Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Chiudendo questo banner e continuando la navigazione sul sito acconsenti all'uso dei cookie in accordo con la nostra policy. Per maggiori informazioni leggi qui.

Accetta
  • Bandiera dell'Italia
  • Bandiera del Regno Unito

Meme: Boris 2

Ultimo aggiornamento:

S02E01 - La mia Africa (prima parte)

Allora non facciamo la mandria tutti insieme come al solito. O da soli, o al massimo in coppia. Va bene? Ognuno con qualcosa da fare. Un luogo dove andare. Senti ragazzo mio. Allora 'sto lavoro si fa soltanto in 2 modi. Il primo è co' 'a fissa dei sindacati, co' 'a paura de fasse male, co' 'a voglia sempre de stacca', d'andassene a casa, il secondo invece è co' la passione! Capito? La passione per questo lavoro. Anche morto, ma con passione. Aprila, aprila, Biascica, aprila tutta. Aoh! A merda! Attacca quer cavo.
Oh, cagna fino alla fine questa, proprio cagna fino all'ultimo, proprio! Dai con l'applauso a Corinna! Dai che è l'ultimo giorno di Corinna! E mo che cazzo se inventamo? Dobbiamo eliminare Corinna e fare entrare in scena la cugina. Scusa René, scusa, è che c'ho Madre Teresa dentro, eh, scusa scusa scusa.
Oh sia chiaro: io, ar gabbio, nun ce torno! No no no, René. Io non muoio. Io sparire nel fiume, ricordatelo, posso tornare quando voglio. Verrà un giorno che la mia (a)gente si ribellerà di tutto questo. Il vostro modo di fare, la vostra mentalità. Mo adesso ti allunghi 5 minuti, Sergio tuo te va a pija un bel bicchiere d'acqua e un fularino pe' 'l collo e te passa tutto, capito? Perché l'importante è avere il collo sempre caldo.
- Pijate 'sta tigre. 700 euro t'a metto. 'sta na chiavica. C'ha un enfisema. | - Ma che cazzo ce faccio c'a tigre? Che sto girando un safari? Povertà, povertà ma quanto ce costa 'sta povertà, René. Pija li sordi con l'assicurazione, che bucio de culo! Quando io guardo il fiume Ngube, io vedo Pomezia! Lo capisci che c'ho un problema o no?
Sì anche tu mi mancherai tantissimo Corinna. Mi mancherà tutto di te. A parte la professionalità, il talento, ma mi mancherà... quello che mi mancherà di più secondo me... è l'amicizia! Duccio! Aoh, ah Duccio! Senti, ma guarda che questa luce è poco africana secondo me. Tu mi devi promettere René che questa maledetta Africa tu m' 'a chiudi tutta entro stasera. - Da quando sto preparando questo personaggio, io sto pensando molto e allora volevo sapere se tu sei... sei credente? | - Beh, diciamo che sto seguendo un mio percorso, capito, ma lo sto facendo molto velocemente, sai, molto molto molto velocemente.
Ma chi cazzo è! Che cazzo fai! Sei entrato in campo, testa di cazzo! Mandate via quel pezzo di merda! Sei uno stronzo, m'hai rovinato tutto! Sei entrato in campo, porca puttana! Vai via, non ti voglio vedere mai più, capito? Testa di cazzo, di merda, vaffanculo! Me ne vado, ciao! Per esempio: lei, si chiamava Teresa, ma, non era italiana! No, non sto calmo. Non sto calmo. Sto appassionato! - Te s'è rotto lo schiavo. | - Come rotto? | - Ha fatto boom.
Però te prego René chiudi tutto entro stasera. Perché tutta quest'Africa qua è tutta una rogna, va bene?

S02E02 - La mia Africa (seconda parte)

