Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Chiudendo questo banner, continuando la navigazione sul sito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie in accordo con la nostra policy. Per maggiori informazioni leggi qui. Accetto

Chiudi banner

Boris 3 - 3x01 - Un'altra televisione è possibile (prima parte)

« Elenco episodi

Nella puntata 3x01 (Un'altra televisione è possibile (prima parte)), René deve partecipare ad una riunione con i consiglieri della rete. L'argomento dell'incontro è il progetto Machiavelli. Prima di entrare, René inizia a pensare a come si sarebbe svolto l'incontro. Il regista, nel suo sogno ad occhi aperti, inizia ad immaginare qualsiasi tipo di scusa da parte dei consiglieri al fine di non fargli fare il progetto. Tra tutti i problemi immaginati ce n'era uno che era più grave di qualsiasi altro: la mancanza di una figura femminile protagonista all'interno della storia. Dopo essersi svegliato bruscamente, René viene invitato, da uno dei consiglieri, nella sala riunione. Appena arrivato, il regista inizia a spiegare il suo punto di vista sul progetto. Uno dei consiglieri approva il progetto e rassicura il regista sulla fattibilità del progetto. René chiede allora quando poteva iniziare a lavorare sul progetto ed uno dei consiglieri gli dice che avrebbe iniziato dopo 2 anni.


Sconsolato per l'esito negativo della riunione con la rete per il progetto Machiavelli, René decide di girare l'episodio pilota di una sitcom in una rete concorrente a quella con cui aveva lavorato fino ad adesso. Il nuovo progetto viene girato negli studi di Cologno Monzese a Milano. Dopo essere stati accolti da 2 hostess appena arrivati nella nuova rete, Duccio, Arianna e René conosco Maddalena, l'assistente di Raul, il produttore. I tre si recano sul set per iniziare a lavorare sul progetto. Raul spiega il progetto Troppo Frizzante. Troppo Frizzante è una sitcom, nata come progetto di punta della rete, caratterizzata da una comicità intelligente grazie alla presenza dei 5 migliori comici d'Italia e dalla regia di René Ferretti. Raul presenta al regista i 5 comici ed ognuno saluta con il proprio tormentone. Dopo aver conosciuto gli attori con cui lavorare, René non sembra entusiasta.


René riceve una telefonata da Alessandro, il quale chiede al regista di poter agirare, in casa sua, un cortometraggio insieme a Lorenzo. René dà allo stagista il suo consenso purché i due non creino problemi. Lorenzo spiega ad Alessandro il tema del concorso "Contro tutte le mafie" a cui stavano partecipando e i due provano a farsi venire un'idea per il cortometraggio. Nel frattempo, a Milano, Raul presenta a René l'autore di Troppo Frizzante, Benedetto. René chiama in disparte Duccio e Arianna e teme di aver sbagliato ad accettare la proposta di Troppo Frizzante. Il regista pensava che Troppo Frizzante era uno di quegli episodi pilota destinati ad essere cestinati ma la rete aveva previsto per questo progetto un grande successo. René viene convocato ad un tavolo con tutti i comici per provare le scene prima di iniziare a girare. Prima delle prove, Benedetto inizia a spiegare la trama ed il soggetto di Troppo Frizzante.


I comici iniziano a provare le loro battute ma la comicità della sitcom impressiona in maniera negativa il regista. Dopo la fine delle prove, il regista dice di sentirsi colpito e responsabilizzato. Prima dell'inizio delle riprese, Duccio si concede uno spuntino a base di pesce. Dopo aver assaggiato del sushi, arriva Maddalena, l'assistente di Raul, che offre al direttore della fotografia della cocaina. Duccio, sorpreso e stupito, accetta l'offerta. Nello stesso momento René si fa spiegare da Benedetto le scene da girare ma il regista rimane stupito dopo il racconto dell'autore di Troppo Frizzante. Intanto Alessandro e Lorenzo iniziano a preparare il set, in casa di René, per il cortometraggio. Lo stagista di fotografia dice ad Alessandro che il corto doveva essere pronto entro sera ed avrebbero vinto perché il concorso era stato patrocinato da suo zio. Lorenzo vedeva, in questa occasione, una possibilità di riscatto dalla sua condizione di stagista schiavo.


