Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Chiudendo questo banner, continuando la navigazione sul sito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie in accordo con la nostra policy. Per maggiori informazioni leggi qui. Accetto

Chiudi banner

Boris 2 - 2x09 - La figlia di Mazinga

« Elenco episodi

Nella nona puntata René si trova a colloquio con il Dottor Cane nel suo studio. Il Dott. Cane chiede come stava Cristina e il regista le risponde bene. Il vero motivo per cui il Dott. Cane aveva convocato René era per affidargli un grande progetto, un thriller rinascimentale, ovvero Machiavelli. Appena sentito il nome Machiavelli, René rimane sorpreso. Uscito dall'ufficio del Dott. Cane, René si appresta a contattare immediatamente Arianna e riferirle la notizia. Il regista dice all'assistente alla regia che la rete voleva farlo fuori. Prima di iniziare le riprese, Arianna chiede ad Alessandro se aveva parlato con René, visto che lo stagista era ospite temporaneo a casa del regista. Arianna gli chiede se avesse parlato con René di loro 2, della loro storia ed Alessandro dice di no.


In attesa dell'arrivo di René, Alfredo prende il comando e raccomanda a tutti di essere gentili con Cristina. Tutti si lamentano di Cristina poichè l'attrice era capricciosa ed arrivava sempre in ritardo sul set. Mentre tutti si zittiscono, Alfredo si lamenta a voce alta del comportamento dell'attrice e la chiama con il soprannome "la figlia di Mazinga". Durante il suo discorso non capisce i gesti di Alessandro ed Arianna che volevano zittirlo visto che l'attrice era appena entrata in teatro. L'attrice, dopo lo sfogo di Alfredo, gli chiede chi fosse Mazinga ed Alfredo le risponde che Mazinga era un'eroe positivo. Dopo la breve spiegazione Alfredo capisce di aver fatto una cavolata e si dispera. Iniziano le riprese con una scena tra Stanis e Cristina. Alfredo riesce a portare a casa la prima scena. Lorenzo non era molto contento della scena appena girata ma Duccio con aria minacciosa gli dice che era buona e che non c'era bisogno di rigirarla. Duccio consiglia al nuovo aiuto operatore di stare più tranquillo. Cristina chiede a Stanis se la scena era andata bene e Stanis le risponde in malo modo dicendole che lui non le avrebbe parlato più. L'attore rimprovera all'attrice di essere andata a New York senza avergli detto nulla.


Intanto in un flashback viene riproposto un incontro tra Biascica e la psicologa la quale consiglia al capo elettricista che per potere risolvere il suo problema psicologico doveva provare a dire la verità ed esprimere ciò che pensava veramente. Seguendo il consiglio della psicologa, Biascica si fà coraggio e va a parlare con Cristina. Biascica si lamenta con l'attrice per il suo comportamento e per il modo leggero con cui lavorava sul set. L'attrice, sentite le lamentele di Biascica, gli dà ragione e si scusa. Biascica rimane spiazzato per la risposta: era infatti andato da Cristina per cercare uno scontro. Prima di iniziare i primi piani di Cristina, Stanis dice all'attrice che le avrebbe fatto la guerra. Iniziano le battute di Cristina ma queste vengono interrotte poichè Stanis fa perdere la concentrazione a Cristina. Arriva nel frattempo René il quale è adirato. Il regista chiede ad Arianna se fossero arrivate delle sceneggiature e le dice che per lui è finita. L'assistente alla regia chiede cosa fosse Machiavelli e il regista le risponde che è una bufala, un progetto che non verrà mai realizzato e che viene dato ai registi che la rete vuole fare fuori. Arriva anche Sergio che chiede informazioni a René sul suo incontro con il Dott. Cane e appena René pronuncia Machiavelli anche il delegato di produzione si dispera.


Nonostante la pessima notizia, René chiede quali scene si dovevano girare. Arianna gli dice che dovevano recuperare tutte le scene di Cristina. Intanto René riceve una telefonata da un suo amico che lo prendeva in giro per il fatto che gli avevano affidato Machiavelli. Iniziano le riprese per la scena nella sala operatoria con Stanis e Cristina. René interrompe la scena perché non era convinto. Stanis al solito suo spiega la scena sul copione e la sua interpretazione. René si fa spiegare da Arianna la scena che dovevano girare. Seppur non molto convinto, René chiede a Stanis di rifare la scena in maniera meno comica. Stanis insiste dicendo che è una scena comica e il regista si infuria e zittisce tutti. La rabbia di René sorprende tutti. René calmatosi, spiega a Cristina le scene che avrebbe girato con lei. Visto il momento difficile, Stanis va da René e cerca di concordare il modo in cui avrebbe dovuto dire la battuta. Alla fine Stanis si fa venire un idea e rassicura René. Il regista non è molto convinto del nuovo accento "inglese" della battuta ma comunque è una soluzione migliore rispetto all'accento tedesco. Alla fine la scena risulta ottima. Durante la pausa, Alessandro và da Arianna per chiedere chiarimenti sulla loro discussione mattutina. Intanto arriva Karin che chiama Alessandro.


