Questo sito web aderisce al Regolamento UE /679, comunemente denominato GDPR. Utilizziamo cookies propri e di terze parti per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Per maggiori informazioni, leggi la cookie policy e privacy policy.

Gli occhi del cuore: Trama

Nella prima puntata de Gli occhi del cuore 2 troviamo la Dottoressa Giulia che si era da poco risvegliata nella clinica Villa Orchidea. La giovane dottoressa aveva scoperto la sua malattia e sapeva che le rimanevano pochi mesi di vita. Piena di dubbi ed incertezze parla con il Dottor Giorgio e a quest'ultimo rivela la voglia di ricominciare tutto dall'inizio e di andare in luogo nuovo dove non la conoscesse nessuno. La storia de Gli occhi del cuore 2 è incentrata attorno ad una clinica in cui ci sono 3 famiglie. Giulia aveva ereditato la clinica dal Conte il quale con un inganno le aveva rubato il 50% del pacchetto azionario. La dottoressa aveva inoltre ereditato dal Conte un anello ma aver ereditato quell'anello significava per lei non essere più libera, visto che non poteva cedere al ricatto del Dottor Randelli. A risolvere la situazione ci pensa nonno Alberto il quale dice che sarebbe andato personalmente a parlare con il Dottor Randelli. Giulia voleva andare a parlare con il Conte ma viene fermata da Giorgio il quale le dice che nonno Alberto avrebbe trovato un'altra soluzione. Nonno Alberto scopre che l'anello si trovava nella tasca della sua giacca e dice che non avrebbe permesso che il Conte rendesse di nuovo infelice sua nipote, ovvero la Dottoressa Giulia.


Giorgio e Marina (madre di Giorgio) intanto avevano perso tutti i soldi. Giorgio consiglia alla madre di andare a parlare con il Conte il quale non le avrebbe negato i soldi ma Marina non voleva rivederlo. Successivamente Giorgio va dal notaio a firmare un accordo. Giorgio scopre che il fratello gemello, Eric, si era spacciato per lui nel tentativo di recuperare il pacchetto azionario. Giorgio affronta il fratello, lo smaschera e quest'ultimo gli confida che il Conte aveva violentato sia sua sorella che sua madre. Questa verità, tenuta a lungo dentro, era stata il motivo per il quale Eric era diventato cattivo. Viene fatta una festa a Villa Orchidea per la riconquista del pacchetto azionario. Durante la festa si viene a sapere che nonno Alberto si è suicidato in carcere per rimorso. Giorgio scopre di aver salvato la vita non al Dottor Ferrari ma ad Isaia Panduri, il perfido dittatore del Burmini. Durante i festeggiamenti Giorgio e Giulia risolvono il mistero dell'anello e capiscono che era stato il Conte a cedere il pacchetto azionario. Alla festa ci sono anche dei separatisti laici del Burmini che, con sguardi complici, si apprestano a far saltare in aria la clinica per uccidere Isaia Panduri e per liberare il piccolo stato asiatico del Burmini. All'improvviso Giorgio riceve una telefonata, esce e si salva dall'esplosione della clinica. Giulia invece prima che i terroristi si facciano saltare in aria, prende un bambino e lo salva. I 3 terroristi si fanno esplodere e la clinica va in fiamme.


La Dottoressa Giulia ha un vistoso peggioramento della malattia e nonostante ciò decide di andare in Africa dove incontra la cugina Sofia che fa la missionaria. Il dottor Giorgio, preoccupato per la salute di Giulia, decide di seguirla. Giulia chiede a Sofia di sostituirla nella clinica Villa Orchidea. Dopo un lungo dialogo, Giulia riesce a convincere il capovillaggio a far partire la cugina. Improvvisamente Giulia sente il richiamo del fiume Ngube, esce dalla capanna e sparisce. Poco dopo arriva pure Giorgio. Il dottore riferisce a Sofia di avere un brutto presentimento sul Conte e teme che sia in pericolo. Nonostante l'odio nei confronti del Conte, Giorgio non può permettere che gli succeda qualcosa. Mentre in Africa il Dottor Giorgio convince Sofia a seguirlo, nella clinica il Conte passeggia nervosamente al buio nel suo studio ed improvvisamente qualcuno, da dietro una tenda, gli spara. Il Conte cade a terra ferito. Nonostante le gravi condizioni, il Conte riesce miracolosamente a sopravvivere. Dopo essersi risvegliato dall'operazione, non ricorda più nulla.