Iniziano le prove delle riprese ma quasi subito René le interrompe. Il regista rimprovera Ciccio Sultano, uno dei 5 comici, di aver guardato in macchina e lo invita a stare attento e non ripetere l'errore. René chiede ad Alfonso chiavi in mano di cambiare una battuta visto che il comico aveva citato Massimo D'Alema. Il regista vuole evitare di fare satira politica anche perché era fuori luogo. Il comico accetta il suggerimento del regista e gli dice che avrebbe cambiato la battuta. Nel frattempo Alessandro e Lorenzo girano il cortometraggio, in casa di René, mettendo scotch per tutta casa e filmando il tutto tramite un piano sequenza. Durante le riprese, a causa dello scotch, Lorenzo sta per cadere e va a sbattere contro l'acquario di René. L'acquario cade e si frantuma. Nello stesso momento il regista, a Milano, avverte una strana sensazione.


Prima di continuare le riprese, Duccio cambia la fotografia. René va a chiedere spiegazioni e il direttore della fotografia spiega il suo punto di vista sulla sitcom Troppo Frizzante. Il regista fa desistere Duccio dalla sua convizione e quest'ultimo ordina di ripristinare tutto. Nel frattempo, a Roma, Alessandro è impaurito per le conseguenze dell'incidente visto che tutti i pesci erano a terra fuori dall'acquario. Lorenzo invece ne approfitta per fare delle riprese. René continua le riprese di Troppo Frizzante e dopo aver girato una scena, chiede il motivo per cui dopo ogni battuta vi fosse una lunga pausa. Benedetto gli spiega che la pausa serve per l'inserimento delle risate fuoricampo. Durante questa pausa, dopo aver girato la scena, René riceve una telefonata da Diego Lopez. Il delegato di rete gli chiede dove fosse e il regista mente. Lopez gli dice che era stato convocato urgentemente in rete: si erano infatti aperti degli spiragli positivi per Machiavelli.


Nonostante fossero le 15:00, Raul manda tutti a casa poichè era finita la giornata lavorativa. Sia René che Duccio sono sorpresi per la notizia. Dopo la fine delle riprese, Benedetto va da René per dei chiarimenti. Il regista cerca di essere il più diplomatico possibile con l'autore di Troppo Frizzante ma alla fine lo caccia via malamente. Raul assiste alla scena e tranquillizza il regista. Il produttore TV aveva infatti intenzione di cacciare Benedetto e fa vedere a René la nuova "alternativa" della rete. Lorenzo ed Alessandro intanto montano il cortometraggio che avevano girato nel pomeriggio e lo stagista di fotografia riceve la notizia, tramite una telefonata dello zio, che avevano vinto il concorso senza nemmeno aver inviato il cortometraggio. René confida ad Arianna la volontà di voler abbandonare il set di Troppo Frizzante e l'assistente alla regia cerca di dissuaderlo perché un comportamento simile non lo avrebbe fatto lavorare più da nessuna parte. Raul saluta René e gli dice che in albergo lo attendeva una sorpresina. René aveva pensato che la sorpresina fosse un cesto con miele, zafferano e panettone. Giunto nella camera d'albergo, René trova, oltre al cesto regalo, anche due escort che lo attendevano nel letto. Il regista, ancora entusiasto per la notizia di Machiavelli, inizia a spiegare alle due escort come avrebbe girato una scena di Machiavelli. Entrambe si annoiano e una delle due addirittura si addormenta.

Paolo Perinelli

Foto di Paolo Perinelli

(primo) consigliere di rete
Norman Mozzato

Foto di Norman Mozzato

(secondo) consigliere di rete
 

Foto di ????