Prima di iniziare le sue riprese, Cristina chiede ad Arianna alcune spiegazioni sulle scene che deve girare. Visti i ritardi e le assenze delle giornate precedenti, René costringe Cristina ad un tour de force nel girare tutte le scene che non erano state girate a causa dell'attrice. Alla fine Cristina, stremata, chiede a René una pausa per riprendere le forze. In camerino, Cristina si prepara una canna e parla con Arianna. Karin intanto chiede ad Alessandro se gli piaceva Arianna e lo stagista le dice di no. Durante la pausa, Duccio rimprovera Lorenzo dicendogli che nel suo mestiere si doveva prendere il tempo necessario e non doveva essere sempre pronto. Intanto Sergio, in disparte, osserva tutta la scena. Ritorna Cristina sul set e René gli spiega la scena che doveva girare. Durante una scena l'attrice si ferma, sviene e cade per terra. René interrompe la scena e crede che Cristina abbia sbagliato scena confondendola con un'altra. Tutti stanno fermi, immobili e guardano l'attrice. Biascica interviene e capisce che l'attrice aveva avuto un malore.


René chiama Lopez e riferisce ciò che era accaduto sul set e il delegato di rete gli dice che la cosa era gravissima ed ordina al regista di andare dall'attrice e scusarsi. Intanto Karin dice ad Alessandro che doveva andare avanti e pensare al suo futuro. Seguendo gli ordini di Lopez, René va da Cristina e si va a scusare. L'attrice gli dice che non c'era bisogno. Il regista le chiede se l'indomani sarebbe venuta sul set e Cristina risponde di sì. Uscito dal camerino di Cristina, René vede un uomo che stava arrivando sul set per consegnarli le sceneggiature di Machiavelli. René rimane terrorizzato e capisce che la rete lo stava veramente facendo fuori. Lorenzo intanto va in attezzeria poichè gli era stato detto di andare a prendere una cosa ma in realtà è una trappola e alcuni membri della troupe de Gli occhi del cuore lo assalgono e lo riempiono di botte. Lorenzo, dolorante e ferito, rimane a terra.

Emanuela Grimalda

Foto di Emanuela Grimalda

psicanalista di Biascica
Simone Arrighi

Foto di Simone Arrighi

macchinista
Alessio Piretti

Foto di Alessio Piretti

operatore

  • Arnaldo Ninchi - Dottor Cane
Arianna, Alessandro ed Alfredo

Alfredo: Questa è la fija de Mazinga e questo è un paese dove i nomi contano. No, è inutile che la difendi, perché questa Cristina ha veramente tritato i coglioni a tutti. È vero o no?


Alfredo e Cristina

Alfredo: Mazinga, è un eroe, positivo. Un eroe.


Lorenzo e Duccio

Duccio: Tu devi stare tranquillo amico mio, eh, sei troppo nervoso. Mangia meglio, goditi la vita. Vai a rubare, fai qualche cosa. Tu non ti droghi, vero? Sbagli.


Biascica e Cristina

Biascica: Come te dispiace? Quindi 'a metti così? M'hai spiazzato. Li mortacci tua. Perché io ero venuto a cerca' 'o scontro. Per caso pure te sta' a tirar fuori tutto quello che c'hai dentro? Il guscio...
Cristina: No.
Biascica: Tutto quello che hai introiettato 'o stai a estroietta'?


Arianna e René

René: È finita Arianna. M'hanno dato Machiavelli.


René ed Arianna

René: È una bufala. È un progetto che non si farà mai. Lo danno ai registi quelli che vogliono fare fuori. È una specie di avvertimento mafioso della rete, come a dire, tu hai chiuso. L'ultimo a cui l'hanno dato, Sandroni, si è ammazzato.


Stanis e René

René: Io non ce l'ho con te, Stanis. Io ce l'ho co' gli sceneggiatori. Questa è una scena de merda. Se li incontro li metto sotto co' 'a macchina.


I 3 sceneggiatori

Sceneggiatori 2: Non se ne esce, non se ne esce, porca miseria... Perché, no, no...
Sceneggiatori 3: Metti...
Sceneggiatori 2: Ma che metti?
Sceneggiatori 3: Metti il 5 di picche sotto il 6.
Sceneggiatori 1: È l'unica.


Lorenzo, Sergio e Duccio

Duccio: Ascolta. Quando qualcuno ti chiede se hai bisogno di tempo, tu gli devi dire sempre sì. Sai qual è la cosa più importante in questo mestiere?
Lorenzo: No, qual è?
Duccio: Far passare il tempo.


Alessandro e Karin

Alessandro: Sto cercando di farmi delle esperienze, delle... così... anche facendo lo schiavo. Comunque a me, piacerebbe fare la regia.


Alessandro e Karin

Karin: E allora fai la regia. Pijate 'na bella macchinetta e te ne vai pe' fratte. Te giri, che ne so, quelle cose, sociali, quelle cose comuniste come piacciono a te.


Cristina

Cristina: Ti sto rendendo la vita impossibile, eh?

► Condividi questa pagina

Share