Dopo la partenza dall'Africa e il ritorno in clinica, Giorgio sente la mancanza della Dottoressa Giulia. Il Dottor Giorgio, nel suo studio, viene sorpreso da Sofia mentre tiene tra le mani una foto della dottoressa Giulia. La giovane dottoressa è gelosa della cugina in quanto lei si era innamorata di Giorgio. Dopo il tentato omicidio del Conte, la Polizia inizia ad indagare. Le indagini vengono affidate al Commissario di Polizia Sandra Gusberti. La Gusberti inizia le sue indagini in clinica, ma qui, travestita da infermiera, viene presto smascherata dal Dottor Giorgio.


A causa di un improvviso ictus il notaio viene ricoverato in clinica. Durante l'operazione il notaio confida al Dottor Giorgio 2 cose: la prima è che l'anello del Conte è custodito in una cassetta di sicurezza a Ginevra, la seconda è che la persona misteriosa che detiene la metà del pacchetto azionario della clinica è una donna africana che si chiama Zazù. Il notaio entra in coma e non muore. Dopo aver completato le indagini, il Commissario di Polizia Sandra Gusberti arresta il Dottor Giorgio perché sospettato di aver tentato l'omicidio del Conte. Il Dottor Giorgio viene portato in carcere. Il Commissario cerca anche di ottenere delle risposte dal Conte ma il trauma che ha subito in seguito al suo tentato omicidio gli ha fatto perdere la memoria.


Dopo l'arresto del Dottor Giorgio, il magistrato Anna Pardieri esprime i suoi dubbi al Commissario Gusberti sulla colpevolezza del medico e teme che siano state troppe affrettate nella decisione e di aver agito d'istinto. Sandra Gusberti confida al magistrato di essersi innamorata del Dottor Giorgio. Il Dottor Giorgio fugge dal carcere e decide di ritornare a Villa Orchidea per cercare i documenti che provino la sua innocenza. All'interno del suo studio viene scoperto da Sofia. La giovane dottoressa gli comunica che hanno dei problemi in sala operatoria e Giorgio decide di prendere il posto del chirurgo che stava operando l'avvocato Rossi decidendo di spacciarsi per il dottor Zingler, un chirurgo tedesco, suo amico, in modo da poter salvare la vita al paziente. Dopo la fuga, il commissario Sandra Gusberti riesce a scovare il Dottor Giorgio e vuole arrestarlo. Giorgio, messo alle strette, decide di non farsi mettere le manette. Il dottore guarda dritto negli occhi la Gusberti e i due si baciano. Nel frattempo sopraggiunge Sofia la quale assiste alla scena e piange per gelosia.


Giorgio riesce a recuperare l'anello del Conte e questo ha dimostrato la sua innocenza. Essendo innocente, il Dottor Giorgio decide di andare a parlare con il Conte il quale rimane incredulo alle parole del Dottor Giorgio che gli riferisce la verità. Il Conte si era infatti impossessato del pacchetto azionario della clinica (Villa Orchidea) che non gli apparteneva e non sapeva spiegarne il motivo. Sofia, innamorata di Giorgio, decide di chiarirsi in un confronto con Sandra Gusberti. In un faccia a faccia Sofia dice al commissario che è incinta di Giorgio ed ha saputo dal Magistrato Pardieri che era una donna sposata. Giorgio, sfuggito all'arresto del commissario Gusberti, viene bloccato dai poliziotti dopo un inseguimento. Il medico viene portato in carcere e qui ha un dialogo con Luca, il sodomizzato di Bergamo, che aveva ricevuto violenza in carcere.


Il magistrato Pardieri, visto che non aveva prove delle colpevolezza del Dottor Giorgio, decide di interrogare Luca. Il magistrato vuole farsi confessare da Luca, per mezzo di un nervoso abuso di potere, che Giorgio è colpevole di aver tentato l'omicidio del Conte. Intanto il commissario Gusberti comunica al Dottor Giorgio e alla Dottoressa Sofia di aver scoperto il colpevole del tentato omicidio del Conte. Giorgio, fingendo di essere Eric, invita nel suo studio il magistrato Pardieri. Il magistrato confessa in maniera soddisfatta di averla fatta franca e di aver deviato da sé i sospetti per l'omicidio del Conte. Dopo l'ammissione di colpa, Giorgio rivela di non essere Eric e le dice di averla smascherata. Il magistrato, messa alle strette, estrae dalla borsa la sua pistola e sta per sparare a Giorgio ma interviene il commissario Sandra Gusberti a fare da scudo al dottore. Entrambe sparano e tutte e due cadono a terra ferite. Nello stesso momento arriva, presso lo studio del Dottor Giorgio, anche Sofia che rimane scossa dalla situazione. Sofia decide di far crescere il suo bambino lontano da quell'ambiente e decide di ritornare in Africa.