Buon compleanno Carlo De Ruggieri ed Emanuela Rossi!

 Buon compleanno Carlo De Ruggieri ed Emanuela Rossi!

Boris 2 – Foto di scena: Carlo De Ruggieri

Oggi compiono gli anni Carlo De Ruggieri ed Emanuele Rossi. Emanuela Rossi, moglie di Francesco Pannofino, nonché una delle più apprezzate doppiatrici italiane, la vediamo nell’episodio 2×05 – L’affaire Martellone della seconda stagione di Boris. Il personaggio del notaio, a causa di uno scandalo giudiziario del suo protagonista, Nando Martellone, rimane in sospeso nella fiction Gli occhi del cuore.

Emanuela Rossi
Emanuela Rossi

Per dare un’opportunità al comico romano, Diego Lopez, il delegato di rete decide di chiamare una sua amica, produttrice di un nuovo reality. Proprio il personaggio interpretato da Emanuela Rossi accetta con entusiasmo il suggerimento della candidatura di Martellone.

Secondo lei è perfetto per La casa senza bagno, uno show simile al Grande Fratello, in cui partecipano 10 concorrenti VIP in una casa senza bagno. La scelta si rivelerà vincente in quanto Martellone poi sarà il vincitore della prima edizione.

Boris 2 - Foto di scena: Carlo De Ruggieri
Boris 2 – Foto di scena: Carlo De Ruggieri

Carlo De Ruggieri invece ha interpretato il ruolo di Lorenzo, lo stagista di fotografia trattato male dai colleghi. Già dalla prima puntata della prima stagione lo vediamo come vittima delle angherie di Biascica, il capo elettricista romano, che si sfoga su di lui. Lo stagista fa parte della troupe di Ferretti sin dalla prima stagione de Gli occhi del cuore e già dalle prime scene lo vediamo timoroso e silente.

«Mi hanno detto che devo tacere»
«Mi hanno detto che devo tacere» [Boris 1×08 – Buon Natale]

Nel corso delle puntate mostra ad Alessandro, il nuovo arrivato, tutti i problemi del set e tuttavia si dimostra amichevole col nuovo stagista. Condivide insieme a Biascica ed Alessandro l’esperienza “segreta” del cortometraggio de La formica rossa dimostrando tutta la sua professionalità nonostante le angherie di Biascica.

Nella seconda stagione lo vediamo sempre nella stessa posizione lavorativa ma fa diversi tentativi per inserirsi meglio nella troupe tuttavia attirando le ire dei suoi colleghi. Il suo affronto sarà prima punito con un sabotaggio alla macchina da presa, di cui lui è responsabile, e in seguito sarà picchiato in una stanza al buio. Nell’aggressione partecipano quasi tutti, inclusi Itala e Sergio.

Mentre le elezioni politiche mettono in agitazione tutto il set, non soltanto per gli esiti delle elezioni ma soprattutto per le raccomandazioni, il risultato inaspettatamente si rivela a lui favorevole. Suo zio è stato eletto Senatore della Repubblica e quindi adesso cambiano gli equilibri sul set.

Le novità le vediamo dalla puntata 3×03 – La qualità non basta della terza stagione di Boris. René accetta Medical Dimension, il nuovo progetto della rete proposto da Claudio, e tutta la troupe si ritrova ancora insieme.

Grazie all’elezione di suo zio adesso non è più un semplice schiavo, bensì operatore. Ruolo su cui investirà, a sua insaputa, del denaro e per cui verrà sottopagato. Affiancherà Duccio nella realizzazione della nuova serie che alza il livello della produzione e che pertanto non potrà utilizzare la fotografia approssimata del direttore della fotografia.

Ma l’incantesimo non durerà molto e nel finale della terza stagione, quando René comunica l’abbandono di Medical Dimension e il ripristino de Gli occhi del cuore, verrà ristabilita la fotografia di Duccio.

Lo rivediamo anche in Boris Il film insieme a tutti gli altri nell’arrivo in macchina dopo la cacciata della troupe snob. Qui Duccio si mostrerà più collaborativo ed insieme riusciranno a dare a René i risultati sperati.

Importante è la scena in cui Lorenzo dice a Corinna che è una zoccola scatenando una reazione inaspettata da parte dell’attrice. I due infatti finiscono per fare sesso nel camerino in maniera esuberante e travolgente. A fine film li vediamo insieme, come coppia, al cinema per la proiezione del film Natale con la casta.

Post simili