'o sai qual è il problema tuo Alessa'? È che a te ancora nessuno t'ha mai menato veramente, capito? Questi a tavola il padre glie fa: Amore, a voi a Pirelli? E lei glie fa: No papà, nun me va, che palle. Glie fa che palle, hai capito? Devi stare muto. Basso profilo, chiappe strette e sperare in Dio! Sì, ma io ero venuta questa mattina. Solo che uno m'ha detto di andare via e me ne sono andata.
Vedi, io ho fatto tanti errori nella mia vita. Ma li ho espiati tutti lavorando con Corinna. Tu sei roba mia. Io ti ho voluto, io ti ho scelto, tu non vai da nessuna parte! Non vai da nessuna parte. Ah bello, io tra 6 mesi so' la Ferilli! Capito? Libera la creatura, ho bisogno di guardarla negli occhi. Non sento... è italiana?
Li mortacci tua. Che fai, butti i sordi? Sbrigate! Senti, ma non parte un Padre Pio da giovane così ci liberiamo anche di lui, eh? Si voi me dite che nun glie va de palleggia', noi 'o accettamo. Ma nun me venite a racconta' che non sa giocare a pallone perché veramente me incazzo. Sul contratto di Madre Teresa c'ho fatto scrivere: nessuna scena di nudo. Lo sai come hanno reagito loro? Zitti, non hanno battuto ciglio, genuflessi proprio.
Perché questa sarà pure la fija de Mazinga, ma noi, siamo dei professionisti! Mi avevi detto di ricordarti che oggi è il compleanno di Benigni. Ed è proprio quello che ho capito oggi, che siamo tutti uguali. Che gli unici colori che contano sono quelli della natura. E che c'è un'unica, grande parola che ci unisce tutti. E quella parola è, amore. Tanti auguri, maestro.
Tipica faccia da stronzetta.

S02E03 - Chi si salverà?

E allora chiaramente ho accostato, che fai non accosti? Ho accostato, abbiamo scelto una piazzola. È una sfida! Mi stai sfidando. E non si riesce a starti dietro. Stai 10 anni avanti. Sì, accetto la sfida! - Il Beato Frediani è un ruolo per un attore di prima fascia! Tu sei un attore di seconda fascia! | - E chi lo fa? | - Un attore di prima fascia! | - Chi. | - Frizzi. | - Chi? | - Fabrizio Frizzi. Tutto sommato qua ti si chiedono 3-4 facce: basita, preoccupata, spensierata e intensa, che è la più difficile.
Bubù fece il cane, miao miao disse il gatto. E insieme, salirono sull'arca. Ti prego Signore, fammi fare Padre Frediani. Dammi quel ruolo e io non urinerò più. Per una settimana. - Tu devi sempre di... guardami in faccia... devi sempre dire Ti prego. | - Ti prego. | - Ti prego e poi chiedi quello che ti pare. - Ma è incredibile! Ma tu sei identico a Doc. | - E chi è? | - Doc! Lo scienziato pazzo di Ritorno al futuro! Doc.
I valori sono tutti sballati, Conte. Ma se devo essere sincero, è la bilirubina che mi preoccupa. Hai visto come camminava mentre parlava al telefono? Faceva la camminata da senso di colpa. C'hai fatto caso? - Mo arriva pure er terzo. | - Come lo chiamate? | - Francesco Totti. | - Francesco Totti tutto attaccato? | - No. Staccato. Francesco Totti Biascica. Come... Orso Maria Guerini. - Ero sulla Roma-L'Aquila, guidavo, ero solo in macchina, a un certo punto mi volto e sai chi c'era accanto a me? | - No, chi c'era? | - Gesù. | - Chi? | - Gesù Cristo.
Gli occhi del cuore ha un grosso problema ed è... il trucco! - Vuoi che ti mostri il set? | - No no, voglio andare nel mio camerino. Ho sonno. Poteva andare per pastorelli. Perché? Andava a pastorello, è pieno di pastorelli. Il basso Lazio è tutto un pastorello a perdita d'occhio. Qua siamo in due e mi sembra che l'unico, fra noi due, che sta facendo uno sforzo per evitare che io ti meni sono sempre io, la stessa persona che poi, prima o poi, ti menerà!
Il fuoco, l'esperienza del fuoco, vabbè, io te la consiglio. Ce sei rimasto, eh? Non ce l'hai più quell'aria da me sento sto cazzo. Guarda, se io mi fossi messo a dare un senso alle battute de Gli occhi del cuore sarei diventato pazzo. Capisci? Cioè tu mi trovavi proprio a Campo De Fiori, scalzo, con la chitarra. Io da qua nun me ne vado. Te faccio solo un nome, Sergio: Romanelli. Te piace?
Allora te lo dico in un altro modo. Se il Presidente non è contento della squadra, o chiede all'allenatore di cambiare qualcosa o cambia l'allenatore. Ma come che significa, René? Significa che 'sto set è blindato. Me sembra Alcatraz, me sembra! So' tutti protetti da, da consiglieri d'amministrazione, da senatori, da membri della Corte Costituzionale! Perfino da un Cavaliere de Malta! Lui non ti dice: Le faremo sapere. Eh? Adesso l'arroganza dell'uomo fa la Rete, l'uomo. Nel Testamento Vecchio e Nuovo non troverai mai queste parole: Ti faremo sapere. Perché non le trovi? Perché non sono le sue parole.

