This website adheres to the EU Regulation /679, commonly known as GDPR. We use technical and third-party cookies to customize contents and ads, to provide social media features and to analyze our traffic. For more information, read the cookie policy and privacy policy.

Boris reunion at Lucca Film Festival
  • Italy flag
  • United Kingdom flag

News 2007

"Boris", the drama that mocks the drama. Vices, caprices and disasters of a tv set

| Repubblica.it

Repubblica.it  - Article - "Boris", the drama that mocks the drama. Vices, caprices and disasters of a tv set - Page 01 Repubblica.it  - Article - "Boris", the drama that mocks the drama. Vices, caprices and disasters of a tv set - Page 02 Repubblica.it  - Article - "Boris", the drama that mocks the drama. Vices, caprices and disasters of a tv set - Page 03

Italy flag United Kingdom flag Show/hide the transcription and the translation.

Spettacoli & Cultura

In onda su Fox dal una nuova serie satirica e irriverente che racconta il dietro le quinte del genere più seguito dal pubblico


"Boris", la fiction che sfotte la fiction. Vizi, capricci e disastri di un set tv


Nel cast fra gli altri Pietro Sermonti, Carolina Crescentini, Antonio Catania. La regia è di Luca Vendruscolo: "Smascheriamo la rassegnazione al brutto"

di Alessandra Vitali



Roma - Salva le Reti, fa incetta di ascolti e gradimento, batte la concorrenza, garantisce sopravvivenza a una compagnia di giro i cui membri si riciclano in poliziotti e infermieri, carabinieri e cuori infranti, dame dell'Ottocento o Marie Maddalene. La fiction, in tutte le sue declinazioni. Ma stavolta il Re è nudo. Ed è proprio una fiction a smascherare quel che popola, anima, agita la realizzazione di una delle serie acchiappapubblico. Tutto quello che avreste voluto sapere su come funziona un set tv, ma non avete mai avuto l'occasione di scoprire. Ecco Boris, quattordici episodi su Fox (canale 110 di Sky) dal alle , ritmi veloci e chiave satirica per raccontare la storia di una troupe intenta a girare la seconda stagione di "Gli occhi del cuore", lunga serialità e bassa categoria.


Prodotta da Wilder per Fox Channels Italy (per la prima volta un gruppo satellitare produce una fiction di lunga serialità), regia di Luca Vendruscolo, sigla di Elio e le Storie tese, Boris vanta un cast di rispetto con pezzi importanti della nuova generazione di attori italiani. "Il fenomeno che volevamo stigmatizzare - spiega il regista - è quello tipicamente italiano del lavorare senza amore, è una troupe di persone che ha smarrito il senso del lavoro e cerca di rimanere a galla accettando orribili compromessi".


Prima puntata, primo giorno di riprese, passerella di personaggi proprio così come uno se li immagina. Lopez (Antonio Catania) è il delegato di produzione cialtrone che chiarisce: la prima serie di "Gli occhi del cuore" è stata sospesa alla terza puntata "non perché andava male ma perché era collocata male nel palinsesto". Duccio (Ninni Bruschetta), è il direttore della fotografia al quale la Rete chiede un prodotto che sia più brutto di uno spot, sennò quando arriva la pubblicità la gente cambia canale. Biascica (Paolo Calabresi) è il capo elettricista che accetta solo collaboratori di provata fede giallorossa, Arianna (Caterina Guzzanti) è la burbera assistente alla regia, René (Francesco Pannofino) è il regista combattivo ma consapevole della (scarsa) qualità del suo prodotto. Infine, le "primedonne": Corinna (Carolina Crescentini), la starlette incapace, presuntuosa e raccomandata dai "piani alti", e Stanis (Pietro Sermonti), il giovane divo che ama se stesso e i riflettori. Il tutto "raccontato" dagli occhi di un giovane stagista, Alessandro (Alessandro Tiberi). Poi c'è Boris, il pesce rosso portafortuna del regista.


I cliché ci sono tutti. Anche l'ironia per raccontarli. E si ride, spesso e volentieri. Uno dei pregi di "Boris" sta nella dose di acidità e sarcasmo intelligente con cui si fotografano caratteri e situazioni, tic e tormentoni. Esplicite le citazioni e i rimandi ad altre fiction di successo, d'altronde quasi tutti gli attori della serie si sono davvero già misurati con il genere, e sono facce già viste in "Carabinieri" e "Distretto di polizia", "Un medico in famiglia" e "Giovanni Falcone", "L'avvocato Porta" e "Ris". Ed è proprio con i luoghi comuni della fiction che "Boris" si diverte a giocare, smascherandone i meccanismi con cattiveria e irriverenza. E con la partecipazione straordinaria, nel corso delle puntate, di alcune guest star, da Giorgio Tirabassi a Luisa Ranieri, da Margot Sikabony a Valerio Mastandrea.


