere il cazzo!!!" (René, dopo che Corinna gli ha chiesto perchè deve dire una battuta piuttosto che un'altra dopo un cambio improvviso della sceneggiatura ordinato dalla produzione)
  • "Qui è un po' tutto troppo italiano" (Stanis, che odia la qualità degli attori italiani, avendo studiato recitazione all'estero)
  • "Duccio! Che faccio, smarmello?" "E smarmella!" (tipico scambio di battute tra Biascica e Duccio, in cui la parola "smarmellare" indica la completa apertura delle luci di scena, senza che si crei nessun effetto)
  • "Facciamoli scopare. Così, di botto, senza senso" "Genio!" (due sceneggiatori, in crisi per una scena che non riescono a scrivere, decidono di introdurre una scena d'amore tra Stanis e Corinna)
  • "Che culo che c'hai che sono eterosessuale. Si ero retrosessuale era tutta un'altra storia" (Biascica, riferito ad Alessandro, mentre questi lo aiuta ad installare un macchinario, mentre tutti in scena sono completamente nudi per convincere Corinna a girare la scena d'amore con Stanis).

Che altro dire? Ah sì: stanno scrivendo la sceneggiatura (vera) della terza serie, che si spera andrà in onda nella prossima primavera su Fox TV. Nel frattempo, scaricatela o aspettate che Rai Tre o La7 comprino i diritti per trasmetterla in chiaro.

Sunday

"Boris"



"Italian-style" tv series, that I adore and that I will never stop recommending to everyone, composed of two series of 14 episodes, each of which lasts about 25 minutes.


Set in the backstage of a soap opera (Gli occhi del cuore 2 (The eyes of the heart 2)), with the director René Ferretti, very great artist forced to make a product that to say mediocre is to say the least because of the hurry and the little money; the first assistant director Arianna dell'Arti; the director of photography Duccio, forced to make a photography worse than the one of a commercial "otherwise people change channel" and therefore frustrated and addicted; Alessandro, the intern of direction, forced to do the most humble and exhausting jobs; Lorenzo, the photography intern, nicknamed "the slave"; Itala, the secretary who spends half the time getting the affairs of others and the other half getting drunk; Biascica, the chief electrician, A.S. Rome supporter to the core; Stanis la Rochelle, the star paid more than all the production of the series put together, convinced to be the best actor in the world; and Corinna, the recommended one, bad actress with a bad character.

In the second season will also appear Cristina, daughter of a deputy, she also recommended, which replaces Corinna as protagonist, but that will reveal to be worse than her both as a person and as an actress; and Karin, the "bumpkin" of the situation, entered the series because she was able to manage hers bed relationships (imitation of the Ferilli).


The title of the series, Boris, is the name of the goldfish that René carries with him on the set as a lucky mascot.


During the series important figures alternate such as Corrado Guzzanti (in the second series) which plays Mariano Giusti, a crazy actor (in "Gli occhi del cuore" (The eyes of the heart) he plays the evil Count) which hobby is destroying dressing rooms and setting fires, convinced to have next in the car Jesus Christ on the Rome-L'Aquila highway, and Father Gabrielli, priest connected to the Camorra who has never celebrated a mass in his life, now agent of Mariano; Massimiliano Bruno plays Nando Martellone, Roman comedian whose most famous catchphrase is "Bucio de culo!" (Fucking lucky!), become the comic vein of "Gli occhi del cuore" (The eyes of the heart); Giorgio Tirabassi plays Glauco, a friend of René, director of photography who pretends to be a successful director; Margot Sikaboniy (the blonde girl of Un Medico in Famiglia (A Doctor in the Family - Original format: Médico de familia)), who plays the girlfriend of Alessandro; Roberto Herlitzka, plays the Shakespearean actor Orlando Serpentieri, forced to play Nonno Alberto (Grandfather Alberto) in the soap to pay some debts (the level of skill of Serpentieri is clearly higher than the one of Stanis and Corinna, so René asks him to play his role "to fucking dog").

Other characters quite important, but marginal in the story, are the three scriptwriters, seen several times to do everything (juggling, getting drunk, talking on the phone, playing solitaire on the PC) except to write the screenplays. When they actually write, they use the keys F1, F2 ecc. to write more quickly the expressions that the actors have to assume in the scenes (most of the times, the chosen key is F1: basito (astonished)).


Boris is a beautiful and good criticism of Italian drama, of the reasons that lead the various manufacturers to take this path and the way in which are chosen both the cast and the "workers" (machinists, electricians, makeup artists, ecc.).

The actors are very good, in particular Francesco Pannofino (René Ferretti) and Caterina Guzzanti (Arianna dell'Arti).

Historical lines, which echo in the series:

  • "Fammela un po'... a cazzo di cane" (Play it... to fucking dog) (a typical line of René, as well as strong suit of the series)
  • "Corinna... Non mi devi rompere il cazzo!!!" (Corinna... Don't fuck with me!!!) (René, after that Corinna has asked him why she has to say one line rather than another one after a sudden change in the script ordered by the production)
  • "Qui è un po' tutto troppo italiano" (Here it's all a bit too Italian) (Stanis, who hates the quality of Italian actors, having studied acting abroad)
  • "Duccio! Che faccio, smarmello?" "E smarmella!" ("Duccio! What do I do, do I open all the light?" "And open all the light!") (typical exchange of lines between Biascica and Duccio, where the word "smarmellare" (open all the light) indicates the complete opening of the stage lights, without creating any effect)
  • "Facciamoli scopare. Così, di botto, senza senso" (Let them fuck. So, suddenly, meaningless) "Genio!" (Genius!) (two screenwriters, in crisis for a scene that can't write, decide to introduce a love scene between Stanis and Corinna)
  • "Che culo che c'hai che sono eterosessuale. Si ero retrosessuale era tutta un'altra storia" (You're lucky that I'm heterosexual. If I was homosexual, it would have been a different story.) (Biascica, referred to Alessandro, while the latter helps him to install a machine, while everyone on stage is completely naked to convince Corinna to shoot the love scene with Stanis).

What else to say? Ah yes are writing the (real) screenplay of the third season, which hopefully will air on next spring on Fox TV. In the meantime, download it or wait that Rai Tre or La7 buy the rights to broadcast it in clear.

Elenco delle news 2008

Fun

Merchandising | Acquista DVD e gadgets su Boris

Boris - La fuori serie italiana Stagione 01 Boris 2 Boris 3 Boris Il Film (DVD) Boris Il Film (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris Il film - Elio e le storie tese Boris Il film - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

Webmaster: Salvatore Blanca

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione.

Top