Questo sito web aderisce al Regolamento UE /679, comunemente denominato GDPR. Utilizziamo cookies propri e di terze parti per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Per maggiori informazioni, leggi la cookie policy e privacy policy.

Boris reunion al Lucca Film Festival
  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

News 2007

«Boris», su Fox arriva la fiction che prende in giro la televisione

| Corriere della Sera

Corriere della Sera - Articolo - «Boris», su Fox arriva la fiction che prende in giro la televisione - Pagina 01 Corriere della Sera - Articolo - «Boris», su Fox arriva la fiction che prende in giro la televisione - Pagina 02

Bandiera dell'Italia Bandiera del Regno Unito Mostra/nascondi la trascrizione e la traduzione.

Da lunedì va in onda il primo serial prodotto da un canale satellitare


«Boris», su Fox arriva la fiction che prende in giro la televisione


Roma - C'è l'attricetta raccomandata che non vuole rivelare l'età; c'è l'attore mitomane che gigioneggia come un divo d'altri tempi; c'è il regista isterico che urla e strepita contro gli attori «cani»; c'è l'assistente alla regia, anche lei isterica, ma l'unica che lavora davvero. E poi il delegato di produzione cialtrone, il direttore della fotografia troppo pigro, lo stagista incapace... È una troupe scalcinata, la protagonista di «Boris», la prima fiction realizzata da un canale satellitare: prodotta da Wilder, va in onda su Fox Channel Italy (Sky) da lunedì prossimo alle , per 14 episodi. Una fiction nella fiction. Sì perché «Boris» (così si chiama il pesciolino rosso, mascotte della troupe) racconta il dietro le quinte di un set televisivo. Protagonisti, Pietro Sermonti, Antonio Catania, Caterina Guzzanti, Ninni Bruschetta, Carolina Crescentini, Alberto Di Stasio e Francesco Pannofino, con la regia di Luca Vendruscolo. Ma, in ogni puntata, ci saranno anche le guest star come Giorgio Tirabassi, Luisa Ranieri, Cecilia Dazzi, Margot Sikabonyi, Roberto Herlitzka e Valerio Mastandrea. Dice Vendruscolo: «In giro si vede fiction bella e brutta. Ma il fenomeno che volevamo stigmatizzare non era tanto la fabbrica della fiction in quanto tale, quanto il modo, tipicamente italiano, di lavorare senza amore. E non per colpa di chi lavora, ma per il prevalere del meccanismo sulle motivazioni auspicabili del fare». Interviene il produttore Lorenzo Mieli: «Nel panorama televisivo è una proposta nuova, non tanto per l'argomento che affronta, quanto per il linguaggio che usa. È una presa in giro del mondo della tv, certo, ma non solo una parodia: è una commedia con humor acido, cinismo, cattiveria». E Sermonti, che i set di fiction importanti li frequenta da tempo, sottolinea: «Di attori come quello che impersono in questo caso ne ho conosciuti parecchi: ho notato che, quando si arrabbiano, cominciano a parlare in terza persona. Per me - prosegue - non è stata tanto una fiction: in "Boris" ho sentito molta verità su quello che è la vita di un set. Mi sembrava di stare in un documentario o in un film di Cassavetes». Molto soddisfatto Fabrizio Salini, direttore dei programmi di intrattenimento di Fox: «Un lavoro del genere sui nostri canali mancava. Naturalmente, rispetto alle fiction della tv generalista, "Boris" non aspira a raggiungere un pubblico particolarmente vasto, quello che va dai 4 agli 80 anni, ma una platea "profilata", che è poi tipica della tv satellitare. Ma anche per questo abbiamo avuto maggiore libertà nel confezionare il prodotto». ***



Costantini Emilia


Pagina 63

() - Corriere della Sera

From Monday airs the first serial produced by a satellite channel


«Boris», on Fox arrives the drama that mocks the television


Rome - There's the recommended starlet that don't want to reveal the age; there's the mythomaniac actor that poses as a star of the past; there's the hysterical director that screams and clamors against the actors «dogs»; there's the first assistant director, even she hysterical, but the only one that really works. And then the scoundrel director of production, the director of photography too lazy, the incompetent intern... It's a shabby troupe, the one protagonist of «Boris», the first drama realized by a satellite channel: produced by Wilder, airs on Fox Channel Italy (Sky) from next Monday at , for 14 episodes. A drama in the drama. Yes because «Boris» (so it's called the goldfish, mascot of the crew) tells the behind the scenes of a tv set. Protagonists, Pietro Sermonti, Antonio Catania, Caterina Guzzanti, Ninni Bruschetta, Carolina Crescentini, Alberto Di Stasio and Francesco Pannofino, directed by Luca Vendruscolo. But, in each episode, there will be also some guest star as Giorgio Tirabassi, Luisa Ranieri, Cecilia Dazzi, Margot Sikabonyi, Roberto Herlitzka and Valerio Mastandrea. Vendruscolo says: «In tv you see beatiful and ugly drama. But the phenomenon that we wanted to stigmatize wasn't so much the factory of the drama in itself, but rather the way, typically Italian, to work without love. And through no fault of the worker, but for the prevalence of the mechanism on the desirable motivations of doing». Intervenes the producer Lorenzo Mieli: «In the television panorama it's a new proposal, not so much for the argument that deals, as for the language it uses. It's a mockery of the world of the television, of course, but not just a parody: it's a comedy with acid humor, cynicism, malice». And Sermonti, that the sets of important drama frequents them for some time, emphasizes: «Actors as the one I play in this case I have known several: I have noticed that, when they get angry, they start to talk in third person. For me - he continues - has not been so much a drama: in "Boris" I have heard a lot of truth on what is the life of a set. I felt to stay in a documentary or a movie of Cassavetes». Very satisfied Fabrizio Salini, director of the entertainment programs of Fox: «A product like this one on our channels missed. Of course, compared to the drama of the generalist tv, "Boris" doesn't aspire to reach an audience particularly wide, the one ranging from 4 to 80 years, but a "profiled" audience, which then is typical of the satellite television. But also for this we have had more freedom in packaging the product». ***



Costantini Emilia


Page 63

() - Corriere della Sera

Elenco delle news 2007

Fun

Merchandising | Acquista DVD e gadgets su Boris

Boris - La fuori serie italiana Stagione 01 Boris 2 Boris 3 Boris Il Film (DVD) Boris Il Film (Blu-ray) Boris 3 - Carmelo Travia Boris Il film - Elio e le storie tese Boris Il film - Carmelo Travia e Giuliano Taviani

Webmaster: Salvatore Blanca

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione.

Top