Boris Il film – Trailer ufficiale

Alessandro: Questa è la storia di un regista e della sua troupe.
voce off, Alessandro: Il regista è un uomo che sogna il cinema fin da bambino.
René Ferretti: Molti di voi hanno diviso con me più di 15 anni di progetti. Ora, si apre una nuova fase. Ci saranno tanti altri progetti che noi faremo ancora insieme.
Alfredo: Daje!
Itala: Bravo!
René Ferretti: Ma non questo film.
Augusto Biascica: René, eh, io te rompo er culo!
Corinna Negri: Tu sei Biascica? Tu pensi che io sia una zoccola?
Lorenzo: No, io non sono Biascica. Però sì, penso che tu sia una zoccola.
René Ferretti: Voglio qui Boris!
Stanis La Rochelle: Il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, te lo faccio io.
René Ferretti: Ma non c’è Fini nel mio film.
Stanis La Rochelle: È un errore. Tu vuoi fare un film sull’Italia senza Gianfranco Fini, Renato?
René Ferretti: Azione!
Corinna Negri: Scusami René, non ti stavo ascoltando, è che è andato via il personaggio.
Stanis La Rochelle: Ti do’ 10.000 euro se mi fai un primo piano.
René Ferretti: E io me ne vado alla concorrenza.
Diego Lopez: Eh, eh, che minchia dici! Guarda, chiudi gli occhi. Ecco, adesso riaprili. Eccola la concorrenza!
René Ferretti: Dai, dai, dai.
Arianna Dell’Arti: Vabbè, ma tu sei un rincoglionito.
Alessandro: Perché, che ho fatto?
Arianna Dell’Arti: Cioè noi, ufficialmente, stiamo cercando un attore per il ruolo “faccia di merda”?
René Ferretti: Buona!
Duccio Patanè: E quindi voi venite da questo paese bellissimo dove se uno volesse trovare degli stupefacenti di buona qualità non avrebbe problemi.
comparsa boliviana: Mah, a Grottaferrata qualcosa se rimedia.
René Ferretti: Stop!
Sergio Vannucci: Facciamo un bel progetto alla Gomorra. Un grande libro, un grande regista e un film in cui ce se capisce e nun ce se capisce. Io non c’ho capito un cazzo! Ahahah!
voce off: Boris. Il film. Dal 1° Aprile nei cinema.
pubblico: E sti cazzi!