S02E04 - Il travestimento è saltato

Ma come no! Alla fine me ce so' fatto 12 anni. Guarda, è un toccasana. Cioè, ogni tanto ancora me vie' da piagne' però in compenso non me ne frega un cazzo! Mo ti mando il numero col messaggino. Biascica, dai retta a me. Chiuditi a riccio. Non leggere più niente. E ti passa tutto. Più cosce, Lopez! Ci vogliono più cosce! La verità è che qui contano solo le amicizie, le protezioni. È un mondo di merda, Arianna.
Dai! Sergio! Ma rilassati, dai! Goditi la vita che è tanto bella. Io a lavorare con il più grande drammaturgo italiano! Chi l'avrebbe mai detto! Stai attento perché io a te te faccio corca'. Hai capito? Io a te te faccio spara' alle gambe. Dice: fatti vedere, parla con qualcuno. Io non parlo proprio con nessuno, io mi faccio i cazzi miei!
È il mio lavoro, René. Io non ti perdo mai di vista. E non m'hai fatto nessun occhiolino. Comunque senti, io trovo molto coraggioso da parte della Rete aver scelto te per il ruolo del Commissario, anziché prendere il solito calabrese co' i baffi. Che mo non è perché so' 'na guardia non posso esse' bona. Dico bene? È vero, è un mondo difficile, ci sono tante incomprensioni, tanti scazzi, tante cose. E va bene, questo lo so. Ma finisce tutto a fine giornata! Oh, non dimentichiamoci che è e rimarrà sempre una fiction de merda!
Ho smesso di leggere. Non leggo più niente. Ma niente, eh. Libri, giornali, riviste. Mi ha fatto leggere un suo testo e io ho pensato, ti giuro: o questo è un genio o è uno stronzo. A merda! Daje! Sali su 'sta sala! Chiudi 'sto 5000! Come t'ho insegnato, daje! Sappi che ti stai parecchio imborghesendo, eh. È perché c'hai la zoccola?
In realtà è molto raro che una persona si mette a parlare con una foto. Qualsiasi cosa risulta un po' finta. Già se guardi la foto è molto forte di suo. No, hai ragione, non è tutto tutto uno schifo. Sei un amico! René, sei un pezzo di merda, hai capito? Tu, devi fare presto però, ti devi trovare una buona protezione politica.
Tino è come Galileo Galilei. Cioè un uomo dal nome singolare e dal cognome plurale. Tutti a dirmi lavori con il vecchio Ferretti, il vecchio Ferretti di qua, il vecchio Ferretti di là e invece vecchio manco pe' niente. Tu sei uno che ancora glie'a molla, eh. Voglio andare a lavorare in un posto dove la politica non c'entri nulla, dove non dipenda tutto dal potere e dai soldi!