D'altronde, osserva Vendruscolo, "non di rado le fiction peggiori sono proprio quelle che fanno i maggiori ascolti. E' una comune rassegnazione al brutto, e ciascuno ha il suo modo di adattarsi a questo". In quanto alla differenza di approccio fra una fiction per la tv generalista e questa, destinata alla satellitare, "abbiamo goduto di maggiore libertà - spiega ancora il regista - e questo è stato un bene perché senza libertà non c'è cattiveria, e senza cattiveria non c'è umorismo. Siamo partiti dal principio di non avere in mente una precisa tipologia di pubblico, ma di scrivere qualcosa che piacesse prima di tutto a noi. E' l'unica vera forma di rispetto del pubblico. Fare una fiction comporta una certa responsabilità. Se chi la fa, ha venduto la propria anima, anche l'anima di chi la guarda ne sarà impoverita".


()

Shows & Culture

Airing on Fox from a new satirical and irreverent series that tells the behind the scenes of the genre most followed by the public


"Boris", the drama that mocks the drama. Vices, caprices and disasters of a tv set


Starring among the others Pietro Sermonti, Carolina Crescentini, Antonio Catania. Directed by Luca Vendruscolo: "We unmask the resignation to the ugly"

by Alessandra Vitali



Rome - Saves the Networks, grabs audience and approval, beats the competition, ensures the survival to a company whose members recycle in police officers and nurses, policemen and broken hearts, dames of the nineteenth century or Mary Magdalene. The drama, in all its declinations. But this time il Re è nudo (the emperor's new clothes). And it's just a drama to unmask what populates, animates, shakes the realization of one of the series grabbing audience. Everything that you would have to know about a tv set works, but you never had the opportunity to find out. Here Boris, fourteen episodes on Fox (channel 110 on Sky) from at , fast rhythms and satirical key to tell the story of a crew busy shooting the second season of "Gli occhi del cuore" (The eyes of the heart), long seriality and low category.


Produced by Wilder for Fox Channels Italy (for the first time a satellite TV produces a long seriality drama), directed by Luca Vendruscolo, opening theme by Elio e le Storie tese, Boris boasts a cast of compliance with important pieces of the new generation of Italian actors. "The phenomenon we wanted to stigmatize - explains the director - is that typically italian of working without love, it's a crew of people who have lost the sense of work and try to stay afloat accepting horrible compromises".


First episode, first day of shootings, walkway of characters exactly as you imagine them. Lopez (Antonio Catania) is the scoundrel delegate of production that clarifies: the fist series of "Gli occhi del cuore" (The eyes of the heart) has been suspended to the third episode "not because it hasn't succeded but because it has been badly placed in the schedule". Duccio (Ninni Bruschetta), is the director of photography to which the Network requests a product that is uglier than a spot, otherwise when the advertising was transmitted people change the channel. Biascica (Paolo Calabresi) is the chief electrician who accepts only employees of proven A.S. Roma's faith, Arianna (Caterina Guzzanti) is the gruff first assistant director, René (Francesco Pannofino) is the combative director but aware of the (poor) quality of his product. Finally, the "first ladies": Corinna (Carolina Crescentini), the incapable starlet, presumptuous and recommended by the "senior leaders", and Stanis (Pietro Sermonti), the young star who loves himself and the reflectors. The wole "told" from the eyes of a young intern, Alessandro (Alessandro Tiberi). Then there's Boris, the director's lucky goldfish.


The clichés are all there. Even the irony to tell them. And you laugh, very often. One of the qualities of "Boris" is in the dose of acidity and intelligent sarcasm with which are photographed characters and situations, tics and catchphrases. Explicit the quotes and the references to other successful dramas, indeed almost all the actors of the series were really already measured with the genre, and they are faces already seen in "Carabinieri" (Police) and "Distretto di polizia" (Police District), "Un medico in famiglia" (A Doctor in the Family - Original format: Médico de familia) and "Giovanni Falcone", "L'avvocato Porta" (The lawyer Porta) and "Ris" (RIS: Reparto Investigazioni Scientifiche (Department Scientific Investigations)). And it's just with the clichés of the drama that "Boris" enjoys playing, unmasking the mechanisms with malice and irreverence. And with a special appearance, during the episodes, of some guest stars, from Giorgio Tirabassi to Luisa Ranieri, from Margot Sikabony to Valerio Mastandrea.


On the other hand, observes Vendruscolo, "not rarely the worst dramas are just those that make more audience. It's a common resignation to the ugly, and each has its own way to adapt to this". As for the difference in approach between a drama for the generalist TV and this, for the satellite, "we have enjoyed greater freedom - explains yet the director - and this has been a good thing because without freedom there isn't malice, and without malice there isn't humor. We have started from the principle of not having in mind a specific type of audience, but to write something that would like us first of all. It's the only true form of respect for the public. Make a drama involves a certain responsibility. If who makes it, has sold his soul, even the soul of the viewer will become impoverished".


()

List of the news 2007

Fun

Merchandising | Buy DVD and gadgets about Boris

Boris - The Italian off series Season 01 Boris 2 Boris 3 Boris The movie (DVD) Boris The movie (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris The movie - Elio e le storie tese Boris The movie - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

Webmaster: Salvatore Blanca

© Boris Italia - . Boris Italia is a fansite about Italian tv series Boris. Since , with joy and passion.

Top