(terzo) consigliere di rete
 

Foto di ???? alias Barbara Mulé (Quarto) Consigliere di rete

Barbara Mulé

(quarto) consigliere di rete
Lavinia Longhi

Foto di Lavinia Longhi alias Maddalena

Maddalena

assistente del produttore di Troppo Frizzante
Fulvio Falzarano

Foto di Fulvio Falzarano alias Raul

Raul

produttore di Troppo Frizzante
Fabrizio Buompastore

Foto di Fabrizio Buompastore alias Ciccio Sultano

Ciccio Sultano

attore di Troppo Frizzante
Renato Marzi

Foto di Renato Marzi alias Alfonso chiavi in mano

Alfonso chiavi in mano

attore di Troppo Frizzante
Francesco Maria Cordella

Foto di Francesco Maria Cordella alias Giuseppe Locomotiva

Giuseppe Locomotiva

attore di Troppo Frizzante
Daniela Terreri

Foto di Daniela Terreri alias Antonietta Locomotiva

Antonietta Locomotiva

attrice di Troppo Frizzante
Augusto Fornari

Foto di Augusto Fornari alias Paco Revelli

Paco Revelli

attore di Troppo Frizzante
Christian Ginepro

Foto di Christian Ginepro alias Benedetto

Benedetto

autore di Troppo Frizzante
 

Foto di ????

Gianni

mixer audio
 

Foto del Robot regista

robot regista

il nuovo regista di Troppo Frizzante
Maddalena Ferrara

Foto di Maddalena Ferrara

escort mora
 

Foto di ????

escort bionda
   
  • René presenta ad Alessandro i suoi pesci portafortuna e i set sui quali erano presenti: Chang sul set de "La bambina e il capitano", McEnroe sul set di "Caprera", le sorelle Williams sul set di "Assassini 1" e "Assassini 2". Gli altri 2 pesci sono Boris (sul set de Gli occhi del cuore) e Federer (sul set di Machiavelli). Tutti i pesci di René hanno il cognome di tennisti: Michael Chang, John Patrick McEnroe, Serena Williams, Venus Williams, Boris Becker e Roger Federer.
  • La rete concorrente, con sede a Cologno Monzese, per la quale va a lavorare René è un riferimento a Mediaset. Nel corso della puntata ci sono altri riferimenti a Mediaset.
  • I 7 milioni di spettatori si riferiscono agli ascolti de Gli occhi del cuore, la precedente fiction che René aveva deciso di abbandonare.
  • Raul paragona René al Roberto Saviano della fiction italiana. Roberto Saviano è uno scrittore napoletano, autore del best seller Gomorra.
  • Un'altro riferimento a Mediaset si ha quando René, in disparte con Arianna e Duccio, dice che il progetto "è appoggiato dal Presidente degli Italiani", in riferimento al (ex) Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.
  • Quando René dice "è un attimo che finiamo su Sorrisi", intende la celebre rivista TV Sorrisi e Canzoni.
  • Roberto Gervaso, l'attore che avrebbe dovuto fare un cameo nella puntata 6 di Troppo Frizzante, è un giornalista, storico e scrittore italiano. L'attore era iscritto alla loggia P2 così come era iscritto Silvio Berlusconi.
  • Durante la lettura delle scene di Troppo Frizzante da girare, dietro Benedetto, vicino al banchetto di sushi, si vedono 3 simboli sulla parete.

    Boris - Episodio 3x01 - Un'altra televisione è possibile (prima parte) - Curiosità - Kanji

    I 3 simboli sono dei Kanji, ma sono all'incontrario (ovvero sottosopra). I 3 kanji vanno letti, secondo la lettura giapponese, da destra verso sinistra. Se li girate, il primo è "hon", che vuol dire origine o libro; il secondo è "onna", che vuol dire donna, femmina; il terzo è "mata", che vuol dire ancora, in più, un altro, a presto!. Tuttavia combinando i 3 kanji insieme non si ha una frase di senso compiuto. (Un grande ringraziamento agli amici del forum di J-Music Italia per la consulenza e spiegazione)
  • Benedetto dice che lo starnuto in faccia è un omaggio a Bertolucci. Bernardo Bertolucci è un regista italiano.
  • Lo zio di Lorenzo adesso è senatore: è stato eletto nell'ultima puntata di Boris 2.
  • Alfonso chiavi in mano cita Massimo D'Alema: ovviamente il riferimento è al politico italiano del Partito Democratico.
  • Alfonso chiavi in mano cita Romano Prodi: ovviamente il riferimento è all'ex leader del Partito Democratico.
  • L'hotel in cui alloggiano Duccio, René ed Arianna si chiama "Veronica Hotel": il riferimento è a Veronica Lario, ex-moglie del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Il riferimento è più chiaro nel finale della puntata 3x02.
René ed i consiglieri di rete