S02E05 - L'affaire Martellone

'tacci vostra, 4000 a settimana pe' scrivere 'sta merda! Guardiani, apriamo le porte del cesso d'oro, per Nando Martellone! Attaccate ar cazzo, ar cazzo te devi attacca'. È come, come 'na protesta. Come... come gli straordinari d'Aprile!
No, co'... co' mi padre c'avevo un non buono rapporto. Perché quando parlava, no, era brusco, violento! Te diceva: vie' qua, merda! - Una volta ottenuta la sua attenzione, le buttiamo lì un commento acido sprezzante, un CAP. | - Cos'è? | - Commento acido programmato. - Ah senti, a proposito, questo vostro reality, come viene? | - Una bomba. Dieci personaggi famosi dentro una casa senza bagno. Brbrbrbr buonasera! E sentite questa. Prrrr. Eheh fa ridere.
Io non riesco a volergli male a 'st'omo, è troppo simpatico! VAFFANCULO! Il notaio comico de li mortacci vostra! Ogni secondo qui corrisponde a 3 secondi fuori. Il tempo non passa mai qui, facci caso. Ma vedrai che si sgonfia tutto, Nando. In questo paese la gente, dimentica.
Stanis, io ricevo più o meno 200 approcci l'anno e devo dire che il tuo è in assoluto il peggiore. Io Arianna, voglio essere ottimista. Io voglio combattere. Perché a me mi è successa una cosa brutta, Arianna. Ma io voglio uscirne più forte di prima! ♫♫ Non spingere il pulsante, La casa senza il bagno, ritornerà tra poco, non è soltanto un gioco! ♫♫ La morte è meglio. Muori e passa 'a paura.
- Ricordiamo solamente la settimana della lasagna. | - O il doppio caffé. - Poi è difficile, è scritto strano perché cioè prima ci sta dove stanno i personaggi, poi dopo i personaggi si mettono a parlare e quindi io faccia fatica a seguire. Non si può cambiare? | - No, no, proprio le sceneggiature si scrivono così. Cioè, prima la didascalia con le azioni e poi i dialoghi. Già da un po' è così. Noi non abbiamo questo tipo di pregiudizi, non c'interessano queste cose a noi. Regola numero 1. Fare finta di niente. Passività, indifferenza.
Regola numero 2. Bisogna creare un contatto con la ragazza, parlarle. Ma mai arrivandole da dietro, nè davanti, bensì di lato, seppia. Martellone è stato sentito stamattina, è stato subito rilasciato dagli inquirenti ma rimane indagato per detenzione e spaccio di stupefacenti. Rischiavo di perdere 80 milioni di euro, poi, alla fine, ne ho persi solo 10, quindi. Sei troppo forte Martellone. Cioè sei retrosessuale e pussa via, però a ride' fai ride' da mori'. Grande.
Le faccette! Servono le faccette! Siamo della fiction. Stiamo lavorando. E niente, te volevo esprimere tutta la mia solidarietà pe' 'sta faccenda delle battone. Ecco chi sei! Ecco chi mi ricordavi. Tu sei mago Ciccio!
Vado in coma! BUCIO DE CULO! Bucio de culo era uno spettacolo chiaramente di sinistra, no? Io invece 'sta volta vorrei fare una roba un po' più tradizionale, più conservatrice. Vorrei chiamarlo... E sti cazzi! Come te sembra?

S02E06 - No logo

Secondo me dovresti un attimo ripensare a quest'ultimo anno di vita, eh? Poi al di là di come va a finire tra di noi. Oh! È importante però che non dici cazzate, senno eh... È lo spiegone. Cioè, nelle serie televisive ciclicamente bisogna rispiegare quello che è successo, la trama, si fa soprattutto per i vecchi, Cristina. Hanno appena chiamato dalla Rete e la scena della colazione è stata tagliata. L'hanno trovata irrispettosa.
Io so mangiare senza far vedere quello che mangio e so bere senza far vedere quello che bevo, d'accordo? La scuola di Marcel Marceau sul curriculum non sta lì per caso. Quello che sta succedendo oggi qui, all'estero, dove io lavoro, non sarebbe mai successo. Perché lì c'è una serietà, una precisione, un senso... porca puttana, etico, del lavoro, che qui s'è perso totalmente! Ma tu lo sai, cara la mia Sofia, che questo cavatappi qui a stantuffo, in Italia, lo fanno solo a Livorno. Qui meno domande fai e più hai la possibilità di passarla liscia.
- Che ci fai qua? Mi vuoi fottere il posto? | - Ma che sei matto, il posto tuo a me me fa' schifo. Faccio come gli americani, va bene? Non la giro, non la giro! Sì, ora ti dico una cosa. Non la dimenticare, eh, è una cosa importante. Non mi devi mai toccare. Mai. Mai. Soprattutto oggi niente telefonate che è un periodo che sei distratto e non va bene per niente.
Ah bella! Come stai? Eh eh! Quando ce li laviamo 'sti capelli, eh? Quello che rende grande questo paese sono le contaminazioni. Oggi siccome ci sei te, recito all'americana, per te. - Sai andare in monopattino, sì? | - Imparo, Glauco.
Ho preso il primo aereo. Sei uno stronzo. Stronzo, stronzo. - Stamo un po' in crisi. | - È tutto il paese che è in crisi, mannaggia alla miseria! Ale, ma tu sei diventato una specie di soldato. Te ne rendi conto? Dopo un'operazione così lunga, lui dovrebbe fare che ne so, un'azione... autoriferita.
- Avete scopato? | - No! | - Vi siete baciati? | - Sì.

