Luca Amorosino intervistato su Twitch

 Luca Amorosino intervistato su Twitch

Luca Amorosino intervistato su Twitch (05/02/2021)

Alessandro Covone oggi pomeriggio ha intervistato Luca Amorosino. L’attore romano si presenta come colui che in Boris ha interpretato il personaggio di Alfredo. Parla del suo debutto come attore all’età di 18 anni, ricordando la serie Classe di ferro. Ha fatto anche teatro e per un po’ si è allontanato dalla televisione.

Locandina intervista con Luca Amorosino su Twitch (05/02/2021)
Locandina intervista con Luca Amorosino su Twitch (05/02/2021)

Luca ama tantissimo il mestiere dell’attore però avendo formato una famiglia ha iniziato anche a fare altro. Ricordando la battuta “non so’ pelato, ma rasato” ricorda l’episodio 1×12 – Una giornata particolare della prima stagione di Boris. In quell’episodio Glauco e Albino arrivano sul set e declassano Arianna ed Alfredo.

L’attore ricorda il suo esordio in Boris. Afferma di essere amico degli autori da tanti anni. Li aveva conosciuti per i loro spettacoli teatrali e da lì è nata un’amicizia duratura. Luca ha recitato anche in Piovono mucche, film diretto da Luca Vendruscolo e nel quale ha recitato anche Mattia Torre. Quell’esperienza è stata determinante poi per la sua partecipazione a Boris.

Ricorda anche Buttafuori, la sitcom sempre creata dal trio di Boris in cui i protagonsiti sono Valerio Mastandrea e Marco Giallini. L’affiatamento dei 3 registi è la chiave del successo delle loro opere. L’attore ribadisce che il successo di Boris è dovuto alla sceneggiatura. Nel corso delle riprese sono state poche le improvvisazioni perché tutte le battute erano già scritte nella sceneggiatura.

Se da una parte il successo è dovuta alla scrittura dall’altra parte è dovuta anche ad altri fattori come ad esempio la longevità della serie che riscuote sempre più consensi. Cita anche Ogni maledetto natale, l’anticinepanettone con il gruppo di attori di Boris e con protagonisti Alessandra Mastronardi ed Alessandro Cattelan.

Luca Amorosino intervistato su Twitch (05/02/2021)
Luca Amorosino intervistato su Twitch (05/02/2021)

Cita anche la battuta “l’avete combinata grossa l’11 Settembre“, tratta dall’episodio 2×01 – La mia Africa (prima parte) della seconda stagione, come una delle sue preferite. Ricorda di aver girato la serie durante le ferie lavorative. Sebbene ami il lavoro dell’attore preferisce non farlo a tempo pieno perché vuole concentrarsi solo sui progetti che ritiene più validi.

Memorabile anche la scena con Paolo sorrentino nell’episodio 3×12 – Nella rete della terza stagione di Boris. Elogia la prova attoriale di Paolo Sorrentino che sul set si è trovato a suo agio davanti alla macchina da presa.

Nella sua lunga intervista, che potete rivedere al link https://www.twitch.tv/videos/902037973, l’attore ricorda il clima disteso e allo stesso tempo festoso tra gli interpreti. Il clima di serenità ha contribuito alla riuscita della serie, al di là del successo che poteva riscuotere.

Non poteva mancare la domanda sulla quarta stagione di Boris. Visto l’enorme clamore della notizia di Boris 4 dopo l’intervista di Alberto Di Stasio, Luca risponde dicendo che dirà delle affermazioni elusive. Nonostante ancora non ci sia nulla di ufficiale, l’attore si dichiara pronto e dà la sua disponibilità. Per lui infatti realizzare la quarta stagione sarebbe un sogno ma l’ambizione maggiore è riunire tutto il cast.

Il passaggio su Netflix ha creato una risonanza pazzesca e un clamore inaspettato. Le nuove generazioni, grazie alla piattaforma digitale, hanno scoperto la serie e ne sono diventati assuefatti.

L’attore ricorda anche Sampras, l’episodio pilota di Boris, in cui c’erano alcune differenze col cast che poi ha girato la serie. Luca elogia i compagni di lavoro ricordando come abbia lavorato con bravissimi attori come Roberta Fiorentini, Marco Giallini e Paolo Calabresi.

Rispondendo alla domanda su chi sia il protagonista della serie, dice che quello iniziale è senza dubbio Alessandro. Il suo arrivo sul set mostra il luogo delle riprese de Gli occhi del cuore e i personaggi che lo animano, da René a stanis passando per Duccio, Itala, Biascica.
Ricorda anche il rapporto tra i 3 registi e gli attori sul set. Ognuno di loro dava le proprie indicazioni per le scene e alla fine tutti i loro suggerimenti erano complementari.

Alla domanda su quale fosse la scena più difficile da girare a causa delle risate, l’attore non ricorda una scena in particolare, perché comunque il set era un ambiente allegro ma al momento di girare la scena ognuno era concentrato.

Tra le sue scene preferite ricorda quella in cui, assieme a Duccio, chiamano il coffee break e zittiscono Itala che rimane sorpresa. Rispondendo ad una domanda su Roberto Herlitzka, Luca afferma che quello di Orlando Serpentieri è stato uno dei ruoli piccoli che però era ben fatto.

Luca ricorda come gli stessi attori, all’epoca delle riprese, non avessero considerato il successo della serie. Pensavano che Boris avrebbe goduto di un modesto successo e limitato agli addetti ai lavori. Si chiude l’intervista con la domanda su Boris 4. L’attore si dimostra fiducioso per la fattibilità della nuova stagione.

Post simili