Consigliere di rete: Machiavelli è troppo caldo, troppo attuale.


Consigliere di rete

Consigliere di rete: Naturalmente non è il caso di spiegarle, caro Ferretti, quanto la Repubblica Fiorentina sia una ferita ancora aperta, nella coscienza del nostro paese. Chi può dire, in tutta onestà, che il pubblico italiano sia pronto per una simile prova.


Consigliere di rete

Consigliere di rete: Non sappiamo se affrontare lo spinosissimo problema delle guerre puniche, si figuri se possiamo riaprire il capitolo, Machiavelli, così, di punto in bianco.


Consigliere di rete

Consigliere di rete: Il suo progetto, ha un problema ancora più drammatico, Ferretti: manca la fregna.


I 3 sceneggiatori

Sceneggiatore 2: Spirito di Machiavelli, tu come la chiuderesti questa scena?


Alessandro e René

René: Ogni pesce una fiction, ogni fiction una sfida.


René, Maddalena, Raul e Benedetto

Raul: Noi avremo l'onore di lavorare con René Ferretti, un uomo che faceva 7 milioni di spettatori e che per coerenza ha detto, no. Un sognatore, un visionario, diciamolo pure, il Roberto Saviano della fiction italiana.


Alessandro e Lorenzo

Lorenzo: Il tema del concorso è "Contro tutte le mafie". Può essere tutto e niente.


Duccio, René, Benedetto, Raul ed Arianna

Benedetto: Graaande!


Duccio, René, Benedetto, Raul ed Arianna

Benedetto: Zeniale!


Maddalena

Maddalena: Maestro, gradisce un po' di cocaina?


Lorenzo ed Alessandro

Lorenzo: Alessa', io ero convinto di dover fare lo schiavo per tutta la vita, invece alla fine l'autobus passa per tutti. L'Italia è veramente il paese dove tutto è possibile.


Antonietta Locomotiva

Antonietta Locomotiva: È sparito il pappagallo di Alfreeedoo!


Paco Revelli

Paco Revelli: Prooontoo!


Antonietta Locomotiva

Antonietta Locomotiva: Ma non era il telefono, era il campaneeeeelloooo!


Ciccio Sultano

Ciccio Sultano: Apri quella poooortaaa!


Alfonso chiavi in mano, Antonietta Locomotiva, Giuseppe Locomotiva, Ciccio Sultano e Benedetto

Alfonso chiavi in mano: Buona sera, sono Massimo D'Alema.


René e Duccio

Duccio: Troppo Frizzante parla della morte. Qua tra massimo 2 puntate si viene a sapere che sono tutti nell'aldilà, il che spiega certe battute tipo prontoo, oppure, apri quella pooorta, che sono chiaramente battute dette da morti.


Paco Revelli

Paco Revelli: Come si chiama il giapponese che legge le analisi cliniche?
Antonietta Locomotiva: Non lo so.
Paco Revelli: Mosokoso.


Paco Revelli

Paco Revelli: Questa storia della nostra compagnia di bandiera, mi puzza. Alitaaaalia.


Alfonso chiavi in mano, Antonietta Locomotiva e Benedetto

Alfonso chiavi in mano: Buona sera, sono Romano Prodi.


Arianna e René

René: Capirai la sorpresina.
Arianna: Perché?
René: Sarà il solito regalino in albergo: il cesto col miele, lo zafferano e il panettone de merda.


Escort

Escort: Ciao René, vieni. Mettiti comodo. Siamo della reeete.

► Condividi questa pagina

Share