S02E07 - A morte il conte

E daje un par... aoh, a Sergio... nun me guarda' co' que'a faccia, eh, tra di noi ce deve essere un rapporto equo. Do tu des. Cioè io do, tu des. Un rapporto equo e solitario. Nun me paghi? Armeno famme bestemmia'. È arrivato il Papa nero! Oggi non si gira! L'umanità ha finito di girare! Non ricordo, nulla. E tutto è una nebbia. Un nebbione. Nulla. AHHHH. AHHHH. Nulla. Ah René e lo sai meglio de me che quando l'italiano sente il tintinnio delle manette er pensiero glie ce va. È normale! E dai!
♫ Finché avrò respiro, fino a quando tu vorrai ♫ | ♫ Non avrò paura, se tu sei con me ♫ | ♫ Io ti prego resta con me ♫ | ♫ Credo in te Signore, nato da Maria ♫ | ♫ Figlio eterno e santo, uomo come noi (PROPRIO come) ♫ | ♫ Morto per amore, vivo in mezzo a noi (In mezzo) ♫ | ♫ Una cosa sola con il padre... ♫ | - Mariano. | ♫ E con i tuoi ♫ | ♫ Fino a quando io lo so ♫ | - Mariano. | ♫ Tu ritornerai (Eventualmente) ♫ | ♫ Per aprirci il regno di... Dio # E ricorda che è con le sostituzioni gratuite, fatte al momento giusto, che l'Italia è diventato un grande paese. Lo faccio! Lo faccio io. Grazie Sergio. Non sai da quanto tempo aspettavo questo momento. L'anno scorso, quando io distruggevo, spaccavo, lo facevo male e infatti avevo perso il piacere di distruggere, il piacere del fuoco, della benzina, avevo perso tutto. Adesso lo faccio, per un'ideale. Non sono più solo, lo faccio per qualcuno che è sopra di me.
M'hanno sfrattato. Sto cercando una sistemazione alternativa. Tu continua a lavora' come un matto che poi nella vita non se sa mai, eh. Non dire altro. Tu da stanotte dormi da me. D'ora in poi su questo set, non si può più bestemmiare.
Non è possibile che ogni giorno c'hai un problema personale. - Però René, 'sto personaggio della puttana, a me non... | - Ma non è una puttana. | - È una puttana. | - No! | - È una puttana. | - È una poliziotta. | - Poliziotta puttana. | - No. Sembra... ma non è. | - Poliziotta fino alle 8, poi stacca e fa la puttana. | - Sì. Però guarda, io m'o sento, che noi potemo diventa' le meglio amiche. Succede sempre così. Arrivo sul set, litigo co' 'a peggio stronza e alla fine diventa la mejo amica mia. Io però vorrei sapere una cosa. Quando mi verrà restituito tutto quello che faccio per gli altri.
Senti, a me... me sa che da personaggio, 'sto conte mi piace da mori', fisicamente, ma non lo so, io qua Sandra la vedrei un filo meno zoccola, che dici? Io ieri sera me la so' letta e riletta 'sta scena e in fondo il senso è sempre lo stesso, cioè, questa è una scena chiaramente, erotica! Continua. Sempre in DO minore. Non alzare. Non alzare di una terza. Tu mi dici che l'ho rubato, sì l'ho rubato ma Gesù Cristo mi ha già perdonato per questo e tu non mi perdoni?
Ma tu ti sei accorto di quanto sono cambiato io rispetto all'anno scorso? Penso che si veda. Eppure io lo so che tu c'hai delle capacità, l'ho capito. E ti voglio dare una possibilità.

S02E08 - Il cielo sopra Stanis

Vabbè, ma amici come prima, dai, non te preoccupa', eh. - Eh, scusate? Do' sta il mio camerino? Oops! Scusate. | - No, è l'altro teatro. | - Ah, l'altro... Grazie. Guardiaaaa! Guardiaaaa! Hello Wim, it's Stanis. I'm not really not happy that you don't came because, because you've been a little bit Italian today, if I... I'm sorry to tell you, this, but, but it's true. So, what do you want to... me to tell? Ok. Say goodbye to your wife, your children, bye bye.
Quando siamo pronti, mi chiamate. Io mi metto lì a leggere. E se permetti, le mie amicizie, me le gestisco io. No, Stanis, le scene di Occhi del cuore sono tutte devastanti. Senti, io stavo pensando no, ma perché non c'appartiamo, non lo so, nei camerini, nel bagno, in un posto strano come piace a te, eh?
Minutaggio bisogna fare. Non sono più uno schiavo, ti rendi conto, non sono più uno schiavo! Tu ti rendi conto di quanti verbi hai usato? - Senti un po', ma... quanto hai pensato nella roulotte? | Tantissimo.
- Dov'è Duccio? | - È in camper, non vuole essere disturbato, sta pensando. Thank you for being so not Italian. Ti stai imborghesendo René, non ti riconosco più. Tu sei una minchia. Sì, una minchia.
- Stanis, per piangere, vuoi un po' di mentolo negli occhi? | - Mentolo? Ma... come si permette questa qua di dirmi se voglio il mentolo per piangere.

S02E09 - La figlia di Mazinga

E allora fai la regia. Pijate 'na bella macchinetta e te ne vai pe' fratte, te giri, che ne so, quelle cose... sociali, quelle cose comuniste come piacciono a te. - Chi è Mazinga? | - Mazinga... è un eroe... positivo. Un eroe. È una stronzetta che fa come le pare, che arriva quando le pare. Ascolta, quando qualcuno ti chiede se hai bisogno di tempo, tu gli devi dire sempre sì.
René, me raccomando, con quella gira tutto quello che puoi, perché non se sa questa quando se ripresenta, eh. Lo vedi che fa quest'effetto il tedesco... fa ridere un po'. No niente, io non ce l'ho con te, Stanis, io ce l'ho co' gli sceneggiatori. Questa è una scena de merda! - Ma tu non ti lasci mai andare? | - Diciamo che non è la mia specialità.
È finita Arianna. M'hanno dato Machiavelli! - Non se ne esce, non se ne esce! Porca miseria. Perché... no, no! | - Metti... | - Ma che metti? | - Metti il 5 di picche sotto al 6. | - È l'unica. Perché non provi, così, quando ti capita, nella vita di tutti i giorni, perché non provi a dire quello che veramente pensi? Questa è la fija de Mazinga e questo è un paese dove i nomi contano.
Si è già sparsa la voce, capito, sciacalli! Ascolta, quando qualcuno ti chiede se hai bisogno di tempo, tu gli devi dire sempre sì. Buongiorno! Sono Dottor Zingler, grande amico di Dottor Giorgio. Sto cercando di farmi delle esperienze, delle... così, ma... anche facendo lo schiavo.
Tu devi stare tranquillo, amico mio. Sei troppo nervoso. Mangia meglio, goditi la vita, vai a rubare, fai qualche cosa. Secondo me qui tu sei la più figa di tutti. Intendo come persona.

S02E10 - Un tuzzo

Ma guarda che basta che giri tutta una cosa che non ce se capisce niente, poi ce pensa er montatore che t'a intorta. Dobbiamo lottare, scena dopo scena, giorno dopo giorno, ti prego, non mollare! Ma, non lo capisci che è tutto finto, è tutto fasullo. No, te volevo dire, che... fa parte del professionismo, farsi i cazzi propri.
Hai finito d'attaccarmi la pippa, René? Stella mia, ho saputo che t'hanno corcato! Quanto m'è dispiaciuto, tu non sai quanto m'è dispiaciuto. E scusami René, ma i fuochi erano perfetti! - E ho scoperto chi è stato a menarti l'altro giorno, 'sti bastardi. Ma lo sai chi è stato? | - Chi? | - I Rumeni.
Sergio, la pesca è così. Per settimane tu non prendi una minchia, una notte, Dio ti premia, co 'ste chilate di saraghi. Alessa', le cose nella vita vanno prese ar volo. La devi mordere 'sta vita. Tanto lo so che sei un mandrillo che ti piace farlo nei posti strani. Tu me fai sangue, lo sai, sì?
Non è un problema piangere. È solo che la scena è brutta. E io oggi non sono dell'umore di fare cose brutte. Disdici i cestini. Organizziamo una giornata all'insegna della salute. E del sarago. Può succedere che due non s'acchiappano. Può succedere. La mollo questa fiction, Arianna, eh! E siccome so come funziona queste cose qui, voi mi rimpiangerete, eh, perché sarete costretti ad acchiapparvi il primo Castellitto che passa e saranno dolori per tutti, capisci?
Eccala là, un'altra scena de merda de baci de merda! Sento puzza di capolavoro, anche di pesce, ma soprattutto di capolavoro! - Io lo sentivo che eri innocente. | - E invece ti sbagli. Sono colpevole. Sono colpevole... di amarti. Che c'è bisogno che ve 'o dico? 'sto ragazzo è 'n tronco!

S02E11 - L'Italia che lavora

Io da quella faccenda sono stato ASSOLTO con formula piena. Ma certo che posso fattura', ma voi mi offendete, che pensate che sono sprovveduto. Vabbuò, se volano i schiaffuni vuol dire che chist è nu set allegr, è nu set divertent, dove si ride o verament. Se tu mi fai fare il provino per il Beato Frediani, io e te continueremo a collaborare. Altrimenti, ci rivedremo in cielo.
Che consulenza de merda! Ho pensato, chissà se il Padre che è così disponibile, ce farebbe una consulenza sulla famiglia. Detur mei nihil. Malum est, tetrum profluvium, litor fruor, fungor potior, ego sum pro habeo! Spendi, spendi, libera la tua fantasia, libera la tua creatività, sogna, lasciati andare, René, ma soprattutto, famme fattura'!
So' gli straordinari d'Aprile! - Senti ma, il Conte, in fondo, è anche buono? | - No, il Conte è una merda. Io amo il proletariato e te lo voglio dimostrare in questo momento trovandoti una pari grado. Io n'aggia mai detto messa in vita mia e non voglio cominciare. È chiaro? È l'unico giorno che ho pe' sta co' mio figlio.
Ma che c'entra la fede, ma lascia stare 'a fede, 'a fede è n'atra cosa, la fede è la Champions League, noi stiamm giocando 'o Campionato, è n'atra cosa, o capisci? - Questo padre che lei ha accanto, è molto legato a certi ambienti della Camorra. | - Sì, ma pochi purtropp. | - E spara. | - Sì, due soli sparano, gli altri non sparano. È che ho capito di aver sbagliato tutto nella mia vita. E Machiavelli è stato... il detonatore! L'amore infecondo, è all'origine di queste carriere. La fornicazione, pesante, la travisazione dei sensi. Sono tutte carriere che nascono in certi alberghetti, a 2 stelle, vicino alla stazione, momenti di squallore che diventono lavoro.
O Beato Frediani lo fa Frizzi. E se non lo fa Frizzi, c'è già pronto in panchina Amadeus. Ma che cos'è un pacchetto azionario? È fisicamente un pacchetto o no? E poi quando s'improvvisa mi mandi a nozze, mamma mia. Quelli sono i verbali dei consigli d'amministrazione di Villa Orchidea. È tutto scritto lì dentro, nero su bianco, caro Conte.
Ha visto Padre? Adesso lo vede così, sembra un uomo finito ma questo è uno che mena, questo è uno forte. PRONTO, SIGNO'! SO' GUARITOOO! ER PROBLEMA NUN ERA MI' PADRE, NUN ERA MI' MADRE, ERANO 'I STRAORDINARI D'APRILE, SIGNO'! SO GUARITO, SIGNO'! SO' GUARITOOOO! Fai una scelta coraggiosa. Stacchiamo 2 ore prima. Mi sono rotto il cazzo. Quando 3 anni fa mi hanno offerto questo ruolo, mi hanno detto: 'Sto Conte è un personaggio che cambia, vedrai che è cattivo ma poi diventa buono, 'sto Conte si trasforma, 'sto Conte è 'na sinfonia, questo Conte questo, e invece 'sto Conte stocazzo! Lo posso dire, Padre, stocazzo?
Mellone! Nu suc' e mellone. Tu, tu ti devi trovare una pari grado, una camerierina. Tu devi cercare Tarzanetto. Vai. Vai dove è andato anche il ragazzo.

S02E12 - Usa la forza, Ferretti

Abbiamo fatto una sola scena, ma non sai che scena. Una pepita d'oro, un capolavoro di 40 secondi che lo puoi mandare a un Festival! È coffee break signori! Tarzanetto, io lo conosco Tarzanetto. Ettore Fabiani, lo chiamavano Tarzanetto perché passava da un progetto all'altro come sulle liane. La fiction è così. Va fatta e contestualmente dimenticata.
Ma vaffanculo a te, i palazzi, i palazzi nani, i maggiordomi, i cani, i giardini e l'anima de li mortacci tua, 'sta psicopatica! È incredibile la passione che ci metti! Mi piace molto di più fare il direttore della fotografia. Interno/esterno, aperto/chiuso, poi smarmelli e porti a casa. Siamo sotto elezioni, c'è grande tensione Ferretti. Non la sente la tensione?
Io per esempio vedendomi recitare ho capito che non voglio più fare l'attrice. Vieni René, ti offro subito una bella sambuca. Tu devi fare le cose e te le devi dimenticare. La sera esci, non rimanere davanti alla televisione. Una bella sambuca si trova sempre, continua tu.
Usa la forza, Ferretti.

S02E13 - Il sordomuto, il senatore e gli equilibri del paese (prima parte)

Io sono talmente vero in scena che porto con me questa specie di alone di credibilità che ti risucchia dentro. È una grande sceneggiatura, una grande storia, un grande tema, un grande affresco storico ma... non si farà MAI! Io penso che, ognuno di noi, possa e debba contribuire alla forza della squadra. Cioè penso che, che il tutto sia più importante della somma delle parti. Noi tutti vogliamo che Cristina sia felice. Ma la ragazza, è molto amata dal pubblico. E in questo paese, l'amore, comanda. Io non posso fermare l'amore.
Io se continuo a fare questa schifezza per altri 10 mesi, io mi ammalo! Io ho studiato da Marcel Marceau a Parigi, una tecnica molto semplice. Io riesco a correre, stando fermo. Io non voto, Itala. Perché la politica è come la fiction, la vivo da protagonista. Vabbè, Arianna, la risolviamo, non ti preoccupare, la risolviamo.
E qui si capisce perché ti hanno affidato il Machiavelli. Non sei mai stato capace di leggere la temperatura politica! Duccio, stavolta hai fatto proprio una luce a cazzo de cane vera, proprio, eh, che hai fatto, hai aperto tutto? Ah Dotto', a noi ce arrivano dei fogli che dovemo girà, non è che l'arte c'entri più de tanto. - Non l'ho convocato. | - Come non l'hai convocato? | - Non l'ho convocato, cazzo, me so' scordata.
- Duccio. Ti ho preparato una botta gigante. | - Dai, non lo sai che ho smesso? Io c'ho pensato. Tu m'hai messo in difficoltà. Perché tu... non mi sei indifferente. Guarda che qui si profila l'ennesimo pareggio elettorale, e sarebbe gravissimo! Se non sai chi vota' domenica, questa è una brava persona.
Tu vai in cabina con il cellulare, fai la foto alla scheda, glie mandi il messaggino co 'a foto, così lui c'ha il numero e se ricorda de te. I sondaggi politici hanno preso l'ennesima toppa. Qui si potrebbero ribaltare i dati che sembravano certi fino a qualche giorno fa. Io t'ho chiesto d'annartene a fanculo, so' mesi che te l'ho chiesto! René, mi dispiace un sacco per l'altro giorno. Ti fa ancora male?
Ascolta, io... ti ferisco adesso, per non ferirti molto di più dopo. Capisci? Perché credo che, la nostra storia, insomma, non possa andare avanti, insomma, penso che dovremmo fare tutti e due, un passo indietro, sì. ♫ Voja de sceneggia', sartame addosso. E struttura tu, che io mo non posso. ♫

S02E14 - Il sordomuto, il senatore e gli equilibri del paese (seconda parte)

Desdemona. Prendi la mia popò! È stato stocazzo. Sì, ve lo giuro, stocazzo! - No dico, chi ha sparato al Conte? | - Aspettiamo gli exit poll. Gli exit poll. No, il quadro è chiaro. Al di là di un sostanziale pareggio per cui credo s'andrà verso un governo istituzionale, un governo Montezemolo pare.
Il pareggio, annulla tutti i parametri. Il pareggio è la svolta. Il pareggio è vita! Ma il pareggio, il pareggio ribalta la situazione. Tu lì dentro sei considerato la bestia, il bisonte. Il mammut del pareggio! Secondo me tu chiacchieri, chiacchieri e però poi alla fine non combini nulla di serio. Io sono uno concreto, bambina. Sei meschino René. Io ti parlo di sentimenti e tu mi parli di lavoro.
In questo paese, per qualsiasi cosa, la devi da'. Sulla Magistratura, lì si può andare proprio addosso tranquillamente. L'argomento è straordinariamente bipartizan. Si registra un lieve apprezzamento per la Lega, di cui sarebbe folle non tenere conto. Dico bene? - Ma perché tu non hai capito qual è er nocciolo del problema. | - Cioè? | - Che 'a devi da'.
Io non lo faccio il testimonial del Bifidus. Ah, Romanelli è proprio una potenza! Non hai capito che decide tutto lui. Tutto lui decide. Solo lui. Penso che le cose si possano fare diversamente. Se mai tornerò a fare questo lavoro, lo farò con una convinzione... che un'altra televisione è possibile.
Lo sapevo che sotto sotto anche te eri un bel babbuino. - Vuoi che interesso lo zio Fofò? | - No, ma quale zio Fofò! E poi quello sta in Sicilia.

Contatti

Per informazioni e suggerimenti inviate una e-mail a borisitaliaweb@gmail.com

Social

Meme casuali

S02E12

Usa la forza, Ferretti.
S03E12

Ma non lo so, qui c'è qualcosa che non va. Perché secondo me, questo, non è Federer.

© Boris Italia - . Boris Italia è un fansite dedicato alla serie tv italiana Boris. Dal , con gioia e passione. | Webmaster: Salvatore Blanca